LA TRATTATIVA SEGRETA TRA ALESSIA MARCUZZI E LA RAI - ACHILLE LAURO E FEDEZ SI INCROCIANO ALLA SFILATA DI GUCCI E NEANCHE SI SALUTANO - CARLO VERDONE IN GIURIA NEL NUOVO SHOW DI CARLO CONTI? - TOMMASO ZORZI CONDURRA' UN REALITY DEDICATO AI SARTI - LUISELLA COSTAMAGNA POTREBBE NON ESSERE RICONFERMATA AD “AGORÀ”. E' UNA VENDETTA CONTRO IL M5S? - I PROBLEMI NASALI HANNO CONDIZIONATO LA SUA CARRIERA, ORA RACCONTA IN GIRO DI FANTOMATICI PROGETTI, IN REALTÀ INESISTENTI. DOPO UN PERIODO DI "REHAB" HA RICOMINCIATO CON LE VECCHIE ABITUDINI. DI CHI STIAMO PARLANDO?

Condividi questo articolo


alessia marcuzzi alessia marcuzzi

Giuseppe Candela per Dagospia

 

TELEMERCATO, LA TRATTATIVA SEGRETA TRA ALESSIA MARCUZZI E LA RAI

Qualche settimana fa Dagospia aveva svelato il riavvicinamento, a pochi mesi dall'addio, tra Mediaset e Alessia Marcuzzi. Sul tavolo tre programmi ma tutto si era concluso con un nulla di fatto e con il successivo sbarco di Belen Rodriguez a Le Iene. C'era stata una proposta del gruppo Discovery anticipata dal settimanale Oggi. E la Marcuzzi cosa farà? Dove andrà? Stando alle nostre fonti sarebbe in corso una trattativa con i vertici di Viale Mazzini. Una trattativa segreta, gestita direttamente dal potente manager Beppe Caschetto con l'amministratore delegato Carlo Fuortes e con il parere favorevole del direttore dell'Intrattenimento Prime Time Stefano Coletta. Una trattativa non conclusa ma in fase avanzata. Sui titoli le bocche sono cucite, cosa bolle in pentola?

achille lauro achille lauro

 

ACHILLE LAURO E FEDEZ ALLA SFILATA DI GUCCI NEMMENO UN SALUTO

Alla Milano Fashion Week se ne vedono di tutti i colori. Alla sfilata di Gucci erano presenti sia Fedez che Achille Lauro, protagonisti della scorsa estate con il tormentone "Mille" cantato con Orietta Berti. Gira voce che i due cantanti (per mancanza di ugole) all'evento non si sarebbero parlati e nemmeno salutati. Solo una svista o c'è altro?

fedez lol 2 fedez lol 2

 

AMICI 21, ECCO LA GIURIA DEL SERALE

Debutterà su Canale 5 sabato 19 marzo il nuovo serale di Amici di Maria De Filippi. Il talent show aveva ottenuto con la sua nuova formula ascolti record, ha scelto dunque di riconfermare l'intera giuria: il trio formato dal ballerino e conduttore Stefano De Martino, il cantante Stash e il principe Emanuele Filiberto di Savoia.

 

ENRICO PAPI ENRICO PAPI

IL PROGETTO (SEGRETO) DI ENRICO PAPI PER LA DOMENICA POMERIGGIO SALTATO IN EXTREMIS

Mediaset ha risolto i suoi problemi alla domenica pomeriggio: via Barbara D'Urso, dentro Maria De Filippi e Silvia Toffanin. Zero trash e leadership riconquistata. Ma, com'è noto, l'inizio del serale del talent show lascerà un vuoto nel giorno festivo per circa tre mesi. Verissimo ha risposto alla richiesta dell'azienda allungandosi ancora fino a metà aprile. A Cologno Monzese avevano però pensato a una alternativa: affidare la prima parte della domenica a Enrico Papi. Uno show che doveva richiamare alla storica Buona Domenica, una decina di puntate l'idea sul tavolo. Un progetto saltato in extremis anche per ragioni di budget. Papi si consolerà con la conduzione di Big Show, il programma potrebbe andare in onda la domenica sera dopo Lo Show dei Record.

carlo verdone armando feroci gallo cedrone carlo verdone armando feroci gallo cedrone

 

CARLO VERDONE IN GIURIA NEL NUOVO SHOW DI CARLO CONTI?

Sarà la società Palomar di Carlo Degli Esposti a produrre il nuovo talent show condotto da Carlo Conti dedicato alle cover band. The Band, questo il titolo, andrà in onda per quattro venerdì dal 22 aprile. Dieci band affiancate da dieci coach vip, non mancherà ovviamente una giuria. Stando alle nostre fonti dietro al bancone potrebbe esserci un pezzo da novanta del cinema e della tv: Carlo Verdone.

 

ZORZI RADDOPPIA SU DISCOVERY: CONDURRA' UN REALITY DEDICATO AI SARTI

TOMMASO ZORZI CON LA BORSETTA TOMMASO ZORZI CON LA BORSETTA

Tommaso Zorzi continua il suo percorso di collaborazione con il gruppo Discovery. L'azienda ha annunciato la seconda stagione di Drag Race Italia, l'influencer si concederà il bis. Stando alle nostre fonti il vincitore del Grande Fratello Vip dovrebbe essere impegnato in un altro progetto realizzato dal gruppo guidato da Laura Carafoli. L'azienda gli avrebbe offerto la conduzione di un reality dedicato al mondo della sartoria. 

luisella costamagna luisella costamagna

 

AGORA', LUISELLA COSTAMAGNA A RISCHIO?

A Viale Mazzini si lavora ai palinsesti della prossima stagione. Chi entra, chi esce. Con tutte le letture politiche e televisive del caso. Nei corridoi di Rai3 da qualche settimana in molti accennano a un probabile cambio di conduzione per Agorà, con la mancata riconferma di Luisella Costamagna. I motivi? Gli ascolti sono positivi ma c'è chi ha sempre ritenuto il suo stile e il suo approccio poco adatto al formato. C'è anche chi accenna a una vendetta politica contro il Movimento 5 Stelle, a cui la giornalista è stata più volte associata.

 

PALOMAR E LA PROGRAMMAZIONE "BLINDATA" PER STUDIO BATTAGLIA

barbara bobulova barbara bobulova

A proposito di Palomar, la società di Degli Esposti sembra avere il vento a favore. Il posto giusto in palinsesto conta e non poco. A Viale Mazzini gira voce che l'azienda abbia cercato e ottenuto una collocazione più "protetta" per la sua nuova fiction "Studio Battaglia". Secondo alcune voci accreditate la serie con Lunetta Savino e Barbara Bobulova avrebbe dovuto debuttare martedì 8 marzo su Rai1, ma avrebbe avuto contro, su Canale 5, l’attesissimo match di Champions League Liverpool-Inter.

 

La partenza è slittata a martedì 15 marzo scontrandosi con un match senza squadre italiane, ovvero Manchester United – Atletico Madrid. Con questo cambio di programmazione Rai1 trasmetterà sia martedì 8 marzo che mercoledì 9 marzo un film. Scelta abbastanza inusuale. Makari, prodotto sempre da Palomar, aveva evitato alle prime puntate il "super-spot", il golden minute da 60 secondi di Rai pubblicità.

lunetta savino foto di bacco lunetta savino foto di bacco

 

INDOVINELLI

1) I problemi nasali hanno condizionato la sua carriera, ora trascorre le giornate a raccontare in giro di fantomatici progetti, in realtà inesistenti. Dopo un periodo di "rehab" ha ricominciato con le vecchie abitudini. Di chi stiamo parlando?

 

2) Gira voce che la nota conduttrice avrebbe chiesto a una sua amica attrice di non fare ospitate, nemmeno in promozione, nel programma concorrente. Chi sono?

 

3) E' nel consiglio d'amministrazione della Rai, qualche sera fa ha trascorso una piacevole serata con una nota conduttrice, in compagnia di altre persone. La signora ha raccontato il suo momento di difficoltà quasi in lacrime chiedendo un supporto amichevole per restare al suo posto. Di chi stiamo parlando?

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - SONO GIORNI CHE FA UN CALDO DA TOGLIERE IL RESPIRO MA GIORGIA MELONI SUDA FREDDO - GIUNTA A UN BIVIO IN CUI E' DIVENTATO INUTILE IL SUO CAMALEONTISMO DA ATTRICE DI BORGATA, E’ SCOCCATA L’ORA DELLE “DECISIONI IRREVOCABILI” (COME DIREBBERO I SUOI) - LO HA BEN CAPITO IERI, A PALAZZO CHIGI: LA DUCETTA E’ SVENUTA QUANDO IL NEO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO EUROPEO, ANTONIO COSTA, HA COMUNICATO CHE IL DIRITTO DI VETO VERRA’ CASSATO: CON IL VOTO ALL’UNANIMITÀ NON SI PUÒ PIÙ GOVERNARE L’UNIONE EUROPEA, NE APPROFITTANO I PICCOLI STATI OSTILI A BRUXELLES PER METTERE IL BASTONE TRA LE RUOTE - È QUELLO CHE SUCCEDE A CHI DIMENTICA IL TERZO PRINCIPIO DELLA DINAMICA: AD OGNI AZIONE CORRISPONDE UNA REAZIONE UGUALE E CONTRARIA. E’ CHIARO CHE IL NO AL BIS DI URSULA CONDANNA IL GOVERNO DUCIONI A UNA EMARGINAZIONE CON ‘’RAPPRESAGLIA’’ SU COMMISSARI E FINANZIARIA. E AL SUO FIANCO, NON C’È PIÙ LA FORZA ITALIA SDRAIATA AI SUOI VOLERI MA UNA LEGA IN MODALITÀ ORBAN-LE PEN OSTILE NEI CONFRONTI DELL’UNIONE EUROPEA CHE MAI, COME NELL’ATTUALE DISORDINE MONDIALE, HA BISOGNO DI ESSERE UNITA PER NON FARSI TROVARE IMPREPARATA DALL’ESITO A NOVEMBRE DELLE PRESIDENZIALI AMERICANE

DAGOREPORT - COME MAI BARACK OBAMA NON SI È ANCORA SCHIERATO AL FIANCO DI KAMALA HARRIS? L’EX PRESIDENTE VUOLE ESSERE IL PAPA CHE DÀ LA BENEDIZIONE FINALE AL TICKET PRESIDENZIALE DEM, E NON SOLO ALLA CANDIDATA. IL GUAIO È TROVARE UN "RUNNING MATE" ADATTO: SERVE UN UOMO BIANCO CHE FACCIA DA CONTRALTARE ALLA DONNA, NERA E IDENTITARIA KAMALA. IN POLE JOSH SHAPIRO, MA IL SUO ESSERE EBREO PORTEBBE INIMICARGLI IL FAVORE DELL'ELETTORATO ARABO E DEI RADICAL FILO-PALESTINESI (OCASIO-CORTEZ E COMPAGNIA) – COME SI È ARRIVATI AL RITIRO DI BIDEN: LO STAFF DI “SLEEPY JOE” GLI HA SOTTOPOSTO DEI SONDAGGI HORROR (ERA A 7 PUNTI DA TRUMP) E IL PRESIDENTE HA CAPITO CHE NON C’ERA PIÙ NIENTE DA FARE…

DAGOREPORT - PRIMA DI RISPOLVERARE SECCHIELLI E PALETTE, SLIP E TANGA, IL GOVERNO DUCIONI DEVE SBROGLIARE QUEL CUBO DI RUBIK CATODICO CHE SI CHIAMA RAI. LA FIAMMA TRAGICA È TUTTA D’ACCORDO DI METTERE L’EX “GABBIANO” GIAMPAOLO ROSSI SULLA POLTRONA DI AMMINISTRATORE DELEGATO, AL POSTO DI ROBERTO SERGIO CHE NON CE L’HA FATTA A VINCERE LA DIFFIDENZA TOTALE VERSO GLI “ESTRANEI” DI VIA DELLA SCROFA - MA IL VERO ROMPICOJONI DI GIORGIA È SEMPRE LUI: MATTEO SALVINI CHE TEME DI RESTARE FUORI DALLA SPARTIZIONE TRA FDI, CON ROSSI SULLA POLTRONA DI AD, E FORZA ITALIA CON SIMONA AGNES ALLA PRESIDENZA. OVVIAMENTE NON HANNO NESSUNA INTENZIONE DI DARE AL CARROCCIO LA POLTRONA DI DIRETTORE GENERALE, SULLA QUALE STA SEDUTO ORA ROSSI...

DAGOREPORT - LUGLIO SI CONFERMA IL MESE PIÙ CRUDELE PER IL FASCISMO DI IERI (25 LUGLIO, LA CADUTA DEL DUCE) E PER IL POST-FASCISMO DI OGGI (18 LUGLIO, L’EURO-CAPITOMBOLO DELLA DUCETTA) - IL "NO" A URSULA VON DER LEYEN SEGNA LO SPARTIACQUE DEL GOVERNO MELONI NON SOLO IN EUROPA MA ANCHE IN CASA: SI TROVERÀ CONFICCATA NEL FIANCO NON UNA BENSÌ DUE SPINE. OLTRE ALL'ULTRA' SALVINI, S'AVANZA UNA FORZA ITALIA CON VOLTI NUOVI, NON PIÙ SUPINA MA D’ATTACCO, CHE ''TORNI AD ESSERE RIFERIMENTO DEI TANTI MODERATI DEL PAESE” (PIER SILVIO) - ORA I PALAZZI ROMANI SI DOMANDANO: CON DUE ALLEATI DI OPPOSIZIONE, COSA POTRÀ SUCCEDERE AL GOVERNO DELLA UNDERDOG DELLA GARBATELLA? NELLA MENTE DELLA DUCETTA SI FA STRADA L’IDEA DI ANDARE AL VOTO ANTICIPATO (COLLE PERMETTENDO), ALLA RICERCA DI UN PLEBISCITO CHE LA INCORONI “DONNA DELLA PROVVIDENZA” A PIAZZA VENEZIA - MA CI STA TUTTA ANCHE L’IDEA DI UNA NUOVA FORZA ITALIA CHE RIGETTI L'AUTORITARISMO DI FDI PER ALLEARSI CON IL PARTITO DEMOCRATICO E INSIEME PROPORSI ALL’ELETTORATO ITALIANO COME ALTERNATIVA AL FALLIMENTO DEL MELONISMO DEL “QUI COMANDO IO!”

DAGOREPORT - ANZICHÉ OCCUPARSI DI UN MONDO SOTTOSOPRA, I NOSTRI SERVIZI SEGRETI CONTINUANO LE LORO LOTTE DI POTERE - C’È MARETTA AL SERVIZIO ESTERO DELL’AISE, IL VICE DIRETTORE NICOLA BOERI VA IN PENSIONE. CARAVELLI PUNTA ALLA NOMINA DEL SUO CAPO DI GABINETTO, LEONARDO BIANCHI, CHE È CONTRASTATA DA CHI HA IN MENTE UN ESTERNO – ACQUE AGITATE ANCHE PER IL CAPO DELL’AISI, BRUNO VALENSISE: IL SUO FEDELE VICE DIRETTORE CARLO DE DONNO VA IN PENSIONE, MENTRE L’ALTRO VICE, GIUSEPPE DEL DEO, USCITO SCONFITTO DALLA CORSA PER LA DIREZIONE, SCALPITA – MENTRE I RAPPORTI CON PALAZZO CHIGI DELLA DIRETTORA DEL DIS, ELISABETTA BELLONI, SI SONO RAFFREDDATI…