CONFESSIONI DI UNA MENTE PLUS SIZE - LA GIORNALISTA ALESSANDRA DE TOMMASI RACCONTA LA SUA ''TAGLIA NUTELLA'' SU ''LEGGO'': ''UNA EX COMPAGNA DI SCUOLA PUBBLICA SU FACEBOOK UNA NOSTRA FOTO INSIEME ALLE ELEMENTARI DAVANTI ALLA TORTA DI COMPLEANNO. FIOCCANO I COMMENTI, IL PIÙ GENTILE: ATTENTA CHE QUELLA SI MANGIA PURE TE. LE HO CHIESTO DI SMORZARE I TONI E LEI…''

-

Condividi questo articolo


Alessandra De Tommasi per www.leggo.it

alessandra de tommasi alessandra de tommasi

 

“Giorni fa un’ex compagna di scuola sbuca dal nulla e su Facebook pubblica una nostra foto insieme alle elementari davanti alla sua torta del compleanno. Fioccano i commenti, il più gentile: Attenta che quella si mangia pure te. Le ho chiesto di eliminarli o almeno di smorzare i toni, mi ha dato della permalosa e dell’estremista che voleva tarpare le ali della libertà d’espressione altrui. La vita plus size funziona così.

 

Da anni faccio parte della giuria del Festival della TV di Monte-Carlo e per il cocktail ristretto con il Principe Alberto II di Monaco finora ho sempre comprato all’estero l’abito che il protocollo impone. Quest’anno non ne ho avuto il tempo e ho trascorso settimane di ricerche online e peregrinazione nei negozi italiani. Nella migliore delle ipotesi mi hanno consigliato sacchi informi per mascherare o nascondere una taglia scomoda con una X nel nome. Così, sotto scacco dallo sguardo disgustato o compassionevole delle commesse, ho ripiegato sull’unico e costosissimo capo disponibile. Risultato? Non ho scattato neppure una foto della sera più bella del mio anno professionale: quella persona in tunica blu non ero io ma solo la gentile concessione di una ditta d’abbigliamento caritatevole.

ALESSANDRA DE TOMMASI ALESSANDRA DE TOMMASI

 

Dopo l’ennesimo commento spiritoso sulla mia taglia Nutella mi sono messa a dieta raggiungendo 59 chili per 175 centimetri di altezza. Ero magra, ma non certo felice.

 

Oggi mi sono disfatta della bilancia smettendo di calcolare la serenità con un numero. Allo specchio sorrido perché, come dice un’amica over 46, meglio un chilo più ma vivere contenti. La collega giornalista Costanza Rizzacasa D’Orsogna su Sette suggerisce di smetterla con le scuse per l’ingombro che portiamo nel mondo e iniziare a chiedere un rispetto maggiore. Sono d’accordo”.

costanza rizzacasa d orsogna con il gatto milo costanza rizzacasa d orsogna con il gatto milo alessandra de tommasi alessandra de tommasi costanza rizzacasa d orsogna a 45 anni costanza rizzacasa d orsogna a 45 anni

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

“LETIZIA MORATTI? UNA RICCA SIGNORA, ANNOIATA E IN CERCA DI UNA POLTRONA, COSTRETTA A COMPORTARSI COME UNA QUALSIASI SCIACALLA – LICIA RONZULLI CHE TEME IL PREVISTO TONFO DI FORZA ITALIA ALLE REGIONALI LOMBARDE SIA L'INIZIO DELLA SUA FINE POLITICA E SPARA CANNONATE SU LADY MESTIZIA: “PROVO TRISTEZZA PER LA SIGNORA MORATTI. GALLINA CHE CANTA HA FATTO L'UOVO…” -  “KISS ME LICIA” SMENTISCE LA RICOSTRUZIONE DI “REPUBBLICA” SECONDO CUI BERLUSCONI AVREBBE PREFERITO APPOGGIARE LA CANDIDATA DEL TERZO POLO ALLE REGIONALI...

business

DARE LA CACCIA AI TRUFFATORI DELLA FINANZA È UN BUSINESS MILIARDARIO – CHI SONO E COME OPERANO I FONDI “ATTIVISTI” CHE STANNO FACENDO TREMARE LA FINANZA GLOBALE: LUNGHE E METICOLOSE INDAGINI PER SCOPRIRE LE MAGAGNE NEI CONTI DELLE AZIENDE, POI LE OPERAZIONI “SHORT” PER INVESTIRE SUI RIBASSI – AZIONI CONDOTTE NON TANTO PER LA GIUSTIZIA DEI MERCATI, QUANTO PER IL PROFITTO – IL CASO DEL PICCOLO FONDO HINDENBURG, DEL 37ENNE AMERICANO NATHAN ANDERSON, CHE È RIUSCITO AD AFFOSSARE GAUTAM ADANI, L'UOMO PIÙ RICCO D'ASIA…

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

IL MODELLO SANITARIO ITALIANO: CHI HA I SOLDI SI CURA SUBITO, GLI ALTRI ASPETTANO E SPERANO – SUPERATO IL COVID, INSIEME ALL’AUMENTO DELLE RICHIESTE DI VISITE ED ESAMI IN OSPEDALI PUBBLICI SONO AUMENTATI ANCHE I TEMPI DI ATTESA. RISPETTO AL 2019, LO SCORSO ANNO SONO STATI ESEGUITI 8,4 MILIONI DI CONTROLLI IN MENO – MI-JENA GABANELLI: “I SOLDI PER PAGARE PIÙ MEDICI CI SAREBBERO MA LE STRUTTURE PUBBLICHE NON RIESCONO A ORGANIZZARSI. MENTRE A QUELLE PRIVATE ACCREDITATE CONVIENE OFFRIRE PRESTAZIONI A PAGAMENTO…” – VIDEO