UNA CINESATA PER CHI NON SI PUÒ ANCORA PERMETTERE ALTRO - XI JINPING LANCIA LA NUOVA BORSA CINESE DI PECHINO: L'OBIETTIVO FAR CRESCERE LE SOCIETÀ HI-TECH CHE NON SONO ABBASTANZA GRANDI PER ESSERE QUOTATE ALTROVE, A SHANGHAI E SHENZHEN - NON È UN CASO CHE LA MOSSA DEL GOVERNO ARRIVI AL CULMINE DI UNA STRETTA REGOLATORIA SUI BIG DEL MERCATO DIGITALE, COLPITI DA UNA SERIE DI NUOVE LEGGI E MISURE ANTITRUST…

-

Condividi questo articolo


Lorenzo Lamperti per "La Stampa"

 

nuova borsa a pechino 4 nuova borsa a pechino 4

Piccole e medie imprese orientate all'innovazione. È a questa categoria di realtà economiche cinesi che è dedicata la nuova borsa di Pechino, che ha aperto ieri le contrattazioni.

 

Sono i cosiddetti "piccoli giganti", non abbastanza grandi per essere quotati altrove. La Cina ora si propone di offrire un porto sicuro alle pmi innovative, puntando a sua volta su un mercato dei capitali più stabile e sostenibile che possa dare uno slancio endogeno alla crescita.

 

nuova borsa a pechino 3 nuova borsa a pechino 3

I requisiti per la quotazione a Pechino sono più accessibili rispetto a quelli previsti per Shanghai e Shenzhen. Tra le 81 aziende quotate ce ne sono dieci al debutto. Al termine della seduta di ieri, secondo il portale China Securities Net, i dieci nuovi titoli sono aumentati in media del 199,8% rispetto al prezzo di emissione nella prima giornata di quotazioni. Più ondivago l'avvio delle 71 realtà affluite dal National Equities Exchange and Quotations.

 

nuova borsa a pechino 2 nuova borsa a pechino 2

L'87% delle aziende quotate nella capitale provengono dai settori della produzione avanzata, dei servizi high-tech e delle industrie strategiche emergenti. Non è un caso che la mossa del governo arrivi al culmine di una stretta regolatoria sui big del mercato digitale, colpiti da una serie di nuove leggi e misure antitrust.

 

nuova borsa a pechino 1 nuova borsa a pechino 1

Le restrizioni dello scorso luglio introducono un severo sistema di screening che di fatto ostacola o impedisce la loro quotazione a Wall Street. Seguendo la retorica sulla redistribuzione della ricchezza di Xi Jinping, Pechino sta cercando di predisporre un modello di crescita che possa garantire più spazio e fondi alle pmi, che rappresentano il 95% delle aziende e i principali datori di lavoro del paese ma che hanno spesso sofferto per i finanziamenti insufficienti.

 

Condividi questo articolo

business

È STATO DAVVERO UN “BLACK FRIDAY” – IERI LE BORSE EUROPEE HANNO BRUCIATO 390 MILIARDI DI CAPITALIZZAZIONE PER LA PAURA CHE LA VARIANTE “OMICRON” DEL COVID PORTI A NUOVE CHIUSURE CHE DISTRUGGEREBBERO L’ECONOMIA – IGNAZIO VISCO: “IL NUOVO INCREMENTO DI CONTAGI SPOSTA IN AVANTI LA PROSPETTIVA POST-PANDEMIA”. CHE FARANNO I BANCHIERI CENTRALI, CHE STAVANO PENSANDO DI RIALZARE I TASSI PER SCONGIURARE L’INFLAZIONE? LA RISPOSTA ARRIVA DAL PETROLIO, CHE IERI È CROLLATO DEL 10%...