IL CINEMA DEI GIUSTI - IL FILM PIÙ SENTIMENTALE DA VEDERE L’8 MARZO È “MEMORY”. NON SOLO PERCHÉ CI OFFRE UNA FAVOLOSA E INEDITA COPPIA COME QUELLA FORMATA DA JESSICA CHASTAIN E PETER SARSGAARD, MA PERCHÉ, COME SAPPIAMO DALLE CRONACHE, I DUE ATTORI SI SONO DAVVERO INNAMORATI SUL SET E SONO ANDATI A VIVERE INSIEME, CON GRANDE SCANDALO - AL DI LÀ DI QUESTO, O FORSE PROPRIO GRAZIE A QUESTO, "MEMORY" È UNA GRANDE STORIA D'AMORE ROMANTICA E COMMOVENTE FRA DUE ANIME FERITE, CHE FA BRECCIA ANCHE NEI PIÙ DURI CUORI CINEFILI… - VIDEO

-

Condividi questo articolo


Marco Giusti per Dagospia

 

peter sarsgaard jessica chastain memory peter sarsgaard jessica chastain memory

Il film più sentimentale da vedere l’8 marzo è forse “Memory”, scritto e diretto da Michel Franco. Non solo perché ci offre una favolosa e inedita coppia di innamorati come quella formata da Jessica Chastain e Peter Sarsgaard, lui vinse la Coppa Volpi a Venezia come miglior attore, ma perché, come sappiamo dalle cronache, i due attori che si incontravano qui la prima volta, di sono davvero innamorati sul set e sono andati a vivere insieme. Lui abbandonando la compagna Maggie Gyllenhall e due figli, con grande scandalo.

 

peter sarsgaard jessica chastain memory peter sarsgaard jessica chastain memory

Una passione, una falla sentimentale che in qualche modo, e è una cosa rara in questi film internazionali così squadrati, rigidi, mostra della vera umanità al cinema. Al di là di questo, o forse proprio grazie a questo, "Memory" è una grande storia d'amore romantica e commovente fra due anime ferite, il Saul di Peter Sarsgaard che ha perso gran parte della memoria recente e è considerato malato di demenza, e la Sylvia di Jessica Chastain, ex alcolista, abusata da ragazzina, che ha rotto da anni con la madre, Jessica Harper.

 

peter sarsgaard jessica chastain memory peter sarsgaard jessica chastain memory

Silvia, che lavora in un centro per malati di mente e vive con la figlia adolescente Anna, incontra Saul a una festa e, dopo essere stata eseguita da lui e averlo scambiato per un suo molestatore giovanile, la memoria..., non solo deciderà di assisterlo. Ma si innamorerà di lui. Un po' come in "Non torno a casa stasera"/"The Rain People" di Coppola dove Shirley Knight, mal sposata in fuga si immemorabile del ritardato James Caan, il meccanismo della storia romantica accade inaspettatamente, e proprio per questa fa breccia anche nei più duri cuori cinefili.

 

memory memory

Anche se Franco si ostina nei giochi di memoria che turbano i due personaggi e gioca con l'intelligenza dello spettatore, a vincere è proprio il cuore della storia d'amore. Così elementare. Come intelligenza di messa in scena, struttura narrativa e interpretazione tra le migliori che si erano viste a Venezia lo scorso settembre. In sala.

peter sarsgaard jessica chastain memory peter sarsgaard jessica chastain memory jessica chastain memory jessica chastain memory peter sarsgaard jessica chastain memory. peter sarsgaard jessica chastain memory. peter sarsgaard jessica chastain memory peter sarsgaard jessica chastain memory jessica chastain memory jessica chastain memory peter sarsgaard jessica chastain memory peter sarsgaard jessica chastain memory

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – L’INSOFFERENZA DI AMADEUS VERSO LA RAI È ESPLOSA DURANTE IL FESTIVAL DI SANREMO 2024, QUANDO IL DG RAI  GIAMPAOLO ROSSI, SU PRESSIONE DEI MELONI DI PALAZZO CHIGI, PROIBI' AI RAPPRESENTANTI DELLA PROTESTA ANTI-GOVERNATIVA DEI TRATTORI DI SALIRE SUL PALCO DELL'ARISTON - IL CONDUTTORE AVEVA GIÀ LE PALLE PIENE DI PRESSIONI POLITICHE E RACCOMANDAZIONI PRIVATE (IL PRANZO CON PINO INSEGNO, LE OSPITATE DI HOARA BORSELLI E POVIA SONO SOLO LA PUNTA DELLA CAPPELLA) E SI È LANCIATO SUI DOLLARONI DI DISCOVERY – L’OSPITATA “SEGRETA” DI BENIGNI-MATTARELLA A SANREMO 2023, CONSIDERATA DAI FRATELLINI D’ITALIA UN "COMIZIO" CONTRO IL PREMIERATO DELLA DUCETTA, FU L'INIZIO DELLA ROTTURA AMADEUS-PRESTA…

DAGOREPORT - DOVE VA IL PD, SENZA LA BANANA DELLA LEADERSHIP? IL FALLIMENTO DI ELLY SCHLEIN È SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI. GENTILONI È UNA “SAPONETTA” SCIVOLATA DA RUTELLI A RENZI, PRIVO DI PERSONALITÀ E DI CARISMA. QUALITÀ ASSENTI ANCHE NEL DNA DI FRANCESCHINI, ORLANDO E GUERINI, PER NON PARLARE DI BONACCINI, CHE HA LO STESSO APPEAL DI UNA POMPA DI BENZINA - ECCO PERCHÉ, IN TALE SCENARIO DI NANI E BALLERINI, SOSTENUTO DAI MAGHI DELL’ULIVO BAZOLI E PRODI, BEPPE SALA POTREBBE FARCELA A RAGGRUPPARE LA SINISTRA E IL CENTRO E GUIDARE LE ANIME DIVERSE E CONTRADDITTORIE DEL PD. NELLO STESSO TEMPO TROVARE, ESSENDO UN TIPINO PRAGMATICO, UN EQUILIBRIO CON L’EGO ESPANSO DI GIUSEPPE CONTE E SQUADERNARE COSÌ UNA VERA OPPOSIZIONE AL GOVERNO MELONI IN CUI SCHLEIN HA FALLITO