FACCIO COSE, VEDO GENDER - IL MINISTERO DELLA SALUTE INVIA GLI ISPETTORI ALL'OSPEDALE CAREGGI DI FIRENZE PER FARE CHIAREZZA SUL TRATTAMENTO DEI BAMBINI CON DISFORIA DI GENERE, A CUI VIENE SOMMINISTRATO IL FARMACO TRIPTORELINA, USATO PER FERMARE LA PUBERTA' - L'AUDIT È STATO DECISO DOPO L'INTERROGAZIONE PARLAMENTARE PRESENTATA DA GASPARRI: "RISULTA CHE AI BAMBINI, DI ETÀ MEDIA DI 11 ANNI, NON VENGA FORNITA ASSISTENZA PSICOTERAPEUTICA E PSICHIATRICA” - IL DICASTERO: "LA MISSIONE NON HA ALCUN INTENTO PUNITIVO, BENSÌ DI…"

-

Condividi questo articolo


Estratto dell'articolo di Mauro Evangelisti per Il Messaggero

 

ospedale careggi di firenze ospedale careggi di firenze

«La disforia di genere è una condizione caratterizzata da una intensa e persistente sofferenza causata dal sentire la propria identità di genere diversa dal proprio sesso» si legge sul sito dell'Istituto superiore di sanità. E da questo bisogna partire per raccontare cosa sta succedendo all'ospedale di Careggi a Firenze […] Nel Centro specializzato nel trattamento di questo tipo di problematica viene, in alcuni casi, utilizzato un farmaco chiamato triptorelina che ha lo scopo di fermare gli sviluppi fisici e fisiologici nell'adolescenza. In pratica viene ritardata la pubertà.

 

disforia di genere disforia di genere

L'obiettivo è concedere più tempo al paziente per comprendere il percorso che intende seguire.

Il ministero della Salute, però, ha deciso di mandare gli ispettori a Firenze: c'è il dubbio che questo farmaco venga somministrato anche a pazienti di 11 anni, considerati troppo piccoli, senza la necessaria assistenza psicologica.

 

DENUNCIA

Un mese fa il capogruppo al Senato di Forza Italia, Maurizio Gasparri, ha presentato una interrogazione affermando: «Non viene fornita l'assistenza psicoterapeutica e psichiatrica e la somministrazione principalmente avviene sulla base di ciò che i piccoli pazienti riferiscono, questo è inaccettabile». […]

ospedale careggi di firenze ospedale careggi di firenze

 

Da qui parte la decisione del ministero della Salute di avviare un audit con gli specialisti del centro fiorentino «in merito ai percorsi relativi al trattamento dei bambini con disforia di genere e all'uso del farmaco triptorelina». Mara Campitiello, capo della segreteria tecnica del ministero della Salute: «La missione non ha alcun intento punitivo, bensì di conoscenza sul campo dei percorsi messi in atto. È già arrivata una relazione della Regione Toscana». […]

 

NUMERI

I dati a disposizione sono per ora quelli della Toscana: l'età media dei pazienti che accedono al Centro regionale per l'incongruenza di genere (Crig) presso l'Azienda ospedaliero- universitaria di Careggi a Firenze è «di 14,8 anni e quella dei casi per i quali risulta necessario il trattamento farmacologico è di 15,2». Nel 2022 ci sono stati 60 accessi e 18 prescrizioni per il trattamento farmacologico.

disforia di genere 5 disforia di genere 5

 

 Per quanto riguarda il percorso di accesso, lo psicologo «valuta nel corso di varie sedute, nell'arco di circa un anno, se il paziente soddisfa i criteri diagnostici per la disforia di genere e in caso contrario viene dimesso o inviato al neuropsichiatra di riferimento». Se invece l'adolescente soddisfa i criteri per la diagnosi di disforia di genere, «l'utente e la famiglia continuano a ricevere regolari colloqui psicologici di sostegno e psico-educazione con attivazione concomitante dell'equipe multidisciplinare e specialistica». I passi successivi prevedono per la famiglia e l'adolescente l'assistenza dell'endocrinologo «per l'eventuale prescrizione del farmaco, previo il consenso informato di entrambi i genitori e dell'adolescente».

 

POLITICA

disforia di genere 6 disforia di genere 6

Normalmente la triptorelina è un farmaco antitumorale che riduce la produzione di ormoni. Da chiarire: questo medicinale non determina l'avvio di un percorso di transizione di genere, che può avvenire in una fase successiva. Dice l'assessore regionale al diritto alla Salute della Regione Toscana, Simone Bezzini: «Crediamo nel confronto e nella trasparenza e per questo la direzione aziendale e i nostri professionisti stanno collaborando con gli ispettori del ministero che stanno conducendo l'audit. Ci auguriamo che questa vicenda non venga strumentalizzata dal punto di vista politico».

ARTICOLI CORRELATI

disforia di genere 2 disforia di genere 2 disforia di genere 1 disforia di genere 1 disforia di genere 1 disforia di genere 1 disforia di genere 10 disforia di genere 10 disforia di genere 11 disforia di genere 11 disforia di genere 12 disforia di genere 12 disforia di genere 4 disforia di genere 4

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – ALLA VIGILIA DEL DERBY CHE FORSE CONSEGNERÀ ALL’INTER LA SECONDA STELLA IN FACCIA AI TIFOSI DEL MILAN, GIUSEPPE MAROTTA METTE A SEGNO UN ALTRO COLPO: OTTIENE DA PIMCO UN FINANZIAMENTO DA 400 MILIONI PER RIPAGARE IL DEBITO CON OAKTREE, DANDO FIATO AL SUO AZIONISTA-FANTOCCIO ZHANG – INVECE GERRY CARDINALE VINCE LO SCUDETTO DEL BILANCIO, CHE IN UNA NAZIONE DOVE COMANDANO I FURBETTI, SA TANTO DELLA COPPA DEL NONNO – OGGI AL “SOLE 24 ORE”, CARDINALE RIPETE DI NON AVER BISOGNO DI SOCI PER IL MILAN. INTANTO HA FATTO SCADERE L’ESCLUSIVA CON GLI ARABI DI PIF, CHE AVREBBERO PORTATO 550 MILIONI E ANTONIO CONTE IN OMAGGIO…

DAGOREPORT - UN PUCCINI ALL’IMPROVVISO! – SCOOP! UN BRANO INEDITO DI GIACOMO PUCCINI SARA’ ESEGUITO PER LA PRIMA VOLTA AL LUCCA CLASSICA MUSIC FESTIVAL, IL PROSSIMO 28 APRILE – COMPOSTO NEL 1877 DA UN GIOVANE PUCCINI, S’INTITOLA “I FIGLI DELL’ITALIA BELLA – CESSATO IL SUO DELL’ARMI”: ERA RIMASTO A LUNGO “NASCOSTO”, POI DISPONIBILE SOLO IN FORMA INCOMPIUTA E, INFINE, RIPORTATO ALLA LUCE NELLA SUA INTEGRITA’ GRAZIE AL CENTRO STUDI PUCCINI – IL MISTERO DIETRO ALLA PARTITURA E I DIRITTI ACQUISITI ORA DAL CONSERVATORIO “LUIGI BOCCHERINI” DI LUCCA...

DAGOREPORT – IL DIAVOLO TRA DUE FUOCHI. IL MATRIMONIO TRA LOPETEGUI E IL MILAN È A UN PASSO. L’ACCORDO ECONOMICO È STATO TROVATO. MA PER L’ARRIVO DEL BASCO AL POSTO DI STEFANO PIOLI MANCA L'OK DI IBRAHIMOVIC, NOMINATO DA CARDINALE SUO PLENIPOTENZIARIO NEL CLUB – ZLATAN SPINGE PER ANTONIO CONTE, SOLUZIONE PIÙ GRADITA ALLA PIAZZA, IN CERCA DI UN MISTER CON GLI ATTRIBUTI (E LOPETEGUI IN SPAGNA È DETTO “EL CAGON”…) – RIUSCIRÀ IBRA A CONVINCERE LA SOCIETÀ A PUNTARE SU UN TECNICO DALLA PERSONALITÀ STRARIPANTE E MOLTO COSTOSO?

MADONNA? EVITA-LA! – QUELLA VOLTA CHE MADONNA VENNE A ROMA PER LA PRIMA DI “EVITA’’ E SI INCAZZÒ FACENDO ASPETTARE IL PUBBLICO PER UN’ORA E MEZZO - IL PATTO ERA CHE SUA FIGLIA, LOURDES, VENISSE BATTEZZATA NEGLI STESSI GIORNI DAL PAPA ALLA PRESENZA DEL PADRE, CHE SI CHIAMAVA JESUS - IL PRODUTTORE VITTORIO CECCHI GORI CONOSCEVA UN CARDINALE: “PRONTO, AVREI MADONNA, L’ATTRICE, CHE VORREBBE BATTEZZARE LA FIGLIA, LOURDES, COL PADRE, JESUS… E SE FOSSE DISPONIBILE IL PAPA…” – VIDEO

DAGOREPORT - CON AMADEUS, DISCOVERY RISCHIA: NON È UN PERSONAGGIO-FORMAT ALLA STREGUA DI CROZZA E FAZIO. È SOLO UN BRAVISSIMO CONDUTTORE MA SENZA UN FORMAT FORTE CHE L’ACCOMPAGNI, SARÀ DURISSIMA FAR DIGITARE IL TASTO 9. NELLA TV DI OGGI I PRODUTTORI DI CONTENUTI VENDONO CHIAVI IN MANO IL PACCHETTO FORMAT+CONDUTTORE ALLE EMITTENTI - ALLA CRESCITA DI DISCOVERY ITALIA, NEL 2025 SEGUIRA' ''MAX'', LA PIATTAFORMA STREAMING DI WARNER BROS-HBO CHE PORTERÀ A UNA RIVOLUZIONE DEL MERCATO, A PARTIRE DALLA TORTA PUBBLICITARIA. E LE RIPERCUSSIONI RIMBALZERANNO SUI DIVIDENDI DI MEDIASET E LA7 - A DIFFERENZA DI RAI E IN PARTE DI MEDIASET, DISCOVERY HA UNA STRUTTURA SNELLA, SENZA STUDI DI REGISTRAZIONE, SENZA OBBLIGHI DI ASSUNZIONI CLIENTELARI NÉ DI FAR TALK POLITICI - LIBERI DI FARE UN CANALE5 PIÙ GIOVANE E UN’ITALIA1 PIÙ MODERNA, IL PROSSIMO 9 GIUGNO DOVRANNO DECIDERE SE FARE O MENO UNO SPAZIO INFORMATIVO. NEL CASO IN CUI PREVARRA' IL SÌ, SARÀ UN TG MOLTO LEGGERO, UNA SORTA DI ANSA ILLUSTRATA (E QUI RICICCIA L'OPZIONE ENRICO MENTANA)