NIENTE PANICO SULLA VARIANTE - OMICRON FA SEMPRE MENO PAURA: SE DA UN LATO RISULTA PIÙ CONTAGIOSA, DALL'ALTRO NON SI REGISTRANO ANCORA CASI GRAVI. ANNA TERESA PALAMARA, CAPO DI DIPARTIMENTO MALATTIE INFETTIVE DELL'ISS: “I CONTAGIATI DA OMICRON SONO PER LO PIÙ ASINTOMATICI. LA SUA TRASMISSIBILITÀ È OGGETTIVAMENTE PIÙ ALTA, MA NON CI DICE NULLA SULLA SUA AGGRESSIVITÀ. QUELLO CHE SAPPIAMO CI FA BEN SPERARE…”

-

Condividi questo articolo


Da "ANSA"

 

VARIANTE OMICRON VARIANTE OMICRON

Omicron fa sempre meno paura. Se da un lato risulta più contagiosa, dall'altro non si registrano ancora casi gravi. Il capo di dipartimento Malattie infettive dell'Istituto superiore di Sanità, Anna Teresa Palamara, spinge sulle terze dosi per fermare la variante. In un'intervista a La Stampa spiega che "al momento i casi che si sono registrati sembrano per lo più caratterizzati da sintomi lievi", anche se "serve tempo e studio per capire".

ANNA TERESA PALAMARA ANNA TERESA PALAMARA

 

"Le informazioni che ci arrivano dal Sudafrica - approfondisce Palamara - convergono nel dire che i contagiati da Omicron sono per lo più asintomatici o con forme non gravi di malattia". I primi dati su Omicron dicono che "la sua trasmissibilità è oggettivamente più alta". Questo però, prosegue l'esperta, "non ci dice nulla sulla sua aggressività". In attesa dei dati definitivi, "quello che sappiamo ci fa ben sperare", dichiara.

 

VARIANTE OMICRON VARIANTE OMICRON

I vaccini finora "si sono dimostrati efficaci contro tutte le varianti e per ora nulla fa pensare che non sia così anche per Omicron", afferma l'esperta. E "questo deve darci tranquillità, spingerci a vaccinarci e fare il booster". Come vivremo il Natale? "Sereno se lo affronteremo con il realismo e la prudenza necessari in questo momento", conclude l'infettivologa.

CORONAVIRUS AFRICA CORONAVIRUS AFRICA vaccino covid vaccino covid vaccino antinfluenzale vaccino antinfluenzale TERZA DOSE VACCINI TERZA DOSE VACCINI TERZA DOSE VACCINI TERZA DOSE VACCINI TERZA DOSE VACCINI TERZA DOSE VACCINI TERZA DOSE VACCINI TERZA DOSE VACCINI ANNA TERESA PALAMARA ANNA TERESA PALAMARA

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

MA DOVE STA ZHANG ZHANG? - IL 32ENNE IMPRENDITORE CINESE, DAL 2018 AZIONISTA DI MAGGIORANZA DELL’INTER, NON SI VEDE IN GIRO DA UN ANNO. NON ERA A MILANO NEMMENO PER LA FESTA SCUDETTO. LA VERITÀ È CHE ZHANG NON PUÒ LASCIARE LA CINA DA OLTRE UN ANNO PER LA CONDANNA DEL TRIBUNALE DI HONG KONG A RISARCIRE CHINA CONSTRUCTION BANK E ALTRI CREDITORI DI 320 MILIONI - A QUESTO PUNTO, NON CI VUOLE IL MAGO OTELMA PER SCOPRIRE IL MOTIVO PER CUI IL MEGA-FONDO AMERICANO PIMCO SI SIA RITIRATO DAL FINANZIAMENTO DI 430 MILIONI DI EURO A UN TIPINO INSEGUITO DAI TRIBUNALI, A CUI PECHINO NON RILASCIA IL VISTO PER ESPATRIARE, COME MISTER ZHANG…

DAGOREPORT - LORO SI' CHE LO SANNO BENE: SECONDO IL "CANALE 12" DELLA TV ISRAELIANA RAISI È MORTO - DIFFICILE PRENDERE SUL SERIO TEHERAN CHE AFFERMA CHE L'ELICOTTERO CON A BORDO IL PRESIDENTE IRANIANO HA AVUTO UN "INCIDENTE" IN AZERBAIGIAN A CAUSA DEL ''MALTEMPO'' (UN CONVOGLIO DI TRE ELICOTTERI E SOLO QUELLO CON RAISI E' ANDATO GIU'?) - I MEDIA IRANIANI, PER ORA, PARLANO DI "VITA IN PERICOLO" - L'IRAN NON E' DECAPITATO FINCHE' CI SARA' SARA' L’AYATOLLAH KHAMENEI CHE SCEGLIERA' IL SUCCESSORE DEL FEDELISSIMO RAISI. E PER ORA SI LIMITA A DIRE: "SPERIAMO CHE TORNI, MA NON CI SARANNO INTERRUZIONI" - COME E' ACCADUTO CON L'ATTENTATO ALLA SEDE DIPLOMATICA IRANIANA IN SIRIA, DIETRO L"INCIDENTE" C'E' NETANYAHU? (FINCHE' C'E' GUERRA, C'E' SPERANZA DI RESTARE AL POTERE) - PROPRIO IERI IL MINISTRO DEL GABINETTO DI GUERRA BENNY GANTZ, VICINISSIMO A BIDEN,  DOPO UN INCONTRO IN ISRAELE CON IL CONSIGLIERE PER LA SICUREZZA USA JAKE SULLIVAN, AVEVA AVVISATO IL PREMIER NETANYAHU: "PIANO SU GAZA ENTRO L'8 GIUGNO O LASCIAMO IL GOVERNO"

DAGOREPORT - FERMI TUTTI! SECONDO UN SONDAGGIO RISERVATO, LA CANDIDATURA DEL GENERALE VANNACCI POTREBBE VALERE FINO ALL’1,8% DI CONSENSI IN PIÙ PER LA LEGA SALVINIANA. UN DATO CHE PERMETTEREBBE AL CARROCCIO DI RESTARE SOPRA A FORZA ITALIA - A CICCIO TAJANI È PARTITO L’EMBOLO. COSÌ QUEL MERLUZZONE DEL MINISTRO DEGLI ESTERI SI È TRASFORMATO IN PIRANHA: HA MESSO AL MURO LA MELONI, MINACCIANDO IL VOTO DI SFIDUCIA SE LA SEPARAZIONE DELLE CARRIERE DEI MAGISTRATI, LEGGE SIMBOLO DEL BERLUSCONISMO, NON VIENE APPROVATA PRIMA DELLE ELEZIONI EUROPEE...