DIGERITO IL CASO DELLA PACCA SUL CULO A GRETA BECCAGLIA, E' IL MOMENTO DI FARSI UNA DOMANDA: MA PERCHE' LE GIORNALISTE SPORTIVE SO' TUTTE PIN UP? COSA C'ENTRANO L'AVVENENZA, LA SENSUALITA', LE TETTE RIGONFIE CON L'INFORMAZIONE? - LE BONONE VENGONO "USATE" PER ALZARE L'AUDIENCE E IL LORO CORPO E' UN'ESCA PER TELE-PIPPAROLI - VOLETE FARE UNA BATTAGLIA CONTRO IL MASCHILISMO E IL SESSISMO? IMPEDITE ALLE TV DI SFRUTTARE LA GNOCCA PER FARE ASCOLTI E VEDIAMO QUANTE DI QUESTE ACUTISSIME "GIORNALISTE" RIUSCIRANNO A FARE CARRIERA ALTROVE...

Condividi questo articolo


 

Concita De Gregorio per https://invececoncita.blogautore.repubblica.it

 

greta beccaglia greta beccaglia

Posto che la bellezza: 1) E’ un dono, non un merito né una colpa. 2) Risponde a canoni variabili, discende dall’epoca e dal luogo. Grassezza, magrezza, pallore, abbronzatura, volumi di singole parti sono pregi o difetti a seconda del secolo, del continente, delle divinità di riferimento, dello stile di vita.

 

3) E’, certo, negli occhi di chi guarda. Sollecita ciò che siamo. 4) Non ha nessuna relazione con l’intelligenza, la spiritualità, il talento e altre categorie legate al carattere e alle capacità eventualmente sviluppate con disciplina. Esistono persone belle e idiote, belle e geniali, belle e corrotte, belle e premio Nobel per la pace e via combinando.

diletta leotta diletta leotta

 

5) Nel caso in cui sia esibita, non è mai un invito a toccare. Che si tratti della Gioconda appesa al muro o della ragazza al bancone del bar. Per essere toccata deve esserne lieta (la ragazza, dico. La Gioconda mai, del resto non può chiederlo). 6) Chi tocca senza il consenso della toccata esercita violenza. Deve essere perciò punito e prima ancora considerato dalla comunità un minus habens. Chi ride o sminuisce la violenza la legittima. 7) L’abbigliamento non rileva. Coperta da velo o in tanga a fare lap dance: no è no.

 

Detto questo mi domando se nel giornalismo televisivo sportivo la ricorrenza di conduttrici e croniste con fisico da pin up (possibili talenti, come detto al punto 4) sia una casuale ricorrenza statistica, cioè se le pin up proliferino lì più numerose che in natura o se sia invece un criterio di selezione adottato da chi ha il potere di scegliere - editori, direttori, capiredattori - con la speranza di sollevare, si dice, l’audience. Perché se così fosse - ma è solo un dubbio - sarebbe questo, credo, il punto.

DILETTA LEOTTA TRA FEDERICA ZILLE E GIORGIA ROSSI DI DAZN DILETTA LEOTTA TRA FEDERICA ZILLE E GIORGIA ROSSI DI DAZN giorgia rossi giorgia rossi giorgia rossi 6 giorgia rossi 6 giorgia rossi foto di bacco giorgia rossi foto di bacco diletta leotta giorgia rossi diletta leotta giorgia rossi giorgia rossi diletta leotta giorgia rossi diletta leotta giorgia rossi 2 giorgia rossi 2 diletta leotta giorgia rossi 9 diletta leotta giorgia rossi 9 DILETTA LEOTTA CON FEDERICA ZILLE E GIORGIA ROSSI DI DAZN DILETTA LEOTTA CON FEDERICA ZILLE E GIORGIA ROSSI DI DAZN MICHELE CRISCITIELLO E TRE GIORNALISTE SPORTIVE MICHELE CRISCITIELLO E TRE GIORNALISTE SPORTIVE

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

DAGOREPORT – GIORGIA MELONI HA DECISO DI TAGLIARE DEFINITIVAMENTE LE VECCHIE RADICI (EURO-SCETTICISMO E SOVRANISMO): STA TRATTANDO UN’ALLEANZA TRA IL SUO GRUPPO ECR, CONSERVATORI E RIFORMISTI, E IL PPE IN VISTA DELLE ELEZIONI EUROPEE DEL 2024 – A NEGOZIARE CON BRUXELLES CI PENSA IL MINISTRO DEGLI ESTERI, ANTONIO TAJANI, GRANDE AMICO DEL PRESIDENTE DEL PPE MANFRED WEBER (BERLUSCONI, CHE SOGNAVA DI TRAGHETTARE GLI EX MISSINI NEL SALOTTO DEMOCRATICO EUROPEO, E' STATO SCAVALCATO) - NUOVO RAPPORTO TRA GIORGIA E URSULA CHE SOGNA LA RICONFERMA COME PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE – L’OSTACOLO POLACCO E I SOCIALISTI FIACCATI DAL QATARGATE

business

cronache

sport

cafonal

CAFONALISSIMO A MISURA DUOMO - PORTALUPPI CHIAMA, MILANO RISPONDE! IN CINQUECENTO SI SONO SCAPICOLLATI PER FESTEGGIARE L’USCITA DEL LIBRO ‘’PIERO PORTALUPPI’’, L’ARCHITETTO CHE HA CAMBIATO CON I SUOI LAVORI LA FACCIA DELLA CAPITALE LOMBARDA - IN CASA DEGLI ATELLANI, IL GIOIELLO RINASCIMENTALE TRASFORMATO UN SECOLO FA DA PORTALUPPI, PIERO MARANGHI, CURATORE DELL’OPERA, HA ACCOLTO GIBERTO ARRIVABENE E BIANCA D’AOSTA, TOMMASO SACCHI E CHIARA BAZOLI, NICOLA PORRO E STEFANO BARTEZZAGHI, VERONICA ETRO E MARCO BALICH, BARNABA FORNASETTI E MICHELA MORO…

viaggi

salute