MUGHINI - POSSIBILE CHE UNO COME ME DIVENTI PER LE SOCIETÀ PRODUTTRICI DI LUCE E GAS QUEL CHE BRIGITTE BARDOT ERA PER NOI VENTENNI DEI SESSANTA? POSSIBILISSIMO ECCOME, E TANTO PIÙ CHE SI ANNUNCIA UN AUMENTO VERTIGINOSO DEI COSTI DI QUELLE BOLLETTE. DETTO QUESTO CONTINUERÒ A PAGARE I 7-8MILA EURO L’ANNO. SOLO VORREI CHE DA ADESSO ALLA FINE DEI MIEI GIORNI NESSUN KILLER TELEFONICO MI ROMPESSE I COGLIONI A...

Condividi questo articolo


Giampiero Mughini per Dagospia

 

mughini mughini

Caro Dago, a proposito di bollette luce e gas e del loro relativo costo, un tema che giudico non meno cruciale del sì o no al green pass, spero di non annoiare i tuoi lettori col raccontarti la mia esperienza professionale.

 

Succede che io viva in una casa grande, che è assieme la mia casa e il mio studio professionale dove contenere la mia biblioteca di lavoro, e dunque che il consumo di luce e gas vi è notevole. Tanto che sino a poco tempo fa pagavo ben tre bollette distinte e separate, due all’Acea e una all’Eni.

 

A dirla altrimenti ero e sono un pollo da spellare ben bene, e non c’è bisogno che entri nel dettaglio delle cifre (terrificanti). Dopo anni che altri gestori mi rompevano i coglioni a supplicarmi di passare con loro (telefonate a ora di pranzo pressoché quotidiane) mi sono arreso alla comodità di portare le tre bollette a due e dunque di pagarle a un unico gestore, l’Enel. Naturalmente non penso che risparmierò un solo euro, solo penso di ridurre il numero di bollette e le relative pratiche di pagamento.

bollette luce gas bollette luce gas

 

Solo che a vedersi sfilare di mano un tale pollo, quelli dell’Acea hanno cominciato a dar di matto. Sotto forma di anche due telefonate al giorno in cui mi supplicavano di recedere dalla mia decisione e questo con l’offrirmi sconti apparentemente spaventosi. Anche due persone al giorno da loro pagate per supplicare il pollo di continuare a fare il pollo. Dopo quasi un mese ho cominciato a minacciare quelli che mi telefonavano. Dopo un mese e mezzo finalmente niente più telefonate.

 

bollette luce gas bollette luce gas

A questo punto ha cominciato a telefonarmi una sedicente Società di consulenza, anche due volte al giorno, a spiegarmi come l’Enel mi farà pagare più di quanto loro abbiano indicato, che loro ne sono turbatissimi e che per questo mi offrono condizioni ulteriormente vantaggiose. Fino a due telefonate al giorno pur di diventare un pollo a loro uso e consumo.

 

Possibile che uno come me diventi per le Società produttrici di luce e gas quel che Brigitte Bardot era per noi ventenni dei Sessanta? Possibilissimo eccome, e tanto più che si annuncia un aumento vertiginoso dei costi di quelle bollette e solo adesso qualcuno al governo sembra che se ne sia accorto.

 

Detto questo io continuerò a pagare i 7-8mila euro l’anno che mi costa illuminare e riscaldare (raffreddare) casa mia. Ci mancherebbe altro. Solo vorrei che da adesso alla fine dei miei giorni nessun killer telefonico mi rompesse i coglioni a ora di pranzo. Solo questo chiedo al Destino a Dio o a Allah o a chiunque altro del loro rango.

bollette luce gas bollette luce gas

 

giampiero mughini foto di bacco giampiero mughini foto di bacco giampiero mughini foto di bacco giampiero mughini foto di bacco

GIAMPIERO MUGHINI

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

DOVE VAI IN VACANZA? A GRADO! – LO STORICO DELL'ARTE LUIGI FICACCI: "PROPRIO DOVE L’ADRIATICO SI CONCLUDE IN UNA LAGUNA SI POSSONO RINTRACCIARE I CARATTERI DELLA PIÙ ELEVATA CIVILTÀ BIZANTINA, IN UN AVORIO CONSERVATO AL BRITISH MUSEUM. E’ MOLTO PROBABILE CHE NEL VII SECOLO, QUELLA TAVOLETTA VENISSE ESEGUITA E INSERITA IN UNA CATTEDRA VESCOVILE EBURNEA, DEDICATA ALL’APOSTOLO PIETRO – E POI LA CATTEDRALE DI SANT'EUFEMIA, LA BELLISSIMA CHIESA DI SANTA MARIA DELLE GRAZIE, IL CAMPO DEI PATRIARCHI, UN ORGANISMO URBANO CHE…" - VIDEO

salute