COLPI DI MARTELLI - L’EX MINISTRO SOCIALISTA E LIA QUARTAPELLE FOTOGRAFATI DA INSIEME PER LA PRIMA VOLTA DOPO LE NOZZE - I DUE HANNO CENATO COME DUE PICCIONCINI NEL CENTRO DI ROMA - LE FOTO DI RINO BARILLARI IN ESCLUSIVA PER “LEGGO”

-

Condividi questo articolo

Da www.leggo.it

 

LIA QUARTAPELLE E CLAUDIO MARTELLI LIA QUARTAPELLE E CLAUDIO MARTELLI

Claudio Martelli, storico dirigente del Partito socialista, ex ministro e a lungo braccio destro di Bettino Craxi, è stato fotografato per la prima volta insieme alla moglie, Lia Quartapelle deputata del Pd. Le foto esclusive del re dei paparazzi Rino Barillari, sono state scattate a Piazza Farnese mentre la coppia si trovava nel ristorante di Alessandro Camponeschi.

 

I due si sono sposati lo scorso gennaio a Tel Aviv, ma non si sono mai lasciati immortalare dai fotografi, le loro prime immagini insieme li ritraggono in una serata romana di inizio estate mentre cenano nel centro della città tenendosi la mano e avendo atteggiamenti molto affettuosi l'un l'altra. Inizialmente restii agli scatti della macchina fotografica, si sono poi sciolti lasciandosi andare anche a dei sorrisi.

 

LIA QUARTAPELLE E CLAUDIO MARTELLI LIA QUARTAPELLE E CLAUDIO MARTELLI

La serata si è svolta con un menu a base di pesce, con antipasto di trippa e un fine cena condito da tre amari per Martelli. L'ex ministro, 76 anni portati magnificamente, è stato riconosciuto da alcuni passanti che lo hanno salutato e che lui molto cordialmente ha ricambiato. A fine cena, Martelli e la giovane moglie, se ne sono andati mano nella mano con la Quartapelle intorno all'una di notte.

LIA QUARTAPELLE E CLAUDIO MARTELLI LIA QUARTAPELLE E CLAUDIO MARTELLI LIA QUARTAPELLE E CLAUDIO MARTELLI LIA QUARTAPELLE E CLAUDIO MARTELLI LIA QUARTAPELLE E CLAUDIO MARTELLI LIA QUARTAPELLE E CLAUDIO MARTELLI LIA QUARTAPELLE E CLAUDIO MARTELLI LIA QUARTAPELLE E CLAUDIO MARTELLI

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

LA VERA EMERGENZA È CONTE – IL VOLPINO DI PALAZZO CHIGI DOPO LE POLEMICHE COSTRETTO A PRECISARE: “LA PROROGA DELLO STATO DI EMERGENZA SARÀ UNA DECISIONE FATTA CON IL PARLAMENTO”. COME SE FOSSE UNA SUA ILLUMINATA CONCESSIONE! –  MATTIA FELTRI: “DUNQUE, DA QUI A FINE ANNO, CONTINUEREBBE A DECIDERE QUESTO E QUELLO PER COME GLI GIRA. ED È BUFFO PERCHÉ SIAMO (QUASI) TUTTI TORNATI AL LAVORO, VIAGGIAMO, ANDIAMO AL RISTORANTE. SOLTANTO IL GOVERNO SI SENTE DI RESTARE IN UN REGIME ECCEZIONALE E, A ESSERE MALIZIOSI, VIEN DA PENSARE CHE SIA…”

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute