NOTHING ELSE MATTERS – È MORTO IN AUSTRALIA L’EX BASSISTA DEGLI AC/DC, PAUL MATTERS: VENNE LICENZIATO DA BON SCOTT NEL 1975 DOPO AVER MILITATO NEL GRUPPO SOLO POCHE SETTIMANE, POI ABBANDONÒ DEL TUTTO LA MUSICA - “BON SCESE DAL RETRO DI UN CAMION E MI DISSE CHE NON SAREI TORNATO A MELBOURNE CON LORO. MI SONO VOLTATO E NON GLI HO DETTO UNA PAROLA..”

-

Condividi questo articolo

 

 

Da www.rockol.it

 

paul matters paul matters

E' morto in Australia l'ex bassista degli AC/DC Paul Matters. Descritto dalla band come un 'bel ragazzo', venne licenziato da Bon Scott nel 1975 dopo avere militato nel gruppo solo per poche settimane. Poi abbandonò del tutto la musica conducendo una vita molto ritirata.

 

Nel libro del 2017 di Jesse Fink 'Bon: The Last Highway', Matters dichiarò: "Sono stato con loro solo per poco tempo. Ho fatto il tour di "High Voltage" in giro per l'Australia." Così ricordò come venne licenziato dal cantante della band australiana: "Scese dal retro di un camion... e mi disse che non sarei tornato a Melbourne con loro. Eravamo a Sydney a fare un concerto per degli studenti. Quindi non suonai quel giorno. Mi sono voltato e non gli ho detto una parola. Mi sono voltato e sono uscito."

 

Disse di se stesso che gli piaceva suonare dal vivo ma era meno a suo agio in studio: "Credo che fossi solo un po' pigro". Un ex collega di una precedente band, Les Gully, nel libro disse che Matters "non si adattava veramente" agli AC/DC perché "aveva opinioni e sensibilità forti e suonava ciò che gli piaceva".

 

les gully steve cowley peter de jong paul matters les gully steve cowley peter de jong paul matters

Un suo amico, Paul Wescombe, gli ha reso omaggio scrivendo: “Ricordo che riusciva sempre a farmi ridere quando era dell'umore giusto. Dopo aver lasciato il New South Wales ho perso i contatti con lui come molte altre persone nel corso degli anni. Da tutte le notizie ha vissuto una vita solitaria nei suoi ultimi anni e il suo primo stile di vita rock'n'roll gli ha minato la salute. Mancherà a tutti coloro che lo conoscevano."

malcolm young, phil rudd, paul matters, angus young e bon scott malcolm young, phil rudd, paul matters, angus young e bon scott

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

CI SCRIVE TRENITALIA E AMMETTE CHE LE ESIGENZE DI MOBILITÀ DEL PERIODO NATALIZIO ''NON POSSONO ESSERE SEMPLICEMENTE RIMODULATE SULLA BASE DELLE ESPERIENZE DEGLI ANNI PASSATI, MA IMPONGONO UNA APPROFONDITA VALUTAZIONE DEL MUTATO CONTESTO''. QUINDI QUEST'ANNO I BIGLIETTI PER I TRENI NATALIZI SARANNO DISPONIBILI ''A PARTIRE DAGLI INIZI DI NOVEMBRE'', CON VARIE SETTIMANE DI RITARDO RISPETTO AL SOLITO. SEMPRE CHE IN QUESTI GIORNI NON SIA IL GOVERNO A SCONVOLGERE I PIANI DI VIAGGIO DEGLI ITALIANI…

salute

OPINIONI CONTROCORRENTE - BECCHI E ZIBORDI: SOLO TRUMP HA CAPITO CHE I LOCKDOWN SONO ANTISCIENTIFICI E DISTRUGGONO INUTILMENTE MILIONI DI VITE: IN CALIFORNIA MUORE UNA PERSONA A SETTIMANA DI CORONAVIRUS (10MILA PER ALTRE CAUSE) EPPURE BLOCCANO TUTTO - MEDICI SCETTICI SULL'EFFICACIA DELLE MASCHERINE NON FFP2, SOPRATTUTTO ALL'APERTO - I MORTI SONO 80-90ENNI CON PATOLOGIE PREGRESSE, QUINDI BISOGNA TENERLI AL RIPARO DAL CONTAGIO, MENTRE GLI ALTRI DOVREBBERO CONTINUARE A VIVERE E LAVORARE - NEL 57-58 L'ASIATICA FECE IL TRIPLO DELLE VITTIME MA FU L'ANNO DEL BOOM ECONOMICO PERCHÉ...