MATTHEW M.WILLIAMS LASCIA GIVENCHY: SI RIACCENDONO LE VOCI SU UN POSSIBILE APPRODO DELL’EX DIRETTORE CREATIVO DI GUCCI ALESSANDRO MICHELE A LVMH, ANCHE SE DALLA GALASSIA ARNAULT NEGANO L’ARRIVO DI NOMINE IMMINENTI. IL PATTO DI NON CONCORRENZA TRA LO STILISTA ROMANO (CHE HA SAPUTO PORTARE COL MANAGER MARCO BIZZARRI GUCCI A UN FATTURATO ANNUO SUPERIORE A 10 MILIARDI DI EURO) E LA MAISON DEL GRUPPO KERING E’ APPENA SCADUTO, DOPO L’USCITA IL 22 NOVEMBRE DELLO SCORSO ANNO…

-

Condividi questo articolo


Tommaso Palazzi per milanofinanza.it

 

 

 

matthew williams matthew williams

L’uscita di Matthew M. Wiliams da Givenchy scatena di nuovo le speculazioni sul futuro di Alessandro Michele da Lvmh. Lo stilista romano è appena stato intervistato da un’importante testata americana e, secondo le clausole abituali per i contratti apicali, il suo patto di non concorrenza con Kering dovrebbe essere appena scaduto, essendo passati più di 12 mesi dal suo addio a Gucci.

 

 

Ma andiamo con ordine. Dopo tre anni alla direzione creativa di Givenchy, Matthew M. Wiliams lascerà il suo ruolo a partire dal 1°gennaio 2024. (...) Con l’uscita dalla maison di Lvmh, il 37enne americano, che aveva preso il posto di Clare Waight Keller (vedere MFF del 16 giugno 2020),il buzz intorno ad Alessandro Michele ha preso nuovo vigore.

Alessandro Michele foto Di Bacco Alessandro Michele foto Di Bacco

 

 

 

Non tanto perché si ipotizzi un suo approdo alla maison che fu guidata già da John Galliano e poi da Alexander McQueen. Ma perché alcuni immaginano un effetto domino in alcuni brand di primo piano della galassia Arnault.

 

«Ci sono momenti in cui le strade si dividono a causa delle diverse prospettive che ognuno di noi può avere. Oggi si conclude per me un viaggio straordinario, durato più di vent’anni, all’interno di un’azienda a cui ho dedicato instancabilmente tutto il mio amore e la mia passione creativa». Queste le parole di Alessandro Michele nel giorno dell’annuncio. Proprio lui che, dopo aver preso le redini creative di Gucci nel 2015, ha saputo riaccendere l’entusiasmo intorno alla maison. «La strada che Gucci e Alessandro hanno percorso insieme negli ultimi anni è unica e rimarrà un momento eccezionale nella storia della maison».

1 bernard arnault 1 bernard arnault

 

(...)L’uomo che con il manager Marco Bizzarri ha saputo portare Gucci a un fatturato annuo superiore a 10 miliardi di euro, insomma, resta l’ossessione del fashion system. Il non competition agreement dell’ex ceo, intanto, dovrebbe scadere a metà aprile 2024. E anche per lui si accendono le ipotesi. «Tutte le voci uscite finora sono infondate. Aspettate la primavera...», ha detto a MFF avvicinato durante la cena di beneficienza per lo Ieo-Monzino dello scorso 23 novembre.

Alessandro michele marco bizzarri Alessandro michele marco bizzarri francois henri pinault marco bizzarri francois henri pinault marco bizzarri francois henri pinault marco bizzarri alessandro michele francois henri pinault marco bizzarri alessandro michele 97 bernard arnault con i figli delphine e antoine, dirigenti del gruppo lvmh 97 bernard arnault con i figli delphine e antoine, dirigenti del gruppo lvmh Alessandro Michele foto Di Bacco (2) Alessandro Michele foto Di Bacco (2)

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - FERMI TUTTI! SECONDO UN SONDAGGIO RISERVATO, LA CANDIDATURA DEL GENERALE VANNACCI POTREBBE VALERE FINO ALL’1,8% DI CONSENSI IN PIÙ PER LA LEGA SALVINIANA. UN DATO CHE PERMETTEREBBE AL CARROCCIO DI RESTARE SOPRA A FORZA ITALIA - A CICCIO TAJANI È PARTITO L’EMBOLO. COSÌ QUEL MERLUZZONE DEL MINISTRO DEGLI ESTERI SI È TRASFORMATO IN PIRANHA: HA MESSO AL MURO LA MELONI, MINACCIANDO IL VOTO DI SFIDUCIA SE LA SEPARAZIONE DELLE CARRIERE DEI MAGISTRATI, LEGGE SIMBOLO DEL BERLUSCONISMO, NON VIENE APPROVATA PRIMA DELLE ELEZIONI EUROPEE...

INTER-ZHANG: GAME OVER? IL PRESIDENTE NON PUÒ LASCIARE LA CINA E STA COMBATTENDO IL WEEKEND PIÙ DURO DELLA SUA VITA PER NON PERDERE ANCHE L’INTER. BALLA IL PRESTITO DA 375 MILIONI CHE ZHANG DEVE RESTITUIRE A OAKTREE. IL FONDO PIMCO SI ALLONTANA - SE LA TRATTATIVA PER UN NUOVO FINANZIAMENTO NON SI SBLOCCA ENTRO LUNEDÌ, OAKTREE SI PRENDERA’ IL CLUB. UNA SOLUZIONE CHE SAREBBE MOLTO GRADITA AL DG MAROTTA. FORSE IL DIRIGENTE SPORTIVO PIÙ POTENTE D’ITALIA HA GIÀ UN ACQUIRENTE? O FORSE SA CHE...

DAGOREPORT - VANNACCI SARÀ LA CILIEGINA SULLA TORTA O LA PIETRA TOMBALE PER MATTEO SALVINI, CHE TANTO LO HA VOLUTO NELLE LISTE DELLA LEGA, IGNORANDO LE CRITICHE DEI SUOI? - LUCA ZAIA, A CUI IL “CAPITONE” HA MOLLATO UN CALCIONE (“DI NOMI PER IL DOPO ZAIA NE HO DIECI”), POTREBBE VENDICARSI LASCIANDO CHE LA BASE LEGHISTA ESPRIMA IL SUO DISSENSO ALLE EUROPEE (MAGARI SCEGLIENDO FORZA ITALIA) - E COSA ACCADREBBE SE ANCHE FEDRIGA IN FRIULI E FONTANA IN LOMBARDIA FACESSERO LO STESSO? E CHE RIPERCUSSIONI CI SAREBBERO SUL GOVERNO SE SALVINI SI RITROVASSE AZZOPPATO DOPO LE EUROPEE?