CAFONALINO PROFUMATO - ALLA PRESENTAZIONE A MILANO DI “PARCO1923”, IL PROFUMO DEL PARCO NAZIONALE D’ABRUZZO, ACCORRONO TUTTI: DA LAPO ELKANN A MAURIZIO CATTELAN, DA GIOVANNI CACCAMO A DAVIDE OLDANI, DA FRANCESCO MANDELLI A FABIO NOVEMBRE

Condividi questo articolo


vitale morosi vitale morosi

Il profumo PARCO1923 sbarca finalmente a Milano: l'essenza nata dall'idea di Paride Vitale e Ugo Maria Morosi e realizzata con le piante tipiche del Parco Nazionale D'Abruzzo, è in vendita in esclusiva in 10 Corso Como.

 

Proprio nel celebre store si è svolto un brunch di presentazione tra amici, stampa e volti noti: a farsi conquistare dalle essenze di PARCO1923 (profumo corpo, ambiente e saponetta) anche Maurizio Cattelan, Paola Marella, Francesco Mandelli, Giovanni Caccamo, Fabio Novembre, Davide Oldani, Lapo Elkan, Fabio Novembre e il presidente del Parco Nazionale d'Abruzzo Antonio Carrara.

saturnino vitale elkan saturnino vitale elkan saturnino oldani saturnino oldani paride vitale ugo maria morosi paride vitale ugo maria morosi antonio carrara presidente parco nazionale d abruzzo antonio carrara presidente parco nazionale d abruzzo caccamo marella caccamo marella corso como 10 corso como 10 corso como 10 corso como 10 davide oldani davide oldani elkan vitale elkan vitale fabio novembre fabio novembre francesco mandelli francesco mandelli giovanni caccamo giovanni caccamo mandelli saturnino mandelli saturnino matteo curti matteo curti profumo2 profumo2

 

maurizio cattelan maurizio cattelan morosi marella vitale morosi marella vitale paola manfrin paola manfrin parco1923 parco1923 paride vitale paride vitale profumo profumo

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

L’INSOSTENIBILE PESANTEZZA DEI NO VAX – MELANIA RIZZOLI ANALIZZA IL COSTO EMOTIVO DEI MEDICI CHE DEVONO LOTTARE CON CHI RIFIUTA LE CURE: “CIASCUN PAZIENTE RICOVERATO IN TERAPIA INTENSIVA COSTA DAI 2.800 AI 3.300 EURO. PECCATO CHE IN QUESTA LISTA DI PRESTAZIONI EFFETTUATE E ANDATE A BUON FINE NON SI POSSA INCLUDERE IL COSTO EMOTIVO, QUELLO DI STRESS, DI FATICA E DI CONFLITTUALITÀ MORALE DI TUTTO IL PERSONALE SANITARIO CHE HA CONTRIBUITO A GUARIRE QUEL MALATO RETICENTE, OSTINATO, IGNORANTE E INDUBBIAMENTE FORTUNATO…”