COSA FA LORENZETTO DI NOTTE? LE PULCI AI GIORNALI – DAL SITO DI REPUBBLICA: ALESSANDRO BORGHI VESTIRÀ I PANNI DI ROCCO SIFFREDI PER NETFLIX”. QUINDI RECITERÀ IN MUTANDE? – IL QUOTIDIANO DI LARGO FOCHETTI CONFONDE "ASSENTEISMO" E "ASTENSIONISMO" - SUL "FATTO" UNA FOTO DI BIN SALMAN E IL MISTERO DEI SAUDITI SCALZI - IL "CORRIERE DELLA SERA" E QUELLA FERRARI "PUROSANGUE"

-

Condividi questo articolo


 

“Pulci di notte” di Stefano Lorenzetto da “Anteprima.

La spremuta dei giornali di Giorgio Dell’Arti

e pubblicato da “Italia Oggi”

(http://www.stefanolorenzetto.it/telex.htm)

 

 

Maurizio Crippa nella sua rubrica "Contro Mastro Ciliegia", sulla prima pagina del "Foglio": «Essere riusciti a non far eleggere il "Senatùr", il fondatore della Lega Umberto Bossi, candidandolo capolista alla Camera nel collegio di Varese, è un altro dei disastri simbolici acclusi alla sconfitta di Salvini. A Varese sembrava sicuro, solo un po’ irriguardosa la collocazione proporzionale, e invece nemmeno sotto casa l’ex partito del "Senatur ce la fatta"».

Al netto della differenza di accenti sul "Senatùr", stavolta neppure il bravo Crippa ce l’ha fatta. (Bossi invece sì).

 

***

 

Dai titoli di prima pagina di un’unica edizione della "Verità": «La “transizione”». «Ancora “buio”». «Il “nodo” casa». «Passaggio “morbido”». «Bossi “torna”». «Lo “sceriffo” De Luca». «Sarà “inciucino”». Chiuse le virgolette. Punto.

 

***

 

Titolo dal sito della "Repubblica": «Molinari: “L’ "assenteismo" è un campanello d’allarme sullo scontento nella società italiana”».

la repubblica i panni di rocco siffredi la repubblica i panni di rocco siffredi

L’assenteismo? Vero che questo sostantivo in senso figurato può indicare «indifferenza, specialmente verso i problemi politici e sociali», ma la parola corretta da usare, attestata fin dal 1879, è "astensionismo", cioè «tendenza a non partecipare alla vita politica; tendenza, atteggiamento di chi si astiene dall’esprimere il proprio voto; l’insieme delle astensioni».

Essendo Maurizio Molinari il direttore della "Repubblica", converrà con noi che nella redazione web sono assenti capiredattori e capiservizio oppure, se presenti, si astengono dal controllare i titoli degli stagisti.

 

***

 

Assia Neumann Dayan tratta sulla "Stampa" la vicenda delle presunte molestie che vede protagonisti il senatore Matteo Richetti e l’attrice Lodovica Rogati detta Mairè: «Una cosa però credo di saperla: le denunce vanno fatte in tribunale».

 

Purtroppo Assia Neumann Dayan invece non la sa. Le denunce vanno presentate alla Procura della Repubblica, direttamente o tramite polizia giudiziaria, oppure a polizia di Stato, carabinieri, Guardia di finanza, polizia locale, polizia penitenziaria, Corpo forestale dello Stato e infine, in alcuni casi, al sindaco nei Comuni dove non ci sia una sede della polizia di Stato, dei carabinieri o della Guardia di finanza. Insomma, quasi ovunque, tranne che in tribunale.

La Repubblica Si sono sposati per risparmiare La Repubblica Si sono sposati per risparmiare

 

***

 

Titolo dall’"Osservatore Romano": «"Aldilà" dell’autoreferenzialità che può isolare».

Nonostante la confidenza con i temi spirituali, i colleghi del foglio vaticano commettono un errore da matita blu, usando a sproposito il sostantivo "aldilà", che significa «l’altro mondo, l’oltretomba, la vita ultraterrena» ("Lo Zingarelli 2023").

In questo caso andava invece adoperata la locuzione prepositiva <i>al di là</i>, ricavata dall’avverbio "là", che nulla ha a che vedere con l’aldilà, tant’è che si usa solo nell’aldiquà.

 

***

il fatto quotidiano sauditi scalzi il fatto quotidiano sauditi scalzi

 

Titolo da "Verità & Affari": «Con le regole europee sui fitofarmaci a rischio il mercato delle mele da un miliardo». Ci sono mele che valgono un miliardo?

 

***

 

Annuncio sul sito della "Repubblica": «Ardea si blocca per "Supersex", la serie Netflix con Alessandro Borghi nel ruolo di Rocco Siffredi. L’attore romano "vestirà i panni" della pornostar abruzzese per Netflix». Quindi reciterà in mutande?

 

***

 

«Alitalia, per la bancarotta arrivano 14 rinvii a giudizio», titola il "Corriere della Sera". Nel servizio, Fulvio Fiano informa: «La contestazione principale è quella di aver volutamente sottostimato il valore attribuito allo "slot" Roma-Londra Heathrow, ceduto ad Etihad».

 

assia neumann dayan assia neumann dayan

Premesso che uno dei significati di slot è «spazio di tempo nel quale un aeroplano può atterrare o decollare in un aeroporto», questa finestra temporale è contrattualmente pattuita tra il gestore e la compagnia. Il diritto ha un valore economico. Ma che si atterri arrivando da Roma o da Nairobi, sempre uno rimane. Roma-Londra Heatrow è solo una tratta, per cui non si comprende il senso della frase.

 

Fiano cita anche «l’opposizione alle parziali archiviazioni proposte in un primo momento dalla procura "da parte" degli attuali commissari straordinari di Alitalia». Ci pare un’altra frase contorta, se non sbagliata. Non "da parte", bensì "nei confronti".

 

***

 

Titolo dall’"Osservatore Romano": «Abbiamo il pane ma ci serve il pane condiviso». Mai contenti.

 

***

 

la repubblica l'astensionismo diventa assenteismo la repubblica l'astensionismo diventa assenteismo

"Il Fatto Quotidiano" pubblica una grande foto di Mohammed bin Salman attorniato da dignitari che indossano il caffettano e hanno il capo coperto dalla kefiah biancorossa, tenuta ferma dall’agal (il cordone nero).

La didascalia recita: «Trono di spade. Bin Salman, sauditi ad una fiera delle armi». Italiano rudimentale a parte, viene da esclamare: ohibò, i sauditi devono essere diventati poveri!

Infatti gli accompagnatori di sua altezza sono tutti scalzi, tenuta che non sembra fra le più appropriate per una manifestazione fieristica. E infatti si tratta di una foto di repertorio, messa a disposizione dalla Corte reale saudita, che mostra il principe ereditario bin Salman «mentre guida la cerimonia annuale di lavaggio alla Sacra Kaaba», l’edificio cubico di pietra nera collocato al centro della Grande Moschea alla Mecca.

Essendo il luogo più sacro dell’islam, naturale che i musulmani vi entrino a piedi nudi, come in tutte le moschee. Con tanti saluti alla «fiera delle armi».

 

***

 

Richiamo grafico del "Corriere della Sera" sulla nuova Ferrari Purosangue: «79 sono i gradi di apertura delle portiere posteriori, che si aprono controvento, "“a libro”" con un meccanismo completamente servoassistito».

stefano lorenzetto per la quinta volta nel guinness dei primati stefano lorenzetto per la quinta volta nel guinness dei primati

Vista la foto, con le portiere posteriori controvento, diremmo che l’apertura sia ad ante di armadio. Le pagine di un libro sono rilegate in tutt’altro modo.

Stefano Lorenzetto Stefano Lorenzetto ferrari purosangue ferrari purosangue

 

Condividi questo articolo

media e tv

MYRTA MERLINO, CHE CARATTERINO: FA INCAZZARE TUTTI QUELLI CHE LAVORANO CON LEI – IL DURISSIMO COMUNICATO SINDACALE CONTRO LA CONDUTTRICE: “HA COMPORTAMENTI INCIVILI E MALEDUCATI; INFLUENZA LA POSSIBILITÀ DI PROLUNGARE CONTRATTI DI PERSONALE SPECIALIZZATO CHE LAVORA PROFESSIONALMENTE NELLA NOSTRA AZIENDA E CONDIZIONA LE TURNAZIONI DEL PERSONALE INTERNO CON MOTIVAZIONI CHE NON POSSONO ESSERE CONSIDERATE NÉ DI TIPO PROFESSIONALE E NÉ DI TIPO ETICO” – CHI HA LAVORATO CON LEI SNOCCIOLA RICORDI VELENOSI, DAL LANCIO DI UNO SGABELLO AGLI ASSISTENTI DI STUDIO “USATI” PER PRENOTARE LA CERETTA – E C’E’ CHI LE SPALMA LA CREMA AI PIEDI…

politica

DAGOREPORT! - NELLA GIUNGLA DEI SONDAGGI, QUELLO CHE È CERTO È CHE IL CARROCCIO NON TIRA AL NORD COME UNA VOLTA E OGGI SALVINI HA IL SUO BACINO DI CONSENSI NEL CENTROSUD, ABBANDONATO DALLA VECCHIA LEGA DI ZAIA E FEDRIGA - L’ATTIVISMO SFRENATO DEL CAPITONE, CHE TANTO IRRITA SIA LA MELONI CHE IL QUIRINALE, È MOTIVATO DALLA SFIDA CHE VEDE CONTRAPPOSTI ATTILIO FONTANA E LETIZIA MORATTI. L’EROE DEL PAPEETE SA BENISSIMO CHE SE PERDE LA LOMBARDIA, E’ FINITO. IN SOCCORSO DI SALVINI, È SPUNTATO IL MINORINO MAJORINO, APICE DEL TAFAZZISMO DEL PD….

business

cronache

sport

cafonal

CAFONALISSIMO NO "PUBLISPEI" NO PARTY! – PER FESTEGGIARE I 50 ANNI DELLA CASA DI PRODUZIONE, FESTONE NEL CAFÉ DI VIA DELLA CONCILIAZIONE A ROMA – CON LINO BANFI, SCORTATO DALLA FIGLIA ROSANNA E DA ELEONORA GIORGI, C'ERA IL TRIO DI TESTE D'ARGENTO CHRISTIAN DE SICA, GIULIO SCARPATI E NINETTO DAVOLI – E POI ARISA CON UN “PAGLIA E FIENO” CHE SI FA A MIAMI DI VERDONIANA MEMORIA E UN INGELATINATO EDOARDO PESCE CON I CALLI SULLE MANI (È TORNATO AL PUB DI SAN LORENZO O FA SOLO BOXE?)

viaggi

salute