“L'AVVELENATA MI HA STANCATO, LA CONSIDERO UNA CANZONE MINORE. HO SCRITTO DI MEGLIO” – GUCCINI A "UN GIORNO DA PECORA": "IO MAESTRO? FINO A UN CERTO PUNTO. LOLLI MEGLIO DI ME - ZINGARETTI? MI PIACE ABBASTANZA. SCONVOLTI PERCHE’ HO DETTO DI NON ESSERE MAI STATO COMUNISTA? LI SCONVOLGERÒ CON UN'ALTRA RIVELAZIONE FORSENNATA: NON SONO…. ” - VIDEO

-

Condividi questo articolo

Da Un Giorno Da Pecora

 

guccini guccini

Io il 'maestro' della musica italiana? "Fino ad un certo punto, ci sono leggende molto più meritorie della mia. Penso, ad esempio, ad uno come Claudio Lolli”. Ospite di Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, il cantautore Francesco Guccini ha toccato diversi temi: la musica, la politica e le riflessioni sulla società post lockdown.

 

Claudio Lolli – hanno fatto notare i conduttori – non ha avuto il suo successo. “La sorte è andata in maniera diversa, per l'una e per l'altra persona”. Nel successo cosa conta oltre alle capacità artistiche? “Contano diverse cose, anche il modo di rapportarsi col pubblico, che Claudio non aveva molto. Ma era davvero molto bravo”. C'è una sua canzone che non le piace proprio? “No.

 

guccini guccini

Però 'l'Avvelenata' mi ha stancato, nel senso che piace a tutti ma io la considero una canzone minore. Ho scritto delle canzone migliori”. Lei aveva detto, proprio a Un Giorno da Pecora, in pieno lockdown, che usciti da quel periodo non saremmo stati migliori.

 

francesco guccini roberto roversi franco bonvicini alias bonvi francesco guccini roberto roversi franco bonvicini alias bonvi

Oggi la pensa allo stesso modo? “Siamo quelli di prima, forse siamo un po' peggiori. Non era facile ma abbiamo una costanza nel peggiorare”. In cosa siamo peggiorati dopo le riaperture post quarantena? “La gente se ne frega e va in giro a branchi. Sabato sera ero a Bologna, in zona universitaria, ed era pieno, pieno di giovani...” Che non rispettavano le regole? “Assolutamente no”. Lei invece come si comporta? “Cerco di rispettarle”.

guccini guccini

 

Si è molto parlato della sua intervista in cui ha dichiarato di non esser mai stato comunista. “La gente si è sconvolta perché non sono mai stato comunista. Li sconvolgerò con un'altra rivelazione forsennata: non sono testimone di Geova...”, ha ironizzato Guccini a Un Giorno da Pecora.

 

Cosa ha pensato nel vedere che tanti sono rimasti stupiti da quella sua frase? “Dipenda chi è rimasto stupito, non credo siano stati in molti”. Ora nel Pd c'è una discussione sulla leadership di Zingaretti. Lei cosa ne pensa? “Ogni tanto si cerca il pelo nell'uovo”. Zingaretti a lei piace? “Si, abbastanza”, ha concluso Guccini a Rai Radio1.

francesco guccini francesco guccini

 

guccini guccini guccini guccini LIGABUE GUCCINI LIGABUE GUCCINI francesco guccini canta bella ciao contro salvini, berlusconi e meloni francesco guccini canta bella ciao contro salvini, berlusconi e meloni

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

GAD, CI FAI O CI SEI? - ORA CHE SCRIVE PER “IL FATTO”, LERNER DENUNCIA “L'OMERTÀ” DELLA SINISTRA E DEI GIORNALI DOPO IL CROLLO DEL PONTE MORANDI. MA PERCHÉ NON SE N’E’ ACCORTO QUANDO ERA ANCORA A “REPUBBLICA”, CHE IMPIEGO’ CINQUE GIORNI, COME DEL RESTO IL "CORRIERE", PER SCRIVERE BENETTON ANZICHE' ATLANTIA? - LA SPIEGAZIONE DELL'ANIMA BELLA: “PESAVA IL FATTO CHE I BENETTON ERANO PARTE DEL CAPITALISMO DI RELAZIONE INSEDIATO NELLE PROPRIETÀ DEI GIORNALI”. AH, ECCO. QUANDO IL BORDELLO CHIUDE, BISOGNA FARE LE VERGINELLE....

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute