CHIUSI IN CASA E APERTAMENTE OSTILI - IL COVID-19 RISCHIA DI RENDERCI TUTTI PIU' INTOLLERANTI, SOPRATTUTTO VERSO LE PERSONE DI RAZZA E RELIGIONE DIVERSA - SECONDO UN SONDAGGIO DEL "WOOLF INSTITUTE" DI CAMBRIDGE, IL LOCKDOWN CHE CI COSTRINGE A CASA NON CI CONSENTE DI INTERAGIRE CON GLI ALTRI E L'ISOLAMENTO RIDUCE L'APERTURA VERSO LE DIVERSITA'

-

Condividi questo articolo

DAGONEWS

 

tolleranza tolleranza

Lavorare da casa con minori possibilità di socializzare rende le persone meno tolleranti nei confronti di altre razze e religioni. È quanto emerge da un sondaggio del Woolf Institute con sede a Cambridge che per due anni ha studiato i comportamenti di 11.701 inglesi e il modo in cui si rapportano alla diversità.

 

Il rapporto, “How We Get Together”, ci dice che le persone in generale pensano che la diversità sia una cosa positiva, ma che il cambiamento sia avvenuto troppo rapidamente. Più della metà (53%) concorda che la diversità etnica faccia bene alla società, il 46% crede lo stesso dei migranti e il 41% pensa lo stesso della diversità religiosa.

intolleranza 1 intolleranza 1

 

Tuttavia, il 60% ha affermato di ritenere che il numero di migranti in Gran Bretagna sia aumentato troppo rapidamente negli ultimi dieci anni, la metà ritiene che la diversità etnica sia aumentata troppo rapidamente e il 43% ritiene lo stesso della diversità religiosa. I risultati suggeriscono anche che le convinzioni negative su religioni come l'Islam continuano a essere ampiamente condivise.

intolleranza 3 intolleranza 3

 

Tuttavia gli autori del rapporto temono che il Covid-19 renderà le persone meno tolleranti, poiché riduce le loro opportunità di fare amicizia al di fuori dei loro gruppi etnici, religiosi o nazionali.

 

I luoghi di lavoro offrono opportunità per creare "obiettivi condivisi, abbattere gli stereotipi e promuovere atteggiamenti positivi", ma l'accesso ridotto ai luoghi di lavoro, ai centri ricreativi e ad altre strutture comuni rischia di rendere molto più difficile stringere amicizie che rompono i pregiudizi.

intolleranza 2 intolleranza 2

 

Senza opportunità alternative per la miscelazione sociale, i ricercatori ritengono che ciò porterà direttamente a un aumento del pregiudizio.

intolleranza 6 intolleranza 6 intolleranza 4 intolleranza 4 intolleranza 5 intolleranza 5

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

‘’MARADONA NON È MORTO, È SOLO ANDATO A GIOCARE IN TRASFERTA” – LA MORTE DEL GENIO DEL CALCIO HA COLPITO PAOLO SORRENTINO MENTRE STA GIRANDO A NAPOLI. “E' STATA LA MANO DI DIO” - A MARADONA SONO STATI DEDICATI NUMEROSI FILM DIRETTI DA REGISTI DIVERSI TRA LORO COME EMIR KUSTURICA, MARCO RISI,  ASIF KAPADIA – NERI PARENTI HA AVUTO L'ONORE DI DIRIGERE IL PIBE DE ORO IN UN CINEPANETTONE: TIFOSI (1999), IN CUI IL CAMPIONE INTERPRETA SE STESSO E SI FA RAPINARE DA NINO D'ANGELO

politica

CONTE È DAVVERO IN BILICO? NON FINCHÉ DURA IL COVID NON SARA’ PIATTO E VACCINATO - A FEBBRAIO, INVIATI I PIANI DEL RECOVERY FUND, CONTE SI TROVERÀ DAVANTI A UN BIVIO: O SI RICORDERÀ CHE È STATO MESSO DA DI MAIO A PALAZZO CHIGI PER MEDIARE TRA I PARTITI DELLA MAGGIORANZA, E NON PER FARE IL MONARCA ASSOLUTO, OPPURE TORNERÀ A FARE L'AVVOCATO – MATTARELLA CHIEDE IL NOME DEL SOSTITUTO DI CONTE MA NON C’E’ ACCORDO (DI MAIO ACCETTARE UN ISCRITTO PD). CERCASI UN ESPONENTE DELLA SOCIETA’ CIVILE O DEL ''DEEP STATE'' - IL PATTO BETTINI/GIANNI LETTA

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

“SERVE IL LOCKDOWN A MILANO, GENOVA, TORINO E NAPOLI” - WALTER RICCIARDI: “LA SEMPLICE RACCOMANDAZIONE A NON MUOVERSI DI CASA RIDUCE DEL 3% L'INCIDENZA DEI CONTAGI, IL LOCKDOWN DEL 25%. SE A QUESTO ACCOPPIAMO LO SMART WORKING, CHE VALE UN ALTRO 13% E IL 15% DETERMINATO DALLA CHIUSURA DELLE SCUOLE SI ARRIVA A QUEL 60% CHE SERVE PER RAFFREDDARE L'EPIDEMIA - IL RINVIO DI RICOVERI E INTERVENTI STA FACENDO AUMENTARE DEL 10 PER CENTO LA MORTALITÀ PER MALATTIE ONCOLOGICHE E CARDIOVASCOLARI”

salute