1. DOPO L'INCURSIONE A GAMBA TESA CON ABBRACCIO FINALE NELLA PRESENTAZIONE DEL BEST-SELLER DI BISIGNANI, SECONDA PUNTATA DEL FRECCERO-SHOW A CAPALBIO-LIBRI 2. ZITTITA LA CONSIGLIERA RAI IN QUOTA PDL, LUISA TODINI, FRECCERO NON HA RISPARMIATO NESSUNO: DALLA TARANTOLA CHE SEMBRA “MONTI CON LA PARRUCCA” A CAIRO CHE PUBBLICA RIVISTE COME “GIALLO” E "MIRACOLI" E “POI SI CAPISCE PERCHÉ SCEGLIE CERTA GENTE A LA7” (E L’INTERVISTATRICE ERA MYRTA MERLINO). SULLA SANGUINARIA MARIA DE FILIPPI: “’C'È POSTA PER TE’ È IL NOSTRO CENSIS PER CAPIRE IL NOSTRO DEGRADO” 3. APOTEOSI: “E IO MI SONO ROTTO I COGLIONI DI SENTIRE DIRE CHE BERLUSCONI È UNA VITTIMA. UN DITTATORE! HA FATTO IN RAI COSE NEFASTE E VERGOGNOSE E BISOGNA GRIDARLO” 4. “GLI PERDONIAMO LE DONNE, L'EVASIONE, MA COMPRARE I SENATORI NO”. E LA PLATEA CATTO-RADICAL-SNOB (IN PRIMA FILA FABIANO FABIANI) HA RAGGIUNTO L'ORGASMO

Condividi questo articolo


  • DAGOREPORT

    MYRTA MERLINO E CARLO FRECCERO A CAPALBIOLIBRIMYRTA MERLINO E CARLO FRECCERO A CAPALBIOLIBRI

    Fuochi d'artificio ieri in piazzetta a Capalbio. Petardi e bombe carta lanciate sul pubblico senza tanti scrupoli da un Carlo Freccero senza freni inibitori e in grande forma, al punto da rendere quasi inutile la presenza di Luisa Todini, consigliere Rai in quota Pdl, e faticoso il lavoro della brava Myrta Merlino, chiamata a moderare l'immoderabile.

    LUISA TODINI E CARLO FRECCERO A CAPALBIOLIBRILUISA TODINI E CARLO FRECCERO A CAPALBIOLIBRI

    Seconda puntata, dunque, del Freccero-show. Dopo l'incursione a gamba tesa nella presentazione de "L'uomo che sussurra ai potenti" di Luigi Bisignani, sabato scorso, nel corso di Capalbio Libri 2013, ieri, l'ex direttore di Rai 4, fresco pensionato di mamma-Rai, si è guadagnato di nuovo il palco di Capalbio Libri con il suo libro "Televisione". Un one man show quello di Freccero che dopo aver seguito la scaletta della serata, e i ritmi dettati dalla Merlino, ha buttato letteralmente all'aria l'impianto della presentazione e ha promesso "sangue".

    IL LIBRO DI CARLO FRECCERO A CAPALBIOLIBRIIL LIBRO DI CARLO FRECCERO A CAPALBIOLIBRI

    Dalla Tarantola, che sembra "Monti con la parrucca", a Cairo che pubblica riviste come "Giallo" e "Miracoli" e "poi si capisce perché sceglie certa gente a La 7", Freccero non ha risparmiato nessuno.

    "Lasciatemi fare", ha detto, guadagnandosi il centro del palco e puntando diretto alla Todini che cercava di giustificare le scelte televisive della Rai con l'idea che in fondo il pubblico vuole questo e poi c'è sempre il telecomando per cambiare canale.
    Un'affermazione che abbiamo già sentito nei giorni scorsi da Barbara D'Urso, sempre nella stessa piazza e durante la stessa manifestazione, a giustificazione di quella tv nazional-popolare che la vede regina, dopo l'imperatrice Maria De Filippi.

    CARLO FRECCERO A CAPALBIOLIBRI CON LUISA TODINI E MYRTA MERLINOCARLO FRECCERO A CAPALBIOLIBRI CON LUISA TODINI E MYRTA MERLINO

    "C'è posta per te", invece, per Freccero, "è il nostro Censis per capire il nostro degrado", così come Maria De Filippi (un genio!) è dago-soprannominata "la Sanguinaria".
    All'inizio però la tv commerciale, ammette ancora Freccero, "era dopamina", "una carica di energia pura".

    Ma le cose cambiano, così come il Silvio Berlusconi visionario di fine anni '70 che ha ingaggiato un giovane Freccero, allora ricercatore universitario, è ben diverso da quello dell'editto bulgaro: "un dittatore". "E io mi sono rotto i coglioni di sentire dire che è una vittima. Ha fatto in Rai cose nefaste e vergognose e bisogna gridarlo", ha detto, non deludendo le aspettative del pubblico in piazza, elettrizzato e plaudente.

    CARLO FRECCERO A CAPALBIOLIBRICARLO FRECCERO A CAPALBIOLIBRI

    "Gli perdoniamo le donne, l'evasione, ma comprare i senatori no". E la platea radical-snob catto-comunista (in prima fila Fabiano Fabiani) ha raggiunto l'orgasmo.
    Inutile a questo punto per la Todini tentare la risalita. Freccero si è preso il suo picco di share e anche Capalbio Libri.

     

     

    Condividi questo articolo

    FOTOGALLERY

    media e tv

    politica

    business

    cronache

    sport

    cafonal

    CAFONAL MONSTRE! – UN BOMBARDAMENTO DI ZIGOMI RIGONFI E COLATE DI BOTOX HANNO INVASO LA FESTA DI COMPLEANNO DI GIACOMO URTIS. PER FESTEGGIARE I 44 ANNI DEL CHIRURGO DEI VIP SI SONO RITROVATI LA PRINCIPESSA FAKE LULÙ SELASSIÉ, SANDROCCHIA MILO CON LE GUANCE SMALTATE CHE FACEVANO SCOPA CON QUELLE DI CARMEN RUSSO. NELLA GALLERIA DEGLI ORRORI FINISCONO PER DIRETTISSIMA LA GIACCA IN PELLE DI MASSIMO BOLDI, I CAPELLI DI GIUCAS CASELLA E… - LE PRIMAVERE SFIORITE DELLA CALDONAZZO E IL MISTERO DELLA COTONATISSIMA MARIA MONSE'

    viaggi

    salute