ALLA FINE HA VINTO LABRIOLA – LA COMMISSIONE EUROPEA DÀ IL VIA LIBERA, SENZA CONDIZIONI, ALL’OFFERTA DEL FONDO AMERICANO KKR PER LA RETE DI TIM: PER BRUXELLES NON CI SONO “PREOCCUPAZIONI SOTTO IL PROFILO DELLA CONCORRENZA. KKR NON POTRÀ LIMITARE L’ACCESSO ALLE INFRASTRUTURE E IL NUMERO DI RETI E FORNITORI RIMARRÀ INVARIATO” – AZZERATE LE PERDITE IN BORSA, IL TITOLO CHIUDE IN RIALZO. E GIORGETTI GODE: “PREMIATA LA DECISIONE DEL GOVERNO, ANDIAMO VERSO IL CLOSING A BREVE…”

-

Condividi questo articolo


PIETRO LABRIOLA PIETRO LABRIOLA

Via libera Ue a Kkr per l'acquisizione della rete di Tim

(ANSA) - Via libera senza condizioni della Commissione europea all'offerta di acquisizione della rete fissa di Tim, Netco, da parte del fondo americano Kkr. Bruxelles ha concluso che "l'operazione non solleva preoccupazioni sotto il profilo della concorrenza".

 

La Commissione Ue ha esaminato l'impatto dell'operazione sul mercato all'ingrosso dei servizi di accesso alla banda larga in Italia e ha concluso che "l'operazione non ridurrebbe in modo significativo il livello di concorrenza".

 

RETE TIM - FONDO KKR RETE TIM - FONDO KKR

In particolare, Bruxelles evidenzia che "Kkr non avrà la capacità di limitare l'accesso ai servizi passivi, vale a dire le infrastrutture". Per ciascun prodotto all'ingrosso il numero di reti disponibili e di fornitori all'ingrosso - si legge nella nota diramata dall'esecutivo Ue - rimarrà invariato e il potere di mercato di NetCo non aumenterà sostanzialmente rispetto a quello che detengono attualmente Tim o FiberCop.

 

Gli accordi a lungo termine esistenti con diversi richiedenti l'accesso, tra cui Fastweb e Iliad, conclusi dopo la creazione di FiberCop nel 2021, "garantiscono inoltre che Kkr non potrà rendere meno favorevoli le condizioni di accesso" o porvi fine. L'operazione, evidenzia ancora Bruxelles, "non aumenterà la probabilità di un coordinamento tra NetCo e OpenFiber, dal momento che Fastweb continuerà a esercitare una pressione concorrenziale su NetCo e sulla sua concorrente di lunga data, Open Fiber".

 

PIETRO LABRIOLA PIETRO LABRIOLA

Inoltre, viene visto come "probabile" che NetCo e Open Fiber continuino a competere, sia per attrarre nuovi clienti sia per installare reti in fibra ottica, in nuove zone o in quelle dell'altra parte. Sul fronte dell'accordo quadro che regolerà i servizi (Msa) concordato da Kkr e Tim per disciplinare i rapporti tra NetCo e Tim a seguito dell'operazione, Bruxelles constata che "non è parte integrante dell'operazione" e "può tuttavia essere oggetto di un controllo sulla base delle norme antitrust Ue o dell'Italia nonché essere sottoposto a vigilanza regolamentare"

 

Tim azzera le perdite in Borsa e chiude in rialzo

(ANSA) -- Tim ha azzera le perdite a Piazza Affari, dopo che in corso di seduta era arrivata a cedere fino al 10%, e termina la giornata in rialzo dell'1,55% a 0,25 euro. Sul titolo sono scattate le ricoperture dopo che è arrivato il via libera senza condizioni alla cessione di Netco a Kkr

 

Giorgetti, 'su Tim premiata la decisione del governo'

PIETRO LABRIOLA PIETRO LABRIOLA

(ANSA) - "Accogliamo con grande soddisfazione il via libera senza condizioni della commissione europea sull'acquisizione di Netco da parte di Kkr: sbrogliata la storica matassa". Lo dichiara il ministro dell'economia e delle finanze Giancarlo Giorgetti commentando la decisione della Commissione europea sul dossier Tim. "E' un successo della strategia italiana e ora andiamo verso un closing a breve. E' stata premiata la decisione del governo - conclude Giorgetti - di partecipare all'operazione".

PIETRO LABRIOLA TIM PIETRO LABRIOLA TIM kravis kkr kravis kkr FONDO KKR FONDO KKR RETE TIM - FONDO KKR RETE TIM - FONDO KKR pietro labriola a Italian Tech Week pietro labriola a Italian Tech Week

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – RISIKO BESTIALE A BRUXELLES! URSULA VON DER LEYEN, NONOSTANTE I VETI DEL TRIO TUSK-MACRON-SCHOLZ, S’ALLISCIA LA MELONI PER BLOCCARE I FRANCHI TIRATORI TRA POPOLARI E SOCIALISTI. MA L’INCIUCIONE SARÀ RIVELATO DOPO IL VOTO: SE L’ITALIA INCASSERÀ UN COMMISSARIO DI PESO, FRATELLI D’ITALIA SI SARÀ APPECORONATO ALLA COFANA TEDESCA (E ALLORA SÌ CHE SALVINI E LE PEN INIZIERANNO A CECCHINARE LA “TRADITRICE” GIORGIA) – OCCHIO A MACRON: ANCHE SE INDEBOLITO PER L’AVANZATA DELLE DESTRE IN FRANCIA, DA “ANIMALE FERITO” PUÒ DIVENTARE UNA MINA VAGANTE