PIÙ PIL PER TUTTI! - LA COMMISSIONE EUROPEA RIVEDE AL RIALZO LE STIME SUL PRODOTTO INTERNO LORDO ITALIANO: CRESCERÀ DEL 6,2% QUEST’ANNO, POI DEL 4,3% NEL 2022. L’ANDAMENTO DELL’ECONOMIA TORNERÀ AI LIVELLI PRE-CRISI ENTRO LA METÀ DEL PROSSIMO ANNO - “IL PIL ITALIANO È DESTINATO A CONTINUARE AD ESPANDERSI, PUR INCONTRANDO VENTI CONTRARI NEL BREVE TERMINE…”

-

Condividi questo articolo


MARIO DRAGHI MARIO DRAGHI

(ANSA) - "Dopo il rimbalzo nella prima metà del 2021, il Pil italiano è destinato a continuare ad espandersi, pur incontrando alcuni venti contrari nel breve termine": lo scrive la Commissione Ue nelle previsioni economiche d'autunno, che vedono il Pil italiano a +6,2% quest'anno, prima che la crescita scenda al 4,3% nel 2022 e l'andamento dell' economia torni ai livelli pre-crisi "entro la metà del prossimo anno". In estate la Commissione aveva previsto per l'Italia un aumento del Pil del 5% nel 2021 e del 4,2% nel 2022.

mario draghi ursula von der leyen mario draghi ursula von der leyen PAOLO GENTILONI E MARIO DRAGHI PAOLO GENTILONI E MARIO DRAGHI MARIO DRAGHI DANIELE FRANCO MARIO DRAGHI DANIELE FRANCO

 

Condividi questo articolo

business