FCA SMENTISCE, DAGOSPIA RIBADISCE - 'E' DESTITUITA DI OGNI FONDAMENTO LA NOTIZIA SECONDO CUI VITTORIO COLAO DOVREBBE SOSTITUIRE SERGIO MARCHIONNE, RECENTEMENTE SOTTOPOSTOSI AD UNA OPERAZIONE CHIRURGICA, ALLA GUIDA DI FCA' - '’COME GIÀ PIÙ VOLTE DICHIARATO, È PREVISTO CHE L'AVVICENDAMENTO AVVENGA A TEMPO DEBITO (FINE ANNO, NDR)''

-

Condividi questo articolo

MARCHIONNE CON GOLF E CRAVATTA MARCHIONNE CON GOLF E CRAVATTA

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) –

 

'E' destituita di ogni fondamento la notizia (circolata nel pomeriggio, ndr) secondo cui Vittorio Colao dovrebbe sostituire Sergio Marchionne, recentemente sottopostosi ad una operazione chirurgica, alla guida di Fca'. Lo indica a Radiocor un portavoce del gruppo automobilistico. 'Come gia' piu' volte dichiarato dalla societa', e' previsto che l'avvicendamento avvenga a tempo debito, con una soluzione interna a seguito di un preciso processo decisionale da tempo in atto', aggiunge.

 

VITTORIO COLAO VITTORIO COLAO

Nel pomeriggio di oggi il sito Dagospia ha pubblicato una notizia secondo la quale, 'assente dalle scene da un mese per una delicata operazione', Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fca, starebbe 'per mollare la guida' del gruppo automobilistico italo-statunitense. Secondo il sito, 'la persona candidata a sostituirlo e' Vittorio Colao, ex capo globale di Vodafone. Che ha parlato più di una volta con John Elkann (presidente di Fca e della controllante Exor, ndr)...', come e' riportato da Dagospia.

065 john elkann;lapo elkann nin 4786 065 john elkann;lapo elkann nin 4786

 

Condividi questo articolo

business

''COCAINA DI STATO'' - LUFTHANSA POTREBBE RIEMERGERE SIN TROPPO RINVIGORITA DALLA CRISI DA CORONAVIRUS? L'AZIENDA ANNUNCIA 2,1 MILIARDI DI PERDITE NEL PRIMO TRIMESTRE MA IN CASSA HA ANCORA 4 MILIARDI DI LIQUIDITÀ E IL GOVERNO NE HA STANZIATI 9. PER QUESTO L'ANTITRUST EUROPEO HA IMPOSTO DEI LIMITI (VENDITA DI SLOT) E IL RIVALE O'LEARY (RYANAIR) TUONA DA SETTIMANE CONTRO LA ''COCAINA DI STATO'' PER LA COMPAGNIA PARZIALMENTE RINAZIONALIZZATA CHE POTREBBE TRASFORMARLA IN UN CONCORRENTE IMBATTIBILE

SI PARTE CON UBI, SI CONTINUA CON MEDIOBANCA E SI FINIRA' CON IL  ''CORRIERE'' – LA SCALATA DI DEL VECCHIO A PIAZZETTA CUCCIA SI LEGA AL REGOLAMENTO DEI CONTI DEI POTERI ECONOMICI ITALIANI. DA UNA PARTE NAGEL-MESSINA-CIMBRI (CON "LA REPUBBLICA" DI JOHN ELKANN), DALL’ALTRA CAIRO-MUSTIER-DEL VECCHIO (CON ''IL CORRIERE") – L'INDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO CONSOLIDATO DI CAIRO RIFERIBILE A RCS E' DI 108,1 MILIONI. E POI DEVE RESTITUIRE 30 MILIONI DI FIDO A BANCA INTESA, CHE GLI FINANZIÒ L’OPA NEL 2016: NEI PROSSIMI MESI SCORRERA' SANGUE A MILANO…