BIDEN ALLUNGA UNA MANO A NETANYAHU E LUI GLI RIFILA UNO SCHIAFFONE – AL TERZO VETO AMERICANO ALLA RISOLUZIONE DEL CONSIGLIO DI SICUREZZA DELL'ONU SUL CONFLITTO A GAZA, IL PARLAMENTO ISRAELIANO RISPONDE CON UN SECCO NO ALLA CREAZIONE DELLO STATO PALESTINESE – ORA È WASHINGTON A PROVARE UNA MEDIAZIONE CON UNA RISOLUZIONE AL CONSIGLIO CHE DOVREBBE CONTENERE PER LA PRIMA VOLTA LE PAROLE “CESSATE IL FUOCO” LEGATO AL RILASCIO DEGLI OSTAGGI…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Nello Del Gatto per “la Stampa”

 

biden netanyahu 2 biden netanyahu 2

Sempre più in salita gli sforzi diplomatici per aprire la strada a una soluzione del conflitto a Gaza. Il veto americano, il terzo dall'inizio della guerra, posto alla bozza di risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell'Onu, presentata dall'Algeria a nome dei Paesi arabi, da un lato certifica la posizione americana e israeliana sulla faccenda, posizione che lega la pausa dei combattimenti al rilascio degli ostaggi; dall'altro, offre spazi di trattative.

 

ATTACCO ISRAELIANO ALL OSPEDALE NASSER DI KHAN YUNIS ATTACCO ISRAELIANO ALL OSPEDALE NASSER DI KHAN YUNIS

Intanto ieri, il parlamento israeliano (la Knesset), con una votazione di 99 deputati su 120, ha approvato la risoluzione di Netanyahu contro l'approvazione unilaterale della nascita dello Stato Palestinese. Il premier insiste che la nascita debba avvenire con negoziazioni tra le parti non per diktat esterni che sarebbero un regalo al terrorismo.

 

JOE BIDEN - BENJAMIN NETANYAHU JOE BIDEN - BENJAMIN NETANYAHU

Gli Stati Uniti, anche per la posizione lievemente mutata di Biden nei confronti di Netanyahu, stanno scrivendo la sua proposta di risoluzione da presentare al Consiglio di Sicurezza. Questa, per la prima volta, dovrebbe contenere le parole «cessate il fuoco» e non «pausa». Atto che, sempre per fini umanitari, dovrebbe comunque avvenire in maniera temporanea e «non appena possibile», ma legato al rilascio degli ostaggi. Inoltre, è prevista, nella stessa risoluzione, la condanna al massacro del 7 ottobre che a oggi il Consiglio non ha mai espresso.

donna palestinese a gaza donna palestinese a gaza

 

Per l'ambasciatrice Usa presso l'Onu, Linda Thomas-Greenfield, il progetto di risoluzione algerina poteva mettere a repentaglio i colloqui ancora in corso al Cairo, che cercano di mediare una pausa nella guerra e il rilascio degli ostaggi trattenuti da Hamas. […]

Al Cairo due giorni fa è arrivato il leader politico di Hamas, Ismail Haniyeh, e ieri l'inviato americano, Brett McGurk. Non è noto, al momento, quando partirà la delegazione israeliana: sono attese le prove delle indiscrezioni saudite e qatarine di un ammorbidimento delle condizioni poste da Hamas.

gaza city dopo i bombardamenti gaza city dopo i bombardamenti

 

[…] Resta misteriosa, invece, la sorte di Yahya Sinwar, il capo di Hamas a Gaza. Per media sauditi sarebbe in fuga in Egitto, arrivato attraverso i tunnel con alcuni ostaggi; altre fonti citate dal Jerusalem Post, dicono che soffre di una complicata forma di polmonite e che avrebbe ripreso i contatti con la leadership all'estero. Dopo l'annuncio simile di martedì del Qatar, ieri il ministero degli Esteri francese ha confermato che 45 ostaggi israeliani a Gaza hanno ricevuto medicinali inviati a gennaio. […]

joe biden bibi netanyahu joe biden bibi netanyahu attacco israeliano all ospedale nasser di khan yunis 3 attacco israeliano all ospedale nasser di khan yunis 3 BOMBARDAMENTI ISRAELIANI SU GAZA BOMBARDAMENTI ISRAELIANI SU GAZA RAFAH - STRISCIA DI GAZA RAFAH - STRISCIA DI GAZA attacco israeliano all ospedale nasser di khan yunis 2 attacco israeliano all ospedale nasser di khan yunis 2 BOMBARDAMENTI ISRAELIANI SU GAZA BOMBARDAMENTI ISRAELIANI SU GAZA JOE BIDEN CON BIBI NETANYAHU JOE BIDEN CON BIBI NETANYAHU bibi netanyahu joe biden bibi netanyahu joe biden

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT: IL DELITTO PAGA SEMPRE (PURE IN VATICANO) - IL DUO BERGOGLIO-PAROLIN AVEVA DEPOSTO MONSIGNOR ALBERTO PERLASCA DA RESPONSABILE DELL'UFFICIO ECONOMICO DELLA SEGRETERIA DI STATO, ALL’INDOMANI DELLO SCANDALO DELLA COMPRAVENDITA DEL PALAZZO LONDINESE. ACQUA (SANTA) PASSATA: IL TESTIMONE CHIAVE DEL PROCESSO BECCIU, IN OTTIMI RAPPORTI CON FRANCESCA CHAOUQUI E GENOVEFFA CIFERRI, E’ STATO RINOMINATO PROMOTORE DI GIUSTIZIA AGGIUNTO AL SUPREMO TRIBUNALE DELLA SEGNATURA APOSTOLICA, CHE FUNGE ANCHE DA TRIBUNALE AMMINISTRATIVO PER TUTTA LA CHIESA - DOPO IL CARDINALE BECCIU, CHISSÀ A CHI TOCCHERÀ...

DAGOREPORT – SALUTAME A CINECITTÀ: LA HOLLYWOOD DE’ NOANTRI TRASLOCA IN SICILIA – SE IL TAORMINA FILM FEST CHIAMA MARCO MÜLLER, A SIRACUSA SI APRONO GLI “STATI GENERALI DEL CINEMA”. UNA VACANZA A 5 STELLE PER UNA MAREA DI ADDETTI AI LAVORI (DA BUTTAFUOCO A MONDA, DA MUCCINO A CASTELLITTO, CRONISTI COMPRESI), PAGATA DALLA REGIONE (SCHIFANI) ED ENIT (SANTANCHE'), E SENZA COINVOLGERE QUEI BURINI DI SANGIULIANO E BORGONZONI, CHE HA LA DELEGA IN MATERIA DI CINEMA - SE FOSSE COSTRETTA ALLE DIMISSIONI, LA PITONESSA FA CIAK?...