IL DONO DELL'IMPOSTURA - M.PARENTE: ''CHE FABRIZIO CORONA, TRA UNA SBRUFFONATA E L'ALTRA, DICHIARI ANCHE DI AVERE 'IL DONO DELLA SCRITTURA' FA RIDERE I POLLI. IL SUO LIBRO L'HO RECENSITO BENE ED È SCRITTO BENISSIMO, PERCHÉ L’HA SCRITTO UNO SCRITTORE, ENRICO DAL BUONO. UN LIBRO È UN LIBRO, DI COSA C’È DIETRO ME NE FREGA POCO, PURCHÉ QUELLO CHE C’È DAVANTI NON VOGLIA PRENDERTI PER IL CULO''

-

Condividi questo articolo


FABRIZIO CORONA LIBRO FABRIZIO CORONA LIBRO

Riceviamo e pubblichiamo da Massimiliano Parente:

 

Caro Dago, va bene tutto, ma che Fabrizio Corona, tra una sbruffonata e l’altra, dichiari anche di avere “il dono della scrittura” fa ridere i polli, figuriamoci me scrittore che ho passato la vita a scrivere senza avere il tempo di vivere. Il libro di Corona invece io stesso l’ho recensito bene trattandolo come un romanzo, e come tale è scritto benissimo, perché l’ha scritto uno scrittore, Enrico Dal Buono, di cui è appena uscito il nuovo romanzo Siete tutti perdonati, edito come il libro di Corona da La Nave di Teseo.

 

E bene ha fatto Elisabetta Sgarbi a pubblicarli entrambi, il romanzo di Corona scritto da Dal Buono e il romanzo di Dal Buono firmato da Dal Buono, perché sono entrambi buoni, e per me un libro è un libro, di cosa c’è dietro me ne frega poco, purché quello che c’è davanti non voglia prenderti per il culo.

 

Insomma, io il libro di Corona di Dal Buono lo consiglio, come anche quello di Dal Buono scritto da Dal Buono, ma ci manca solo un altro coglione che per ignoranza si atteggia a scrittore, mentre come personaggio trash va benissimo e infatti va ovunque, ma sappia che anche L’idiota di Dostoevskij ha avuto una vita da romanzo, perché non esisteva e perché c’è stato Dostoevskij a scriverla, mentre nella vita reale sarebbe stato un idiota e basta, e all’epoca non ci sarebbero stati neppure Giletti o la D’Urso per non farlo apparire tale. 

fabrizio corona foto di ray banhoff 5 fabrizio corona foto di ray banhoff 5 enrico dal buono enrico dal buono

Baci, 

 

Massimiliano Parente 

 

www.massimilianoparente.com

fabrizio corona foto di ray banhoff 6 fabrizio corona foto di ray banhoff 6 enrico dal buono enrico dal buono enrico dal buono enrico dal buono massimiliano parente foto di bacco massimiliano parente foto di bacco massimiliano parente massimiliano parente fabrizio corona 3 (2) fabrizio corona 3 (2) fabrizio corona foto di ray banhoff 7 fabrizio corona foto di ray banhoff 7

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

“CHIUDERE CARTABIANCA È FOLLIA, IN ITALIA C’È UNA CHINA PERICOLOSA. DOMANI QUALCUNO SI FARÀ VIDIMARE LE DOMANDE DA PALAZZO CHIGI?” - MARIO GIORDANO A TUTTO SPIANO: “IL COPASIR INDAGA SUGLI OSPITI? SE C’È UNA SPIA E LO PROVI, LO DENUNCI ALLA POLIZIA” - IL PRIMO LAVORO A “IL NOSTRO TEMPO” INSIEME A TRAVAGLIO: “IO ERO IL CLASSICO TERZOMONDISTA, LUI TRADIZIONALISTA” - GAD LERNER, “LUCIGNOLO”, FELTRI E L’ASPETTO: “IN TUTTA LA MIA VITA MI HANNO SEMPRE PRESO PER IL CULO. ORA CI SCHERZO MA HO SEMPRE SOFFERTO. UNA VOLTA BISOGNAVA RICEVERE DEI RUSSI, E IL DIRETTORE MI DISSE…”

politica

business

cronache

SANNA TUTTA PANNA - L’ITALIA HA GLI ORMONI IN FESTA PER SANNA MARIN, PRIMO MINISTRO FINLANDESE CHE HA MANDATO IN ESTASI ANCHE QUEL "PELUCHE RIDENS" DI MARIO DRAGHI - LA 36ENNE HA UN FISICO TONICO, UN MARITO BELLOCCIO CON CUI STA DA QUANDO AVEVA 16 ANNI, DUE FETTONE AL POSTO DEI PIEDI CHE STUZZICANO LE PERVERSIONI DEI FETICISTI DELL’ALLUCE, UN PASSATO COME FORNAIA - QUALCHE TEMPO FA LE FINLANDESI SONO INSORTE CREANDO #FINWITHSANNA PER PROTESTARE CONTRO CHI L'HA CRITICATA PER LA DECISIONE D'INDOSSARE UN…

sport

cafonal

viaggi

salute

“CHI NON È VACCINATO NON È COPERTO” - BASSETTI PROVA A RASSICURARE SUI PRIMI CONTAGI DI VAIOLO DELLE SCIMMIE, MA OTTIENE L’EFFETTO OPPOSTO: LE INIEZIONI OBBLIGATORIE CONTRO LA MALATTIA SONO STATE ABROGATE NEL 1981 E NON VENGONO FATTE PRATICAMENTE DAL 1974 - "È UN PROBLEMA EUROPEO E GLOBALE, DOBBIAMO FARE MOLTO BENE IL TRACCIAMENTO E FERMARE IL FOCOLAIO. NON C'È UNA CURA SPECIFICA, IN GENERE QUESTE FORME SI AUTOLIMITANO. SI TRASMETTE ANCHE ATTRAVERSO IL RESPIRO, MA SOLO SE…”