GLI ULTIMI SEGRETI DI STEVE JOBS - DURANTE IL CONTENZIOSO TRA APPLE E EPIC GAMES, LA COMPAGNIA DI VIDEOGIOCHI NOTA PER AVER SVILUPPATO “FORTNITE”, SONO EMERSI DEI DOCUMENTI RISALENTI ALL’AGOSTO DEL 2007 CHE MOSTRAVANO I PROGETTI DI STEVE JOBS PER ALCUNI PRODOTTI MAI USCITI – DALLA APPLE TV CON NETFLIX AL MAXI MACBOOK AIR E L’IPOD SUPER NANO, NON E’ ANCORA CHIARO SE SI TRATTA DI NOMI IN CODICE OPPURE DI VERI E PROPRI PRODOTTI CHE NON HANNO VISTO LA LUCE DEL SOLE…  

-

Condividi questo articolo


 

Alessio Lana per www.corriere.it

 

PRODOTTI MAI VISTI

documenti apple con annotazioni steve jobs 1 documenti apple con annotazioni steve jobs 1

Difficilmente troverete su queste pagine le recensioni del Mac Tablet, dell'iPod Super nano o del MacBook Air da 15 pollici e il motivo è semplice. Non esistono. Sono tutti progetti ideati da Steve Jobs ma mai messi in pista da Apple e sono riemersi dopo 14 anni durante il contenzioso tra Apple e Epic Games, la mamma di Fortnite.

 

documenti apple con annotazioni steve jobs 2 documenti apple con annotazioni steve jobs 2

LE ANNOTAZIONI DI JOBS

I documenti scritti al computer ma annotati a mano dal fondatore della Mela risalgono all'agosto 2007, esattamente due mesi prima del lancio dell'iPhone, e sono stati pubblicati dal profilo Twitter Internal Tech Emails. La lunga lista offre uno sguardo privilegiato sui prodotti in uscita tra cui spuntano diverse primizie. A noi lettori italiani farà specie vedere che già si parlava di un'Apple Tv con Netflix visto che il servizio nato sotto altra forma nell'agosto '97 sarebbe sbarcato da noi solo nel 2015.

steve jobs macbook air steve jobs macbook air

 

IL GRANDE MACBOOK AIR

Le vere chicche però iniziano dal MacBook Air da 15 pollici, forma extralarge dell'ultraportatile della Mela che finora non ha mai visto la luce. Nel 2008 sarebbe stata lanciata la versione da 13 pollici affiancata poi, nel 2010, dall'11 pollici. Di questo ibrido che unirebbe la leggerezza dell'Air allo schermo del fratello maggiore Pro non si è finora vista neanche l'ombra e i modelli attuali sono ancora «fermi» al 13 pollici.

steve jobs ipad steve jobs ipad

 

IL MAC TABLET

Eccoci poi a un altro ibrido che è morto sul nascere: il Mac Tablet. Difficile definirlo. Potrebbe essere semplicemente un nome in codice per l'iPad che sarebbe nato solo tre anni dopo, nel 2010, oppure un prodotto che mescolava la potenza dei Mac alla praticità di una tavoletta. Al momento non è dato sapere visto che l'iPad uscì in una forma del tutto diversa: era più un maxi iPhone che un mini MacBook.

 

steve jobs ipod steve jobs ipod

L’IPOD SUPER NANO

Da ultimo incontriamo il dispositivo con il nome più divertente, l'iPod Super nano. Previsto per il 2008 per prezzo di 199 dollari, avrebbe dovuto affiancare la ricca linea di lettori mp3 della Mela. Il Classic era uscito nel 2001 cambiando per sempre il mondo musicale ed era stato seguito da Mini (2004), Shuffle (2005), Nano (2005) e Touch (2007). Non è chiaro cosa indichi questo Super nano, se un prodotto ibrido tra Nano e Shuffle o magari una definizione in codice per la terza generazione del Nano che sarebbe uscita un mese dopo questi documenti. Il nome però è indimenticabile.

FLOPPY DISK FIRMATO DA STEVE JOBS FLOPPY DISK FIRMATO DA STEVE JOBS steve jobs 3 steve jobs 3 laurene powell e steve jobs 2 laurene powell e steve jobs 2 steve jobs 2 steve jobs 2 steve jobs 1 steve jobs 1 steve e lisa jobs steve e lisa jobs steve jobs 4 steve jobs 4 steve jobs 6 steve jobs 6 steve jobs steve jobs

 

Condividi questo articolo

business

LA SINISTRA RIPARTA DA MARGHERITA AGNELLI – “IL FATTO”: “ORMAI VA DETTO. LA MADRE DI JOHN, LAPO E GINEVRA ELKANN VA ANNOVERATA TRA LE EROINE DEL SOCIALISMO ITALIANO, TIPO ANNA KULISCIOFF O MARIA GOIA. A DIFFERENZA DELLE MADRINE DEL MOVIMENTO, MARGHERITA LAVORA DIETRO LE LINEE NEMICHE, DOVE, CON INCISIVE AZIONI DI SABOTAGGIO, PROVA A MOSTRARE AL PROLETARIATO DI CHE LACRIME GRONDI E DI CHE SANGUE IL POTERE CHE LO OPPRIME E QUALI SIANO I SENTIMENTI E LA MORALITÀ DI CUI SI NUTRONO LE BELLE FAMIGLIE DEL CAPITALISMO ITALIANO…”

VIVENDI E LASCIA VIVERE – È DAVVERO PACE TRA BERLUSCONI E BOLLORE’: FIRMATO L’ACCORDO CHE METTE FINE ALLE CONTROVERSIE TRA MEDIASET E VIVENDI – FININVEST ACQUISISCE LA METÀ DELLE QUOTE DEI FRANCESI (IL 5%) E TORNA SOPRA IL 50% DEL BISCIONE - ORA ORA CHE MEDIASET È FUORI DALLO STALLO PUÒ RIPARTIRE DAL PROGETTO MFE.  IL PROSSIMO PASSO SARÀ IL TRASFERIMENTO AD AMSTERDAM, CHE CHIUSI GLI ADEMPIMENTI BUROCRATICI DOVREBBE REALIZZARSI NELLA SECONDA METÀ DI SETTEMBRE. E POI…