CAFONALINO AL BAR - UN PAESINO DI PROVINCIA, UNA PUPA IN CALORE, UN BAR ED IL GIOCO È FATTO - A BAGNOLO MELLA, 12 MILA ANIME IN PROVINCIA DI BRESCIA, SCOPPIA IL CASO DELLA SEXY BARISTA: MINIGONNA E TACCO A SPILLO, LAURA MAGGI METTE IN BELLA MOSTRA LE SUE GRAZIE E SU FACEBOOK RACCOGLIE QUASI 4 MILA FAN - TRA UNA MOINA E UN SORRISO MALIZIOSO IL LOCALE È SEMPRE PIENO (DI UOMINI) - LE DONNE DEL PAESE CORRONO DALLA SINDACHESSA: “L'ORDINE PUBBLICO È A RISCHIO”…

Condividi questo articolo


Alessandra Troncana per il "Corriere della Sera"

LAURA MAGGI NEL SUO SEXY BARLAURA MAGGI NEL SUO SEXY BAR

«Si dice che al cugino di una gli ha fatto certe moine». «Mica Laura nel suo bar solo a quello lì, sai. Anche a un altro, certo, una volta gli ha fatto vedere tutte le sue foto osè, quelle del calendario». «Anche al fidanzato di quella bella ragazza che lavora in città, l'altra sera gli ha permesso di baciarla».

IL SEXY BAR DI LAURA MAGGI jpegIL SEXY BAR DI LAURA MAGGI jpeg

Andate a Bagnolo Mella. Avvicinate una signora, una qualsiasi. Mi scusi signora, dove si trova il bar di Laura Maggi? Ma come, risponderà basita, anche lei va al bar di Laura Maggi? Sì, rispondete di sì. Scatenerete l'ira di un intero paese. Delle donne di un intero paese. Mogli, fidanzate, zitelle. Soprattutto zitelle. Eppure il bar di Laura Maggi ha un nome così chic, che fa tanto Parigi: Le café. «Fossero solo i caffè», commentano stizzite le donne. Già. Ci sono anche i vodka-tonic. Al venerdì sera, se ne vendono, di vodka-tonic, al bar di Laura Maggi.

IL SEXY BAR DI LAURA MAGGI jpegIL SEXY BAR DI LAURA MAGGI jpeg

Forse perché sono squisiti. O forse perché «quella lì» il vodka-tonic lo serve sfoggiando un lembo di tessuto che chiama vestito, 30 centimetri di stoffa (millimetro più, millimetro meno) e trampoli che manco l'ultima sfilata di Jean Paul Gaultier.

Forse perché alle pareti del bar non sono appese riproduzioni di Matisse ma i calendari in cui Laura, ogni anno, si fa ritrarre in pose vuoi bucoliche, vuoi metropolitane, vuoi naif. Svestita. Il bar è sempre pieno, ovvio. Di uomini. E Bagnolo Mella è la Sant'Ilario cantata da De Andrè, con le signore adirate contro Bocca di rosa , pardon Laura Maggi. Le cui gesta echeggiano ben oltre il paese. A Bagnolo, invece, volano su facebook.

IL SEXY BAR DI LAURA MAGGI jpegIL SEXY BAR DI LAURA MAGGI jpeg

Laura non fa in tempo a sfoggiare un abito argento, che è già pubblicato sul wall del gruppo Gli amici di Maggi Laura con i suoi 3mila e 543 adepti. Laura non fa in tempo a realizzare un calendario che il mese di gennaio è già postato. Per non parlare dei commenti alla gonna da collegiale. Sexy, certo. Un galantuomo, forse un letterato, scrive «Tanta bella roba! Mmmm». Un appassionato d'arte, forse un mecenate, pensa subito al Canova: «Sculturaaaaaa». Un altro chiede se Laura tornerà mai alla fiera di Montichiari.

IL SEXY BAR DI LAURA MAGGI jpegIL SEXY BAR DI LAURA MAGGI jpeg

Nel frattempo, la buona fede riposta negli uomini si dilegua. Impossibile credere quando ti dicono che la donna è sensuale se sussurra, se si vela. Ma sì, ti dici, i pantaloni a vita alta sono meglio della minigonna. Sai quali fantasie possono suscitare? Chiedetelo a Bagnolo, cosa ne pensino dei pantaloni a vita alta. «Qui i pantaloni a vita alta non sanno più cosa siano», lamenta il sindaco Cristina Almici.

«Ormai del paese si conosce solo il sexy bar». Le cittadine sono piuttosto agitate. «Solo? Direi furiose! Si sono persino rivolte ai carabinieri». Addirittura? «Certo. La signora Maggi è stata convocata al Comando. E ammonita verbalmente». Qualcuno le avrà pur dato il permesso di lavorare fino a notte fonda. «L'autorizzazione ce l'ha, ma che ne sapevo che avrebbe servito cocktail vestita così? Mi dia il tempo, sto pensando a un provvedimento. Qui l'ordine pubblico è andato a farsi benedire».

IL SEXY BAR DI LAURA MAGGI jpegIL SEXY BAR DI LAURA MAGGI jpegIL SEXY BAR DI LAURA MAGGI jpegIL SEXY BAR DI LAURA MAGGI jpeg

 

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY

media e tv

politica

FIATO ALLE TOMBE! L’ITALIA RIAPRE! – TUTTO QUELLO CHE DOVETE SAPERE PER RICOMINCIARE A VIVERE DAL 26 APRILE: VIA LIBERA AGLI SPOSTAMENTI TRA REGIONI DELLO STESSO COLORE, MENTRE CI VORRÀ UN PASS PER ANDARE IN AREE DI COLORE DIVERSO – TORNA IL GIALLO RINFORZATO. IL COPRIFUOCO RIMANE ALLE 22, MA BAR E RISTORANTI CON TAVOLI ALL'APERTO RIMANGONO APERTI PURE LA SERA. PER GLI ALTRI LOCALI LA DATA DELLA LIBERAZIONE SCATTERÀ IL 1 GIUGNO. COME PER LE PALESTRE - CINEMA, TEATRI E I MUSEI AL 50% DELLA CAPIENZA E…

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute