LA SCRITTRICE BRITANNICA HILLARY MANTEL, VINCITRICE DI DUE “MAN BOOKER PRIZE”, HA IL CORAGGIO DI DIRE CIÒ CHE TUTTI SANNO, MA CHE NESSUNO OSA NEMMENO PENSARE: “KATE MIDDLETON SEMBRA UN MANICHINO, HA UN SORRISO DI PLASTICA. PARE FATTA APPOSTA PER RIPRODURSI” - APRITI CIELO! I SUDDITI ADORANTI, CAMERON COMPRESO, SONO SUBITO CORSI IN AIUTO DELLA PRINCIPESSINA INCINTA, CONDANNANDO LA SACRILEGA MANTEL...

Condividi questo articolo

Andrea Andrei per Dagospia

Da "Daily Mail"
http://bit.ly/XK22jb

LA SCRITTRICE HILLARY MANTELLA SCRITTRICE HILLARY MANTEL

"È fredda come un manichino. Sembra essere stata fabbricata solo per fare figli". Una frase che nessuna donna vorrebbe sentirsi dire, soprattutto se incinta. Se poi quella donna è nientemeno che Kate Middleton, moglie dell'erede al trono d'Inghilterra il principe William e duchessa di Cambridge, quell'invettiva suona come una bestemmia. Specie per i devoti sudditi inglesi, che hanno una sorta di adorazione per la bella principessa.

A creare scompiglio, tanto da finire sulle prime pagine dei tabloid del Regno Unito, è stata una personalità che in Inghilterra gode di grande popolarità: la scrittrice Hillary Mantel, vincitrice per ben due volte del prestigioso premio letterario "Man Booker Prize".

KATE MIDDLETON E IL PRINCIPE WILLIAMKATE MIDDLETON E IL PRINCIPE WILLIAM

È stata proprio lei a pronunciare la scandalosa frase. E non si può dire che sia stata travisata, perché la Mantel ci ha tenuto anche a ribadire il concetto utilizzando varie perifrasi del tipo: "Sembra essere stata costruita da un artigiano: ha un sorriso di plastica e il suo corpo lucido sembra fatto a mano. È passata da essere una bambola snodabile a una donna il cui unico scopo sembra quello di riprodursi". E ancora: "La prima volta che la vidi mi sembrava un manichino. Era completamente definita da ciò che indossava. La promessa sposa di William era tutto quello che si potesse desiderare: non aveva stranezze, né capricci, né carattere". La Mantel ha poi accusato i reali di aver sollevato un polverone inutile sulla storia delle foto in bikini di Kate, pubblicate da una rivista italiana: "Il corpo reale serve per essere guardato".

KATE MIDDLETON CON LA PANCETTAKATE MIDDLETON CON LA PANCETTA

Apriti cielo. I sudditi sono corsi subito in aiuto della principessa, dalla gente comune fino alle autorità. Su Twitter è arrivata una pioggia di messaggi di sostegno per Kate e di condanna per la Mantel, accusata di volersi solo fare pubblicità.

Addirittura il primo ministro David Cameron, durante un viaggio di Stato in India ha trovato il tempo di difendere la moglie di William, sostenendo che "Hillary Mantel è una grande scrittrice, ma i suoi giudizi sono completamente sbagliati. Da quello che ho potuto vedere, sia durante le Olimpiadi che in occasione di altri eventi pubblici, la principessa è una persona brillante, coinvolgente, un'ottima ambasciatrice per la Gran Bretagna". Completando la sua apologia con un commosso: "Dovremmo esserne orgogliosi".

LA SCRITTRICE HILLARY MANTELLA SCRITTRICE HILLARY MANTEL

Intanto la Duchessa ha affrontato il suo primo impegno ufficiale dell'anno, visitando una struttura di recupero per donne tossicodipendenti, gestito da Action on Addiction, ente benefico di cui lei è sostenitrice. Molto applaudita dai presenti, Kate è apparsa solare come al solito, senza nascondere la rotondità, appena accennata, della "pancetta" (è ormai a metà gravidanza). Sarà pure stata fatta apposta per quello, ma bisogna riconoscere che dare alla luce un probabile re d'Inghilterra non è cosa da tutti.

 

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

CAFONALINO DELL'ITALIA MORENTE – DOPO AVER PERSO IL BIGLIETTO DELLA LOTTERIA PER MANIFESTA ARROGANZA, NON AVENDO PIU' UNA CAZZO DI QUERELA DA FARE, RENZI SCRIVE (SI FA PER DIRE) UN LIBRO DI FOSFORESCENTE INUTILITA' E LO PRESENTA PURE ALLA GALLERIA BORGHESE – TRA UN TRULLALERO E UN TRALLALA', TRA LA BOSCHI CAMUFFATA DA PRATO E NOBILI CON LA MASCHERINA DELLA ROMA, IL SENATORE SEMPLICIOTTO DI RIGNANO HA SPARATO UN PAIO DI CAZZATE: “QUELLA DI DAVIGO È UNA BESTIALITÀ GIURIDICA. AUTOSTRADE? SI È FATTO PRIMA A FARE IL PONTE CHE A FARE LA REVOCA. SI VOTA NEL 2023, ALLORA MEGLIO METTERE MANO ALLE REGOLE” (INSOMMA, PER RIMANDARLO A GIOCARE A FLIPPER, TOCCA ASPETTARE TRE ANNI. 'NA TRAGEDIA) – VIDEO

viaggi

salute