CAFONALINO – POPOLIZIO SOVRANO AL TEATRO ARGENTINA. L’ATTORE E REGISTA PORTA A ROMA IL “NEMICO DEL POPOLO” DI IBSEN E TRAVAGLIO SFOGGIA LA FIDANZATA GIORGIA SALARI. A FAR LORO CONCORRENZA C’È SOLO LA COPPIA PIÙ “STRACULT” DI ROMA, ANDREA DELOGU E FRANCESCO MONTANARI – CONCITA DE GREGORIO CON PIGI BATTISTA, PATRONI GRIFFI, MICHELA PANDOLFI: ECCO CHI C’ERA ALLA PRIMA

-

Condividi questo articolo

locandina locandina

Foto di Luciano Di Bacco per Dagospia

 

Un nemico del popolo Popolizio: «Chi lotta per la verità resta solo»

Katia Ippaso per “il Messaggero”

 

Immaginiamo un paese sperduto dell' Alaska o una piccola comunità del Tennessee. Un villaggio fuori dal nostro mondo, che richiama Dogville di Lars von Trier. È in questo minuscolo, concentrazionario universo che Massimo Popolizio ambienta la sua ballata blues, destinando a se stesso il ruolo del protagonista, quel Nemico del Popolo su cui Ibsen costruì nel 1882 un' opera teatrale che è anche un trattato di filosofia politica.

andrea delogu francesco montanari andrea delogu francesco montanari

 

«Attraverso le parole del protagonista, Ibsen ci fa comprendere la differenza tra principi democratici e maggioranza» racconta Massimo Popolizio. «La democrazia è per il popolo ma non necessariamente viene dal popolo». Discorso sofisticato e di forte presa sul presente, che nello spettacolo si dipana attraverso il conflitto tra due fratelli, il medico Thomas Stockmann (Popolizio) e il sindaco della cittadina, Peter, interpretato da Maria Paiato.

tiziana etruschi tiziana etruschi

 

«Conosco Maria dai tempi dell' Accademia Silvio D' Amico, da tempo desiderava recitare un personaggio maschile. Sulla scena, non scimmiotta un uomo, ma del potere maschile incarna il lato compromissorio, opaco. Mentre il fratello medico vorrebbe denunciare l' inquinamento delle acque termali, il sindaco cerca di coprire gli interessi della maggioranza».

giorgia sAlari e marco travaglio giorgia sAlari e marco travaglio

 

Sotto accusa anche il quarto potere, rappresentato dal direttore della gazzetta locale che vuole insabbiare la notizia: «Thomas avrà tutti contro» conclude Popolizio. «Chi combatte per la verità resta solo, ma restare soli ci rende forti».

 

Teatro Argentina, Largo di Torre Argentina 52. In scena fino al 28 aprile

moira mazzantini moira mazzantini roberta carlotto roberta carlotto marco giusti marco giusti andrea delogu andrea delogu guido torlonia guido torlonia michela pandolfi michela pandolfi paola e vittorio zincone paola e vittorio zincone gabriella bontempo gabriella bontempo teresa saponangelo e silvana devidovic teresa saponangelo e silvana devidovic marco e massimo mazzotta marco e massimo mazzotta filippo patroni griffi e simona filippo patroni griffi e simona fabio grossi fabio grossi andrea delogu e francesco montanari andrea delogu e francesco montanari massimo gaudioso marco giusti massimo gaudioso marco giusti maria rosaria omaggio maria rosaria omaggio piero maccarinelli e roberta carlotto piero maccarinelli e roberta carlotto vittorio zincone vittorio zincone concita de gregorio pierluigi battista concita de gregorio pierluigi battista marco travaglio marco travaglio daniele pecci daniele pecci stefania dennerlain michela pandolfi stefania dennerlain michela pandolfi claudia ali desiree colapietro petrini claudia ali desiree colapietro petrini pierluigi battista pierluigi battista pubblico pubblico

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

“FCA IN TRATTATIVE AVANZATE PER UN'ALLEANZA CON RENAULT" - IL "FINANCIAL TIMES" SGANCIA LA BOMBA E PARLA DI UN NEGOZIATO CHE DAREBBE VITA AL MAGGIORE PRODUTTORE MONDIALE DI AUTOMOBILI – L’AD DI "FCA" MANLEY: "APERTI A VALUTARE TUTTE LE PROPOSTE FAVOREVOLI CHE SI PRESENTERANNO" - NEL CASO IN CUI FCA DOVESSE ENTRARE NELL'ALLEANZA REANULT-NISSAN-MITSUBISHI, LA BILANCIA DEL POTERE ALL'INTERNO DELLA PARTNERSHIP SI SPOSTEREBBE DAL GIAPPONE VERSO L'EUROPA, "PORTANDO AL TAVOLO JOHN ELKANN", SCRIVE "FT" – LA FIOM-CGIL: IL GOVERNO APRA UN TAVOLO CON IL LINGOTTO E I SINDACATI

cronache

LO SCHIFO E LA VIOLENZA A NOVARA – “IL PICCOLO LEONARDO MARTORIATO IN CASA”, DALLA MADRE NEANCHE UNA LACRIMA – IL BIMBO E’ STATO RIEMPITO DI BOTTE: FRATTURE ALLE MANDIBOLE, AL BACINO, EMATOMI AL PETTO E IL FEGATO SCOPPIATO - ARRESTATI LA DONNA E IL COMPAGNO: LEI È INCINTA. IN APRILE IL BIMBO ERA GIÀ FINITO IN OSPEDALE – L’UOMO, COCATO E CON PRECEDENTI PER VIOLENZA SESSUALE: “HO LA COSCIENZA PULITA” – SALVINI TWITTA: “MALEDETTI. PERCHÉ METTERLO AL MONDO SE NON SI È IN GRADO DI AMARE?”

sport

cafonal

viaggi

salute