WHAT’S THE STORY, MORNING GLORIA! - DA ‘TOPLESS MODEL’ DELLA TERZA PAGINA DEL “SUN” A MINISTRO OMBRA DEI LABOUR - LA RESISTIBILE ASCESA DI GLORIA DE PIERO (TOSTA, BONA E DE’ SINISTRA)…

Figlia di emigrati italiani, la De Piero è stata eletta parlamentare laburista nel 2010 e oggi è la nuova star del partito di Ed Miliband - Alla Bbc era una delle redattrici più stimate da Blair - Si è conquistata i voti nei pub, nei negozi e nei mercati, la sua popolarità cresce e poco importa il topless di quando aveva 15 anni…

Condividi questo articolo


Fabio Cavalera per "Il Corriere della Sera"


Molti pensano che la politica sia solo un balletto fra uomini che si urlano dietro uno con l'altro». Se Gloria De Piero tornasse nel paese da dove vengono i suoi italianissimi genitori, Giorgia e Maddalena, avrebbe di che divertirsi e inorridire di fronte alla volgarità (di uomini e donne) che esce talvolta dagli show televisivi e parlamentari di casa nostra.

GLORIA DE PIEROGLORIA DE PIERO

Ma Gloria De Piero porta cognome italiano, è figlia di emigrati italiani, è nata a Bradford nel West Yorkshire, ha studiato in Inghilterra, si è laureata in Inghilterra, ed è stata eletta parlamentare laburista ai Comuni nel 2010. Dunque alla risse italiche non è abituata. Però i conti con i vizi che imperversano anche dalle parti di Westminster, a cominciare da certi stereotipi sessisti o dal misero spettacolo di giudicare le donne che si dedicano alla politica più dall'aspetto che dal cervello, li deve pur fare persino in Inghilterra dove non si raggiungono i livelli d'italiano degrado ma dove, altresì, vanno in onda copioni sgradevoli.

GLORIA DE PIEROGLORIA DE PIERO

E allora Gloria De Piero, innamoratasi dei laburisti quando aveva 18 anni ed era all'università (oggi quarantenne ha laurea in scienze sociali), ha pensato di dedicarsi alla «mission» quasi impossibile di restituire dignità alla politica, di impegnarsi a difesa della povera gente (lei che è stata povera davvero, senza neppure i soldi per il pranzo scolastico, papà operaio tessile), di mettere in discussione l'egemonia politica di quei maschi che si urlano dietro come galletti.

GLORIA DE PIEROGLORIA DE PIERO

Così si è costruita piano piano un curriculum interessante e da pochi giorni è ministro ombra laburista per le pari opportunità. Era una parlamentare di seconda fila, è una star con origini italiane che splende nel mondo della politica britannica e nel mondo labour, versione Ed Miliband.

La gavetta l'ha fatta sul serio, incrociando miseria (o quasi) e subendo colpi bassi (ma è parte del gioco). Come quello che le tirò il tabloid Daily Mail il 28 marzo 2010, alla vigilia del voto per i Comuni, quando sparò in prima pagina: La stella dei Brown (all'epoca premier laburista) era una ragazza della pagina 3 (la pagina del Sun che pubblica foto di giovani col seno scoperto). Aggiungendo: ieri ha posato col primo ministro ma 20 anni fa era una «topless model». Titolo ripetuto due giorni fa sempre dal Mail, che è di fede tory.

GLORIA DE PIEROGLORIA DE PIERO

E' vero, Gloria De Piero aveva 15 anni e si fece fotografare mezza nuda. «Avevo bisogno di qualche soldo per comperare i vestiti», ha sempre ribattuto tranquilla. E, in ogni caso, il pettegolezzo pruriginoso non paga dato che poi il collegio del Nottinghamshire per un soffio (152 voti sudati al fotofinish finale) l'ha spedita a Westminster.

GLORIA DE PIEROGLORIA DE PIERO

Tosta, seria e bella (il mensile «FHM» l'ha inserita fra le 100 donne più sexy e sensuali del Regno Unito). Abituata dalla famiglia a cavarsela da sola e senza tanti compromessi. Il liceo non è stato brillante, anzi, ma l'università l'ha chiusa col massimo dei voti. Poi l'impegno politico e il giornalismo alla Bbc (nessuna raccomandazione).

GLORIA DE PIEROGLORIA DE PIERO

Pare che fosse una delle redattrici più stimate, per il garbo, da Tony Blair al quale (tanto per capire il tipo) rimanda questa cartolina: «Un consumato comunicatore che usa l'umorismo per sviare i problemi seri». Le hanno, qualche volta, appiccicato l'etichetta di velina, velina della sinistra. Ma, altro che velina sciocca o superficiale. Considerato che il clima attorno alla politica tende al brutto, Gloria De Piero ha avuto una idea semplice e fuori dal coro.

GLORIA DE PIEROGLORIA DE PIERO

E' andata nei pub, nei negozi, nei mercati e si è presentata agli elettori di sinistra e destra con la domanda più semplice: «Per quale motivo ci odiate?» E ha sentito la sinfonia: siete egoisti, incapaci, fannulloni, beoti, beceri. Le forche caudine ma ha imparato la lezione. Unica fra i parlamentari dei Comuni. Ed è per questo motivo che la popolarità trasversale della De Piero (le colleghe del partito conservatore la stimano), mezza italiana e mezza inglese, cresce. Poco importa il topless di quando aveva 15 anni che le viene rinfacciato dal tabloid.

GLORIA DE PIEROGLORIA DE PIERO

 

 

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY

media e tv

politica

I SINISTRATI SONO SEMPRE I PRIMI AD APPROFITTARE DEI PRIVILEGI – ALEXANDRIA OCASIO-CORTEZ, STELLINA “RADICAL” DEL PARTITO DEMOCRATICO AMERICANO, È SOTTO INDAGINE DELLA COMMISSIONE ETICA DEL CONGRESSO PER LA PARTECIPAZIONE AL MET GALA DELLO SCORSO ANNO – LA OCASIO CORTEZ SI PRESENTÒ CON UN’ABITO CON SCRITTO “TAX THE RICH”. LA COMMISSIONE HA RICEVUTO DUE RICORSI: UNO SUI BIGLIETTI GRATIS RICEVUTI PER L’EVENTO, IL SECONDO SULL’ABITO, CHE “RAPPRESENTA UN REGALO LEGATO ALLA SUA POSIZIONE ALLA CAMERA”

business

cronache

sport

DOPO AVER SCASSATO IL BILANCIO DELLA JUVE, CR7 PUO’ DARE LA MAZZATA DEFINITIVA A AGNELLI - RONALDO È PRONTO A PRESENTARE LA “CARTA SEGRETA” IN PROCURA. IL PORTOGHESE È STATO RICONOSCIUTO DAI SINDACI COME “CREDITORE” DI 20 MILIONI DI EURO. LA SUA RICHIESTA DI ACCESSO AGLI ATTI È STATA RESPINTA PERCHÉ "GENERICA". MA PER GLI INQUIRENTI LUI HA IL DOCUMENTO – LA SOCIETA’ DI REVISIONE DELOITTE: "NEI BILANCI MANCANO I DEBITI" – I RISCHI DI “SANZIONI, ESCLUSIONE O LIMITAZIONE ALL'ACCESSO ALLE COMPETIZIONI” PER LE CONTROVERSIE CON LA UEFA…

cafonal

viaggi

salute

“ENTRO FINE ANNO AVREMO 10 MILIONI DI ITALIANI A LETTO CON L'INFLUENZA” - IL VIROLOGO FABRIZIO PREGLIASCO: “NEGLI ULTIMI ANNI DI VIRUS NE È CIRCOLATO POCO PER VIA DI MASCHERINE E DISTANZIAMENTO E PER QUESTO ABBIAMO UNA QUOTA MAGGIORE DI POPOLAZIONE PREDISPOSTA AL CONTAGIO - GLI ANTIBIOTICI NON VANNO MAI PRESI, NEMMENO A SCOPO PROTETTIVO PER I PIÙ ANZIANI, COME QUALCHE VOLTA ERRONEAMENTE SENTO DIRE. UNICA ECCEZIONE LA FANNO LE PERSONE CHE SOFFRONO DI BRONCHITE CRONICA O NEL CASO CI SIA UNA CONTEMPORANEA INFEZIONE BATTERICA. È SCONSIGLIATO FARE DA SÉ..."