UNA BRUTTA STORIA DI VIOLENZE E TOSSICODIPENDENZA - A LAMEZIA TERME UN 21NNE DI ORIGINI RUMENE HA COSPARSO LA MAMMA DI BENZINA MINACCIANDOLA DI DARLE FUOCO SE NON GLI AVESSE DATO I SOLDI PER COMPRARE LA DROGA - IL RAGAZZO, QUASI QUOTIDIANAMENTE, SE LA PRENDEVA CON LA DONNA E CON IL FRATELLO, CHIEDENDO LORO IL DENARO PER GLI STUPEFACENTI - I FAMILIARI ESASPERATI SI SONO RIVOLTI AI CARABINIERI E...

-

Condividi questo articolo


violenza domestica 6 violenza domestica 6

(ANSA) - Ha minacciato reiteratamente la madre e il fratello per avere i soldi per potersi comprare la droga. Per questo i carabinieri di Gizzeria Lido hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di G.A, di 21 anni, di origine romene, con l'accusa di tentata estorsione.

 

Dalle indagini svolte dai carabinieri, con la direzione della Procura della Repubblica di Lamezia Terme, è emerso che il giovane, da aprile a maggio di quest'anno, con cadenza pressoché giornaliera, avrebbe minacciato di morte la madre e il fratello per farsi consegnare somme di denaro per l'acquisto di sostanze stupefacenti.

 

violenza domestica 4 violenza domestica 4

La famiglia, esasperata dalle condotte violente del figlio, si è quindi rivolta ai carabinieri di Gizzeria che, secondo l'accusa, sono riusciti a documentare, tra l'altro, che l'indagato, dopo l'ennesimo rifiuto da parte della madre, avrebbe cosparso la donna di benzina minacciandola di darle fuoco. Il Gip del Tribunale di Lamezia Terme, concordando i risultati delle indagini e su richiesta della Procura, ha quindi disposto la custodia cautelare in carcere del 21enne.

violenza domestica 3 violenza domestica 3

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – RISIKO BESTIALE A BRUXELLES! URSULA VON DER LEYEN, NONOSTANTE I VETI DEL TRIO TUSK-MACRON-SCHOLZ, S’ALLISCIA LA MELONI PER BLOCCARE I FRANCHI TIRATORI TRA POPOLARI E SOCIALISTI. MA L’INCIUCIONE SARÀ RIVELATO DOPO IL VOTO: SE L’ITALIA INCASSERÀ UN COMMISSARIO DI PESO, FRATELLI D’ITALIA SI SARÀ APPECORONATO ALLA COFANA TEDESCA (E ALLORA SÌ CHE SALVINI E LE PEN INIZIERANNO A CECCHINARE LA “TRADITRICE” GIORGIA) – OCCHIO A MACRON: ANCHE SE INDEBOLITO PER L’AVANZATA DELLE DESTRE IN FRANCIA, DA “ANIMALE FERITO” PUÒ DIVENTARE UNA MINA VAGANTE

FLASH! - COSA PUOI FARE PER DENUNCIARE LE GUERRE NEL MONDO? PER NON SBAGLIARE, VAI A CASA E ARRUOLA TUA MOGLIE! - È QUELLO CHE DEVE AVER PENSATO IL PRESIDENTE DEL CENTRO SPERIMENTALE DI CINEMATOGRAFIA SERGIO CASTELLITTO QUANDO SI È INVENTATO “DIASPORA DEGLI ARTISTI IN GUERRA”. AL CENTRO DELL’EVENTO, FINANZIATO DAL PNRR, BRILLA IL LONGANESIANO “TENGO FAMIGLIA”: LA SCRITTRICE MARGARET MAZZANTINI, MOGLIE DI CASTELLITTO, CONVERSERÀ CON DAVID GROSSMAN – A SANGIULIANO, CUI DIPENDE IL CSC, PARE OPPORTUNO CHE TRA TANTI LETTERATI IN CIRCOLAZIONE, SI VA A SCEGLIERE LA PROPRIA CONIUGE? 

STREGA CONTRO STREGA – SOSPINTA DAI QUEI SALOTTI ROMANI ALL’INSEGNA DELLA ‘’FROCIAGGINE’’, COME DIREBBE IL PAPA, CHIARA VALERIO STA INSEGUENDO LA FAVORITISSIMA DONATELLA DI PIETRANTONIO - ALL’INIZIO LA VALERIO SOSTENEVA CHE LEI MAI E POI MAI AVREBBE PARTECIPATO ALLO STREGA E CHE CON IL SUO ROMANZO AMBIVA AL PREMIO CAMPIELLO. INVECE, MISTERO DEI MISTERI, AL CAMPIELLO PRESIEDUTO DA VELTRONI IL NOME VALERIO NON È MAI APPARSO TRA I CANDIDATI. COME MAI? UN DISSAPORE CON VELTRONI DA PARTE DI CHIARA MOLTO LEGATA A ELLY SCHLEIN CHE NON AMA WALTER-EGO? AH, SAPERLO…