“NON FACCIO LA SOUBRETTE” – “CHE TEMPO CHE FA” PUNZECCHIA “STRISCIA LA NOTIZIA” E CONDIVIDE SU TWITTER LE PAROLE DI GIOVANNA BOTTERI - SI RIACCENDE LA POLEMICA DOPO IL SERVIZIO DEL TG SATIRICO SUL LOOK SCAPIGLIATO DELLA GIORNALISTA – LA PRECISAZIONE DI "STRISCIA": "LA VICENDA DEI CAPELLI DI GIOVANNA BOTTERI È PEGGIO DELLA FORFORA. NON C'È SHAMPOO CHE TENGA. UNA VOLTA PER TUTTE: QUELLE FRASI DELLA BOTTERI NON ERANO AFFATTO RIFERITE A NOI, MA..."

-

Condividi questo articolo

 

Da "www.liberoquotidiano.it"

 

GIOVANNA BOTTERI GIOVANNA BOTTERI

Giovanna Botteri punge Striscia la Notizia. La pagina Twitter di Che Tempo Che Fa, il programma di Fabio Fazio di Rai 3, condivide le parole dell'inviata di Viale Mazzini dalla Cina. "Sono una giornalista, scrivo, lavoro, faccio reportage, il mio lavoro è tutto qui- ha detto lanciando una frecciatina al programma di Antonio Ricci che aveva parlato del suo look -,  andare in tv, essere al mio posto. Da me la gente non si aspetta pettinature hollywoodiane, si aspetta di sapere le news, di sapere quello che sta succedendo". 

 

giovanna botteri a che tempo che fa 3 giovanna botteri a che tempo che fa 3

E ancora, sempre più in esplicito riferimento alla trasmissione di Canale 5: "Non mi sono tinta i capelli, non indosso abiti firmati. Credo che sia un diritto di ognuno di noi di esprimersi al meglio, essere quello che siamo. Io faccio la giornalista non faccio la soubrette, cerco di essere vestita in modo civile, decente ma da professionista che lavora".

 

LA PRECISAZIONE DI STRISCIA LA NOTIZIA

 

Caro Dago,

la vicenda dei capelli di Giovanna Botteri e Striscia è peggio della forfora, non c’è shampoo che tenga. Una volta per tutte: quelle frasi di Giovanna Botteri, trasformate in tweet dalla redazione di Che Tempo che fa, “gonfiate” da quei bontemponi di Liberoquotidiano.it, e ora riprese dal tuo sito, non erano affatto riferite a Striscia, ma riprendevano concetti già espressi parecchio tempo fa dall’inviata Rai in risposta a quanti la sfottevano per il suo look.

 

Striscia mandò in onda il “famoso” servizio proprio per difendere Giovanna da quegli attacchi invitandola, come disse Gerry Scotti, ad «Andare avanti così e non badare a chi sta a guardare il capello».

 

Quello che è accaduto dopo appartiene invece al teatro dell’assurdo. Dagli hater ai cosiddetti “benpensanti”, paladini del politicamente corretto per sentito dire, tutti si scatenarono contro Striscia per il suo “attacco” alla Botteri.

 

A scrivere la parola fine a quell’indegna gazzarra in cui venne coinvolta anche Michelle Hunziker, ci pensò direttamente Giovanna Botteri appena ebbe modo di vedere il servizio: «Cara Michelle, io non sono sui social, né su Facebook, né su Instagram, poi qui in Cina è molto difficile collegarsi, così c’è voluto del tempo prima che vedessi il tuo video e ti rispondo solo adesso: per fortuna non dobbiamo fare la pace, perché non abbiamo mai fatto baruffa, non abbiamo mai litigato, neanche con Striscia la notizia e Gerry Scotti».

 

Ora, noi ci fermeremmo qui, ma se vi diverte possiamo girarvi il video della “Lucianina” Littizzetto che sfotte la Botteri per i suoi capelli… Così la ruota dei criceti può continuare a girare.

 

L’ufficio stampa di Striscia la notizia

giovanna botteri a che tempo che fa 2 giovanna botteri a che tempo che fa 2 GIOVANNA BOTTERI GIOVANNA BOTTERI GIOVANNA BOTTERI GIOVANNA BOTTERI GIOVANNA BOTTERI GIOVANNA BOTTERI GIOVANNA BOTTERI GIOVANNA BOTTERI FABIO FAZIO E GIOVANNA BOTTERI FABIO FAZIO E GIOVANNA BOTTERI Giovanna Botteri Giovanna Botteri giovanna botteri premiata foto di bacco giovanna botteri premiata foto di bacco giovanna botteri foto di bacco (3) giovanna botteri foto di bacco (3) giovanna botteri a che tempo che fa giovanna botteri a che tempo che fa giovanna botteri a che tempo che fa 1 giovanna botteri a che tempo che fa 1

 

Condividi questo articolo

media e tv

CHRISTIAN RACCONTA VITTORIO DE SICA – “IL GIORNO DEL SUO FUNERALE AL VERANO C’ERA UNA “BUZZICONA”. SI È GIRATA E AVEVA LA MIA FACCIA. MI DISSE CHE ERA LA FIGLIA DI INES, LA SARTA DI MIO PADRE. CHIESI SPIEGAZIONI A MIA MADRE: “E QUESTA CHI È?”. E LEI MI DISSE…” - E POI QUEL “VECCHIO SCEMO” DI CHARLIE CHAPLIN, IL FILM DI ANDY WARHOL E QUEI “QUATTRO FROCI AMERICANI” – ROSSELLINI MI DISSE: “MEGLIO CHE CONTINUI A STUDIARE. FARE L’ATTORE È UN MESTIERE DA FANNULLONE” – LO SHOW DA FAZIO – VIDEO

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute