E' SCAPPATO DALLA GUERRA, HA TROVATO IL SUO ELDORADO - MAKSYM KRYSHTAFOR, BAMBINO PRODIGIO DI 8 ANNI UCRAINO FUGGITO DA ODESSA CON LA MADRE A FINE FEBBRAIO VERSO IL REGNO UNITO, POTREBBE DIVENTARE IL PIÙ GIOVANE GRAN MAESTRO DI SCACCHI - IN INGHILTERRA HA VINTO TORNEI E FATTO INCETTA DI PREMI - “RICORDA I MIGLIORI GIOCATORI DI TUTTI I TEMPI QUANDO ERANO BAMBINI. KASPAROV, FISCHER. È SPECIALE”

-

Condividi questo articolo


Paola De Carolis per il “Corriere della Sera”

 

Maksym Kryshtafor Maksym Kryshtafor

Si chiama Maksym Kryshtafor e il suo nome sta diventando noto come il titolo che gli è stato assegnato - boy wonder , bambino prodigio - e la sua storia. Ucraino, otto anni, Maksym ha lasciato la città di Odessa a fine febbraio. Dopo diverse settimane in Romania ha raggiunto la Gran Bretagna assieme alla madre Iryna: un piccolo profugo con poche parole di inglese che ora gira il Paese facendo incetta di premi. È un genio della scacchiera: chi lo ha visto giocare lo paragona alle leggende del passato.

 

Gli esperti sostengono che potrebbe diventare il più giovane «grande maestro» di scacchi della storia. Il record è 12 anni e 4 mesi. Per ora, con lo sguardo serio di chi ha già visto troppo e una concentrazione che gli permette di prevedere le mosse degli avversari, si gode ogni vittoria.

Maksym Kryshtafor Maksym Kryshtafor

 

Se serviva la prova che ogni tanto determinazione e talento possono superare gli orrori della guerra, lo sono Maksym e una mamma che lo segue da torneo a torneo e siede silenziosa a pochi passi da lui: sono una coppia ormai celebre sul circuito britannico, tanto che anche il New York Times ha voluto raccontare la loro storia. In un Paese che tende a chiudere le frontiere, gli scacchi hanno segnato la riscossa dell'inclusione e della generosità della gente comune.

 

Maksym Kryshtafor Maksym Kryshtafor

I Kryshtafor hanno raggiunto l'Inghilterra grazie soprattutto a Paul Townsend, avvocato in pensione che è diventato il loro sponsor: ha cioè completato i tanti moduli richiesti dal governo di Londra e si è personalmente recato a Bucarest per assicurarsi che riuscissero a partire. Due giorni dopo il suo arrivo, Maksym ha lasciato la nuova abitazione dello Yorkshire meridionale per raggiungere Durham e vincere il suo primo titolo in Inghilterra.

 

«Per Maksym gli scacchi sono come l'aria», ha raccontato Iryna. «Ne ha bisogno per sopravvivere, per quello gioca sempre. Sono la sua vita, ora sono anche la mia».

 

Mick Riding, organizzatore del torneo di Durham, ha sottolineato che assistere alla vittoria di Maksym è stato meraviglioso, un attimo di magia: come guardare un evento che potrebbe entrare nella storia.

 

Maksym Kryshtafor Maksym Kryshtafor

«È bravissimo, sono felice per lui. È serissimo mentre gioca ma alla fine, quando vince, gli si illuminano gli occhi. Mi considero fortunato che le nostre strade si siano incrociate». Maksym, spiega Riding, ha un talento raro. «Si vede dalla concentrazione e il modo in cui legge la scacchiera. Mi ricorda i migliori giocatori di tutti i tempi quando erano bambini. Kasparov, Fischer. Credetemi, è speciale».

 

La federazione ucraina lo sa ed è in contatto con Maksym e la madre per assicurarsi che il bambino torni presto in patria e continui ad allenarsi. Non c'è pericolo che smetta. Se ha cominciato a frequentare la scuola elementare del paesino dove abita, si alza alle 5 per allenarsi prima. È questa passione ad aver fatto da passepartout: di fronte all'inevitabilità della guerra, Iryna si era rivolta alla federazione inglese chiedendo aiuto. Voleva che il figlio potesse continuare a studiare e a giocare. La federazione ha individuato Townsend, lui stesso un ottimo scacchista, e quest' ultimo non si è fatto pregare. Quando Maksym è a casa spesso si allena con lui.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

SEDOTTI E ABBANDONATI DALLA SILICON VALLEY (CHE SVELA IL SUO LATO BRUTALE) – L’ONDATA DI TAGLI AL PERSONALE NEI GIGANTI DELLA TECNOLOGIA, DA GOOGLE A MICROSOFT, LASCIA SOTTO CHOC DECINE DI MIGLIAIA DI INGEGNERI E TECNICI VENTENNI E TRENTENNI, LICENZIATI IN TRONCO CON UNA MAIL – LA “MEGLIO GIOVENTÙ” DELL’ERA DIGITALE, “COCCOLATA” PER ANNI DALLE AZIENDE, TRA BONUS E BENEFIT, NON AVEVA MAI PRESO IN CONSIDERAZIONE LA POSSIBILITÀ DI PERDERE IL LAVORO E ORA È COSTRETTA AD ANDARE DALLO PSICOLOGO…

cronache

sport

cafonal

TENETEVI SALDI. TRATTENETE IL RESPIRO. GOVERNATE LO SHOCK. ROMA GODONA ESISTE E RESISTE. E SI SOLLAZZA AL FESTONE DI SANDRA CARRARO, STARRING PUPO CHE GORGHEGGIA CON MARA VENIER, BRU-NEO VESPA CHE TRILLA IL RITORNELLO DI “GELATO AL CIOCCOLATO, DOLCE E UN PO’ SALATO…”, MENTRE NICOLINO PORRO AGITA I PIEDINI. SCUTRETTOLA SENZA UNA CURVA FUORI POSTO MARIA ELENA BOSCHI. NON FA RIDERE, FA IMPRESSIONE ADRIANO ARAGOZZINI. INTORNO BOLGIA E PIGIA PIGIA DI PARTY-GIANI - CERTO, UN FESTONE ULTRA-CAFONAL, SPENSIERATO E GAUDENTE, MA PRIVO DELLA CILIEGINA CHE FA OGGI DI UN PARTY UN EVENTO: UN COLLEGAMENTO CON ZELENSKY DA KIEV SOTTO LE BOMBE... – VIDEO STRACULT!

viaggi

salute