CHI SALVERÀ “L’UNITÀ”? - LA PROCURA DI ROMA DICE NO AL CONCORDATO CHE EVITEREBBE IL FALLIMENTO DI NUOVA INIZIATIVA EDITORIALE, ATTUALE PROPRIETARIA DELLA TESTATA - PER I PM LA PROPOSTA DI GUIDO VENEZIANI E’ INADEGUATA

I rilievi della Procura non sono vincolanti perché alla fine sarà il giudice del tribunale fallimentare, Luisa De Renzis, a decidere nel merito - Ma certo allontanano l’ipotesi di un salvataggio a breve del quotidiano fondato da Antonio Gramsci - “L’Unità” ha accumulato debiti per oltre 20 milioni di euro…

Condividi questo articolo


Ilaria Sacchettoni per il “Corriere della Sera”

 

UNITA GIORNALE UNITA GIORNALE

I magistrati di piazzale Clodio hanno espresso parere negativo al concordato che eviterebbe il fallimento della Nuova Iniziativa Editoriale, attuale proprietaria de l’Unità ( nella foto, l’ultimo numero in edicola il 31 luglio scorso ). I loro rilievi non sono vincolanti (alla fine sarà il giudice del tribunale fallimentare, Luisa De Renzis, a decidere nel merito) ma certo allontanano l’ipotesi di un salvataggio a breve del quotidiano fondato da Antonio Gramsci. 


Secondo i pm del gruppo dei reati economici, la proposta di salvataggio è inadeguata. Il piano era stato presentato dalla cordata che fa capo a Guido Veneziani, editore anche di «Stop», «Vero», «Rakam», assieme alla Fondazione Eyu, acronimo di Europa-Youdem-Unità ma includerebbe anche  una partecipazione della «Pessina costruzioni», mai confermata ufficialmente. 

la nuova unita di guido veneziani by daxest la nuova unita di guido veneziani by daxest


Il primo rilievo riguarda proprio il prezzo di acquisto del giornale. Manca cioè un accertamento ufficiale. Qual è oggi il valore di mercato de l’Unità ? La Nuova Iniziativa Editoriale avrebbe dovuto includere nella propria offerta la formulazione di una gara che lo certificasse. Senza questo primo passo ogni offerta rischia di essere incongrua e di configurare un illecito.

 

Già questo basterebbe a motivare i dubbi della Procura. Ma la proposta è risultata inadeguata soprattutto dal punto di vista delle garanzie offerte ai creditori del giornale che ha accumulato debiti per oltre 20 milioni di euro.

 

Per raggiungere l’accordo che eviterebbe il fallimento la cordata di Veneziani dovrebbe essere in grado di offrire assicurazioni sia per il pagamento dell’affitto del ramo d’azienda che, in prospettiva, per l’acquisto della testata. E invece anche quest’aspetto è risultato dubbio e poco convincente. Mancherebbe cioè «l’idonea garanzia a tutela dei creditori». Nessuna certezza insomma per dipendenti e fornitori. 

Guido Veneziani Guido Veneziani


Dall’agosto 2014, data in cui l’Unità ha cessato le pubblicazioni, le voci sulla sua riapertura sono state diverse. Dettagli sull’operazione di salvataggio erano emersi a novembre scorso, dopo che il giudice del fallimentare aveva accolto la richiesta di proroga sui tempi di presentazione del piano e Veneziani aveva annunciato di aver messo sul tavolo 10 milioni di euro. A questo punto, però, l’ipotesi sembra tramontata. Al Tribunale fallimentare, intanto, la prossima udienza è fissata per il 9 febbraio. 
 

procura roma procura roma

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

DAGO-RETROSCENA! – DURANTE LE SETTIMANALI TELEFONATE CON DRAGHI, IL TORMENTONE DI GRILLO E' DI PERCULARE "LA POCHETTE CHE CAMMINA", FINCHE' MARIOPIO UN BEL GIORNO SBOTTA: “MA SE LO RITIENI INADEGUATO, PERCHÉ NON LO MANDI VIA? BUTTALO FUORI!” - LA BATTUTA INOPPORTUNA DI DRAGHI E' STATO POI GIRATA DA GRILLO A SUO MERITO, DAVANTI A CONTE: "MA COME, TI HO PURE DIFESO DA DRAGHI CHE VOLEVA CHE TI CACCIASSI!" - E SCATTA LA VENDETTA DI TRAVAGLIO E DEI COLONNELLI DEI 5STELLE (TAVERNA, FICO, CRIMI) SU GRILLO CHE NON VUOLE L'ADDIO A DRAGHI NE' LA DEROGA AL SECONDO MANDATO - ALL’INSIPIENZA POLITICA DI DRAGHI E GRILLO, ALLA FINE CI METTE UNA PEZZA MATTARELLA.... 

business

MILLERI E UNA NOTTE - DEL VECCHIO ERA RICOVERATO DA OLTRE UN MESE AL SAN RAFFAELE DI MILANO PER UN “INSULTO” AL CUORE, AGGRAVATO DA UNA POLMONITE BILATERALE - IL PAPERONE DI AGORDO INTRAPRESE MALVOLENTIERI LA CONQUISTA DI MEDIOBANCA, FATTA SOPRATTUTTO SU SOLLECITAZIONE DEL SUO DELFINO FRANCESCO MILLERI, CHE HA SEMPRE MALSOPPORTATO (EUFEMISMO) NAGEL. UN’OSTILITÀ CHE SI TRASFORMÒ IN ASTIO QUATTRO ANNI FA, ALL’EPOCA DEL FALLITA PRESA DELLO IEO E DEL MONZINO - A QUESTO PUNTO, TUTTO IL MONDO DELLA FINANZA È GOLOSO DI SAPERE SE I SETTE EREDI PERMETTERANNO ANCORA AL VISPO MILLERI DI CONTINUARE A GETTARE MILIARDI SULLA IRTA STRADA CHE PORTA A ESPUGNARE PIAZZETTA CUCCIA, O MAGARI LO CONVINCERANNO A CAMBIARE IDEA…

cronache

sport

JUVE A DIROTTO SUL MERCATO - I BIANCONERI POTREBBERO NON FERMARSI DOPO I COLPI DI MARIA E POGBA: ALLEGRI VORREBBE PORTARE ZANIOLO A TORINO, MA LA ROMA NON FA SCONTI E CHIEDE ALMENO 50 MILIONI, L'ALTERNATIVA SAREBBE MIMMO BERARDI - IL CHELSEA PUNTA DE LIGT: I BLUES OFFRONO 40 MILIONI PIÙ TIMO WERNER MA C'È TROPPA DIFFERENZA NELLE VALUTAZIONI DEI DUE GIOCATORI - SE IL DIFENSORE OLANDESE DOVESSE PARTIRE VERSO LONDRA, I BIANCONERI FARANNO UN TENTATIVO PER GABRIEL DELL'ARSENAL E KIMPEMBE DEL PSG...

cafonal

CAFONALINO PALLONARO - SI STAVA MEGLIO QUANDO C'ERA MATARRESE? L'EX PRESIDENTE DELLA SERIE A E DELLA FIGC HA PRESENTATO AL SALONE D'ONORE DEL CONI IL SUO LIBRO "E ADESSO PARLO IO": "SONO RATTRISTATO NEL CONSTATARE IL MOMENTO CRITICO CHE STA VIVENDO IL CALCIO ITALIANO. NON VOGLIO FARE PROCESSI, MA VI SIETE INCATTIVITI" - AD ASCOLTARLO C'ERANO I PRESIDENTI DELLA LAZIO, CLAUDIO LOTITO, E DELLA LEGA DI A, LORENZO CASINI. PRESENTI ANCHE GABRIELE GRAVINA, LUCA PANCALLI, VITO COZZOLI, GIANCARLO ABETE E FRANCESCO GHIRELLI, OLTRE AL PADRONE DI CASA GIOVANNI MALAGÒ E… - FOTO

viaggi

salute