VAFFANBANKA! – BLOOMBERG SGANCIA LA BOMBA: UNICREDIT STA VALUTANDO IL TAGLIO DI 10MILA POSTI DI LAVORO. GLI ESUBERI  RIGUARDANO SIA L’ITALIA CHE L’ESTERO E DOVREBBERO RIENTRARE NEL NUOVO PIANO STRATEGICO E SONO ANCORA SOTTO ESAME – MUSTIER SI TRINCERA DIETRO UN NO COMMENT, MENTRE IL SEGRETARIO DELLA FABI SILEONI S’INCAZZA: “STAVOLTA SI FA A CAZZOTTI”...

-

Condividi questo articolo

 

unicredit unicredit

 

Da www.ilsole24ore.com

 

UniCredit starebbe valutando il taglio fino a 10mila posti di lavoro e una riduzione dei costi operativi. Misure che rientrano nel nuovo piano strategico (che verrà presentato al mercato il prossimo dicembre).

JEAN PIERRE MUSTIER JEAN PIERRE MUSTIER

 

A riportare l'indiscrezione è l'agenzia Bloomberg. I numeri finali della riduzione della forza lavoro, aggiunge l'articolo, sono ancora sotto esame e potrebbero essere molto più bassi. I tagli coinvolgeranno sia il personale in Italia - dove il gruppo bancario ha il maggior numero di dipendenti – sia gli altri Paesi.

 

jean pierre mustier con elkette l alce peluche di mustier jean pierre mustier con elkette l alce peluche di mustier

L'istituto guidato da Jean Pierre Mustier sta anche valutando una riduzione di altre spese operative fino al 10%. UniCredit, contatto in merito, non ha Da banca “no comment”commentato le indiscrezioni.

 

«Messaggio a Jean Pierre Mustier, ceo di Unicredit: se queste indiscrezioni fossero confermate stavolta si fa a cazzotti e se serve useremo altro» Così all’Ansa Lando Sileoni, segretario generale della Fabi, il sindacato più rappresentativo in ambito bancario.

jean pierre mustier con elkette l alce peluche di mustier jean pierre mustier con elkette l alce peluche di mustier jean pierre mustier con elkette versione disegno jean pierre mustier con elkette versione disegno unicredit unicredit

 

Condividi questo articolo

business