DI PRADA IN FIGLIO - PATRIZIO BERTELLI, AD DI PRADA, POTREBBE LASCIARE IL VERTICE DELLA SOCIETÀ AL FIGLIO LORENZO TRA 3 O 4 ANNI. L’INDISCREZIONE GLI È “SCAPPATA” ALL’INVESTOR DAY, SALVO POI MINIMIZZARE “AVENDO 75 ANNI È GIUSTO PENSARE A COSA PUÒ ACCADERE” – MA GIÀ I PRIMI MOVIMENTI IN CASA PRADA CI SONO: MIUCCIA HA TRASFERITO LA NUDA PROPRIETÀ DELLE SUE AZIONI AI FIGLI MENTRE LA SOCIETÀ PUNTA AI 4.5 MILIARDI DI RICAVI NEL MEDIO TERMINE E AD ACQUISIZIONI MIRATE PER…

-

Condividi questo articolo


Maddalena Camera per "il Giornale"

 

patrizio e lorenzo bertelli patrizio e lorenzo bertelli

Patrizio Bertelli, ad di Prada, potrebbe lasciare il vertice della società fra 3 o 4 anni a favore del figlio Lorenzo, già presente nel board della società e responsabile di marketing & responsability. Il patron, artefice del successo, insieme alla moglie co-ad e stilista Miuccia, della maison di moda quotata a Hong Kong che capitalizza circa 15 miliardi di euro, si fa scientemente sfuggire l'indiscrezione in occasione dell'Investor day, il secondo dall'Ipo del 2011. Poi minimizza, motivando che «avendo 75 anni è giusto pensare a cosa può accadere».

 

patrizio bertelli e miuccia prada patrizio bertelli e miuccia prada

Vero è che già nel maggio scorso in occasione del rinnovo del cda Miuccia Prada ha trasferito la nuda proprietà delle sue azioni, che costituiscono la quota di controllo del gruppo (all'80% in mano alla famiglia), ai figli Lorenzo e Giulio. La società punta a una crescita solida che porterà il fatturato a 4,5 miliardi di euro nel medio termine. Ossia il 40% in più rispetto ai 3,2 miliardi del 2019 pre-pandemia, con un obiettivo di margine lordo di circa il 20%. Certo il Covid ha accelerato alcune dinamiche con le vendite online salite al 7%. Il gruppo prevede il raddoppio di questo business nel medio periodo e un incremento della produttività delle vendite nei negozi diretti del 30-40%.

lorenzo e patrizio bertelli lorenzo e patrizio bertelli

 

Per raggiungere questi obiettivi è stata annunciata una nuova strategia che è focalizzata sulla distribuzione diretta per aumentare la produttività dei negozi e la penetrazione dell'online. La società si pone anche obiettivi ambiziosi nel campo della sostenibilità con la riduzione delle emissioni di gas serra del 42% al zie ai negozi Prada e Miu Miu sparsi non solo in Europa ma anche negli Usa e in Asia (mercati che hanno trainato la crescita) sono cresciute del 18% sul 2019, portando un ulteriore miglioramento della redditività mentre la posizione finanziaria netta è ormai prossima allo zero.

patrizio bertelli e miuccia prada patrizio bertelli e miuccia prada

 

Nella visione di Patrizio Bertelli, Prada si propone come un aggregatore e dopo l'acquisto di Filati Biagioli Modesto con Zegna non vengono escluse nuove acquisizioni nella manifattura per controllare tutti i processi della produzione. Tanto che proprio nelle fabbriche verranno investiti 70 milioni con nuove assunzioni tra Toscana nel tessile e Marche per le calzature di 200 persone. E poi c'è lei, Miuccia Prada la stilista che ha firmato la scorsa collezione con Raf Simons e che non vuole parlare di lusso ma di qualità e bellezza. Inoltre il gruppo - ha detto Lorenzo Bertelli - potrebbe essere interessato al progetto di Richemont per la cessione di Yoox Net a Porter.

 

lorenzo bertelli 7 lorenzo bertelli 7

Intanto, nel terzo trimestre 2021 le vendite al dettaglio grazie ai negozi Prada e Miu Miu sparsi non solo in Europa ma anche negli Usa e in Asia (mercati che hanno trainato la crescita) sono cresciute del 18% sul 2019, portando un ulteriore miglioramento della redditività mentre la posizione finanziaria netta è ormai prossima allo zero. Nella visione di Patrizio Bertelli, Prada si propone come un aggregatore e dopo l’acquisto di Filati Biagioli Modesto con Zegna non vengono escluse nuove acquisizioni nella manifattura per controllare tutti i processi della produzione. Tanto che proprio nelle fabbriche verranno investiti 70 milioni con nuove assunzioni tra Toscana nel tessile e Marche per le calzature di 200 persone.

lorenzo bertelli 4 lorenzo bertelli 4 patrizio bertelli e miuccia prada patrizio bertelli e miuccia prada lorenzo bertelli 1 lorenzo bertelli 1 lorenzo bertelli 2 lorenzo bertelli 2 bertelli bertelli Patrizio Bertelli Patrizio Bertelli patrizio bertelli patrizio bertelli patrizio bertelli miuccia prada patrizio bertelli miuccia prada lorenzo bertelli 5 lorenzo bertelli 5 patrizio bertelli e miuccia prada patrizio bertelli e miuccia prada lorenzo bertelli 3 lorenzo bertelli 3 lorenzo bertelli 6 lorenzo bertelli 6

 

Condividi questo articolo

business

È STATO DAVVERO UN “BLACK FRIDAY” – IERI LE BORSE EUROPEE HANNO BRUCIATO 390 MILIARDI DI CAPITALIZZAZIONE PER LA PAURA CHE LA VARIANTE “OMICRON” DEL COVID PORTI A NUOVE CHIUSURE CHE DISTRUGGEREBBERO L’ECONOMIA – IGNAZIO VISCO: “IL NUOVO INCREMENTO DI CONTAGI SPOSTA IN AVANTI LA PROSPETTIVA POST-PANDEMIA”. CHE FARANNO I BANCHIERI CENTRALI, CHE STAVANO PENSANDO DI RIALZARE I TASSI PER SCONGIURARE L’INFLAZIONE? LA RISPOSTA ARRIVA DAL PETROLIO, CHE IERI È CROLLATO DEL 10%...