“NON RIESCO A STARE IN PIEDI”, MALORE PER PAOLO DEL DEBBIO DURANTE ‘DIRITTO E ROVESCIO’, IL CONDUTTORE ABBANDONA LA TRASMISSIONE: “HO UN PROBLEMA AD UNA GAMBA CHE PENSAVO DI POTER SUPERARE DURANTE LA PUNTATA, INVECE NON CI RIESCO. ECCO DA CHI E’ STATO SOSTITUITO - AGGIORNAMENTO VIA TWITTER: ''CARI TELESPETTATORI, MI AVETE INONDATO DI AFFETTO. ORA STO MEGLIO E...''

-

Condividi questo articolo

 

 

Da leggo.it

paolo del debbio marcello vinonuovo paolo del debbio marcello vinonuovo

Malore per Paolo Del Debbio durante la puntata di Diritto e rovescio di giovedì 16 gennaio. Dopo circa due ore il conduttore è stato costretto ad abbandonare la trasmissione per un forte dolore alla gamba che gli impediva di stare in piedi. «Ho un problema ad una gamba che pensavo di poter superare durante la puntata, invece non ci riesco», ha ammesso al ritorno da una pausa pubblicitaria.

 

 

 

«Non riesco a stare in piedi. Mi devo riposare un attimo. Ora viene Marcello Vinonuovo che è validissimo, mi sostituisce per un pochino». Il presentatore ha lasciato lo studio e il suo sostituto ha portato a termine la puntata fino all'1 di notte circa. Non sono state date altre informazioni in merito al problema avuto da Del Debbio, né è stato detto nulla sulla sua partecipazione alla prossima puntata.

 

Marcello Vinonuovo, giornalista per Mediaset dal 2007 ha lavorato come inviato per Studio aperto, ha lavorato a Tgcom24 e a Videonews, dove ha collaborato alla realizzazione di trasmissioni come Matrix e Quinta Colonna. Il pubblico televisivo lo conosce come conduttore del talk show  Dalla vostra parte nel 2017.

paolo del debbio dritto e rovescio 5 paolo del debbio dritto e rovescio 5 paolo del debbio dritto e rovescio 3 paolo del debbio dritto e rovescio 3 paolo del debbio dritto e rovescio 6 paolo del debbio dritto e rovescio 6 paolo del debbio marcello vinonuovo paolo del debbio marcello vinonuovo

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

UNA VECCHIA STORIA, COSÌ ''MODERNA'': LA CASA FARMACEUTICA CHE HA ANNUNCIATO DI AVER UN VACCINO DA TESTARE CONTRO IL CORONAVIRUS HA VISTO I SUOI TITOLI SCHIZZARE DEL 22% IN UN GIORNO (MA CI VORRANNO FINO A 18 MESI) - LA COLLABORAZIONE TRA L'AZIENDA, IL NIAD (ISTITUZIONE PUBBLICA AMERICANA) E IL SOGGETTO CHE HA FINANZIATO TUTTO LO SFORZO: LA  ''COALITION FOR EPIDEMIC PREPAREDNESS INNOVATIONS'' NATA A DAVOS NEL 2017 COME PARTNERSHIP PUBBLICO-PRIVATA CHE DESTINA A VARIE ORGANIZZAZIONI FONDI DI GOVERNI E RICCHI FILANTROPI