GRAZIE A UN ESAME DEL SANGUE POSSIAMO SAPERE QUALE ORGANO INVECCHIA PIÙ RAPIDAMENTE DEGLI ALTRI - QUESTO PERMETTE DI INIZIARE PER TEMPO LE TERAPIE E PREVENIRE MALATTIE CHE, ALTRIMENTI, POTREBBERO AVERE COMPLICAZIONI ANCHE GRAVI - LO STUDIO DELL'UNIVERSITA' DI STANFORD RIVELA CHE IL 18,4% DEGLI ADULTI OVER 50 HA...

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Antonio Caperna per “Il Giornale”

 

invecchiamento invecchiamento

Un semplice esame del sangue rivelerebbe quali organi nel corpo di una persona stanno invecchiando rapidamente, guidando gli interventi terapeutici ben prima che si manifestino i sintomi clinici. Infatti circa un adulto su cinque apparentemente sano di età pari o superiore a 50 anni avrebbe almeno un organo che invecchia a un ritmo fortemente accelerato.

 

Fino a oggi non potevamo sapere quale fosse e soprattutto quali implicazioni comportasse per la nostra salute. È quanto afferma uno studio, appena pubblicato sulla prestigiosa rivista Nature, da Hamilton Oh e Jarod Rutledge dell’équipe di Tony Wyss-Coray, docente di Neurologia e Scienze Neurologiche del Dh Chen e direttore della Phil and Penny Knight Initiative for Brain Resilience presso l’Università di Stanford.

 

invecchiamento invecchiamento

«Possiamo stimare l’età biologica di un organo in una persona apparentemente sana. Ciò, a sua volta, predice il rischio di malattie legate a quell’organo - spiega Wyss-Coray - Numerosi studi hanno prodotto singoli numeri che rappresentano l’età biologica degli individui in contrapposizione all’età anagrafica.

 

Ma quando abbiamo confrontato l’età biologica degli organi in un ampio gruppo di persone senza malattie gravi evidenti, abbiamo scoperto che il 18,4% di chi ha 50 o più anni aveva almeno un organo che invecchiava significativamente più rapidamente rispetto alla media. Inoltre questi individui corrono un rischio maggiore di malattie in quel particolare organo nei prossimi 15 anni».

invecchiamento invecchiamento

 

Solo circa una persona su 60 nello studio aveva due organi sottoposti a invecchiamento a quel ritmo veloce. Lo studio si è concentrato su 11 organi chiave, sistemi e tessuti: cuore, grasso, polmone, sistema immunitario, rene, fegato, muscolo, pancreas, cervello, sistema vascolare e intestino ed è stata stimata la differenza tra l’età effettiva e quella ottenuta grazie a questi marcatori biologici. […]

 

invecchiamento invecchiamento

I ricercatori hanno misurato i livelli di 4.979 proteine in 5.676 persone di 5 gruppi indipendenti, valutando anche i geni 4 volte più attivati in un organo rispetto agli altri e selezionando 858 proteine organo-specifiche. Utilizzando tecnologie disponibili in commercio e un algoritmo di loro progettazione, hanno controllato i livelli di migliaia di proteine nel sangue delle persone, scoprendo che quasi mille di esse sono collegate agli organi presi in esame e all’invecchiamento accelerato.  […]

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – L’INSOFFERENZA DI AMADEUS VERSO LA RAI È ESPLOSA DURANTE IL FESTIVAL DI SANREMO 2024, QUANDO IL DG RAI  GIAMPAOLO ROSSI, SU PRESSIONE DEI MELONI DI PALAZZO CHIGI, PROIBI' AI RAPPRESENTANTI DELLA PROTESTA ANTI-GOVERNATIVA DEI TRATTORI DI SALIRE SUL PALCO DELL'ARISTON - IL CONDUTTORE AVEVA GIÀ LE PALLE PIENE DI PRESSIONI POLITICHE E RACCOMANDAZIONI PRIVATE (IL PRANZO CON PINO INSEGNO, LE OSPITATE DI HOARA BORSELLI E POVIA SONO SOLO LA PUNTA DELLA CAPPELLA) E SI È LANCIATO SUI DOLLARONI DI DISCOVERY – L’OSPITATA “SEGRETA” DI BENIGNI-MATTARELLA A SANREMO 2023, CONSIDERATA DAI FRATELLINI D’ITALIA UN "COMIZIO" CONTRO IL PREMIERATO DELLA DUCETTA, FU L'INIZIO DELLA ROTTURA AMADEUS-PRESTA…

DAGOREPORT - DOVE VA IL PD, SENZA LA BANANA DELLA LEADERSHIP? IL FALLIMENTO DI ELLY SCHLEIN È SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI. GENTILONI È UNA “SAPONETTA” SCIVOLATA DA RUTELLI A RENZI, PRIVO DI PERSONALITÀ E DI CARISMA. QUALITÀ ASSENTI ANCHE NEL DNA DI FRANCESCHINI, ORLANDO E GUERINI, PER NON PARLARE DI BONACCINI, CHE HA LO STESSO APPEAL DI UNA POMPA DI BENZINA - ECCO PERCHÉ, IN TALE SCENARIO DI NANI E BALLERINI, SOSTENUTO DAI MAGHI DELL’ULIVO BAZOLI E PRODI, BEPPE SALA POTREBBE FARCELA A RAGGRUPPARE LA SINISTRA E IL CENTRO E GUIDARE LE ANIME DIVERSE E CONTRADDITTORIE DEL PD. NELLO STESSO TEMPO TROVARE, ESSENDO UN TIPINO PRAGMATICO, UN EQUILIBRIO CON L’EGO ESPANSO DI GIUSEPPE CONTE E SQUADERNARE COSÌ UNA VERA OPPOSIZIONE AL GOVERNO MELONI IN CUI SCHLEIN HA FALLITO