UN 30ENNE MAROCCHINO È STATO ARRESTATO IN BRIANZA: PERSEGUITAVA LA SUA EX MINORENNE E L’AVEVA INSEGUITA ANCHE A SCUOLA – L’UOMO AVEVA MINACCIATO PIÙ VOLTE DI MORTE LA RAGAZZA, 15ENNE: I GENITORI DI LEI L’AVEVNANO DENUNCIATO PER LE VESSAZIONI PSICOLOGICHE E FISICHE. TRA QUESTE, MESSAGGI MINACCIOSI E IMPROVVISE APPARIZIONI DAVANTI CASA. FINO ALL’EPISODIO IN CLASSE…

-

Condividi questo articolo


stalking stalking

(ANSA) - Perseguitava la sua ex, quindicenne, e, in un'occasione, dopo la fine della relazione, era anche andato nella classe della scuola da lei frequentata imponendole di uscire e insultando un'insegnante e i suoi compagni di classe, Anche per questo, i carabinieri della stazione di Agrate Brianza (Monza) hanno notificato ad un marocchino 30enne, già in carcere a Monza per rapina, un'ordinanza di custodia cautelare per stalking.

 

stalking stalking

L'uomo avrebbe più volte perseguitato e minacciato di morte l'ex fidanzata e i suoi familiari. Il nuovo arresto arriva dopo la denuncia presentata ad aprile dalla vittima accompagnata dai genitori dai carabinieri di Agrate Brianza, in cui aveva descritto le vessazioni psicologiche e fisiche: messaggi minacciosi e improvvise apparizioni davanti a casa, fino all'episodio a scuola .

 

In un'altra occasione, sempre sotto casa della ragazza, aveva aggredito suo fratello 19enne mentre passeggiava con la fidanzata, colpendolo in testa con schiaffi e pugni provocandogli un trauma cranico e varie contusioni al volto La ragazza e i suoi familiari vivevano in un clima di paura, tanto da decidere di non uscire più soli, facendosi compagnia a vicenda e la giovane, successivamente, si era trasferita da parenti.

 

stalking 5 stalking 5

L'uomo dovrà rispondere di atti persecutori aggravati nei confronti di una persona legata da relazione affettiva e minorenne e ai danni dei familiari nonché di lesioni aggravate ai danni del solo fratello della vittima.. Il trentenne residente a Cavenago di Brianza, dal primo giugno è detenuto per rapina. in quanto aveva colpito a calci e pugni, un 36enne chef di origine pakistana che tornava dal lavoro per rubargli lo zainetto e lo aveva colpito alla testa con una bottiglia di vetro e con un sasso.0

stalking 2 stalking 2 stalking stalking

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

“ORA IL COVID È PARAGONABILE ALL'INFLUENZA" - MATTEO BASSETTI: “DUE ANNI FA NON AVEVAMO IN CIRCOLAZIONE UN ANTICORPO. OGGI È CAMBIATO IL GRADO DI PROTEZIONE DELLA COLLETTIVITÀ: IL 100% DELLA POPOLAZIONE È ORMAI PROTETTO, O DALLA VACCINAZIONE, O DALLA MALATTIA OPPURE DA ENTRAMBE LE COSE. DOBBIAMO PROTEGGERE SOLO LE CATEGORIE PIÙ A RISCHIO. SOLO AI FRAGILI E AGLI ANZIANI RACCOMANDATO L'USO DELLA MASCHERINA, SUI TRASPORTI E ANCHE AL SUPERMERCATO” - IO MINISTRO? NON MI HA CHIAMATO. SE LO FARÀ, VEDREMO…”