HORSE COUTURE! – CHANEL SPIAZZA TUTTI E APRE LO SHOW DELLA SETTIMANA DELL’ALTA MODA CON CHARLOTTE CASIRAGHI A CAVALLO: LA PRINCIPESSA MONEGASCA, VOLTO DELLA MAISON, HA PERCORSO LA PASSERELLA CON UN’ELEGANTE GIACCA IN TWEED NERA, STIVALI DA CAVALLERIZZA E CLASSICO CAPPELLINO DA EQUITAZIONE - VIRGINIE VIARD SI È ISPIRATA ALLA PASSIONE CHE COCO CHANEL AVEVA PER I CAVALLI E… - VIDEO

-

Condividi questo articolo


Beatrice Manca per www.fanpage.it

 

charlotte casiraghi a cavallo alla sfilata di chanel 1 charlotte casiraghi a cavallo alla sfilata di chanel 1

Il secondo giorno della settimana Haute Couture di Parigi si apre con il doppio show di Chanel. In passerella ormai si è visto praticamente di tutto, ma la casa di moda francese ha stupito tutti con un…cavallo. Charlotte Casiraghi, volto di Chanel e eccellente amazzone, ha percorso la passerella a cavallo, con un'elegante giacca nera, gli stivali e il classico cappellino da equitazione allacciato sotto al mento. La sua uscita "al trotto" ha aperto la sfilata d'Alta Moda disegnata da Virginie Viard.

 

La sfilata Chanel Haute Couture Primavera/Estate 2022

charlotte casiraghi a cavallo alla sfilata di chanel 5 charlotte casiraghi a cavallo alla sfilata di chanel 5

La sfilata disegnata da Virginie Viard si è aperta con l'ingresso a cavallo di Charlotte Casiraghi, ed è proseguita con i classici del brand: tweed anche in estate, abiti sottoveste con frange e piume che strizzano l'occhio agli anni Venti e ovviamente tanto, tantissimo black'n'white.

 

Le giacche rigorose che piacevano tanto a Mademoiselle Coco si aprono su gonne floreali e abiti colorati, i vestiti si alleggeriscono con inserti trasparenti e spacchi. I fiocchi sono i protagonisti, e rifiniscono le silhouette di abiti e pantaloni. La sfilata si chiude, come da tradizione, con l'abito da sposa: quest'anno le parole d'ordine sono sobrietà, leggerezza, rigore.

 

Charlotte Casiraghi a cavallo in passerella

la sfilata di chanel 2 la sfilata di chanel 2

Un video della Maison mostrava già Charlotte Casiraghi a cavallo, nessuno però si aspettava di vedere una cavallerizza in passerella. Elegante e raffinata in una giacca in tweed nera, la reale monegasca ha trottato sulla passerella bianca di fronte ai flash dei fotografi e degli ospiti vip a bocca aperta. Del resto mademoiselle Coco Chanel era profondamente innamorata del mondo dell'equitazione. A lei si ispira Virginie Viard, la designer che ha preso il posto di Karl Lagerfeld, nella sua collezione Haute Couture per la Primavera/Estate 2022.

 

charlotte casiraghi a cavallo alla sfilata di chanel 4 charlotte casiraghi a cavallo alla sfilata di chanel 4

Charlotte Casiraghi è da anni volto di Chanel, aprendo un "derby di stile" all'interno della famiglia reale monegasca: Pierre Casiraghi e la moglie Beatrice Borromeo infatti sono ambassador di Dior, altro gigante della moda francese. Ieri erano in prima fila alla sfilata disegnata da Maria Grazia Chiuri, bellissimi e innamorati, ma oggi la protagonista è Charlotte: noblesse oblige.

la sfilata di chanel 3 la sfilata di chanel 3 la sfilata di chanel 6 la sfilata di chanel 6

 

la sfilata di chanel 5 la sfilata di chanel 5 charlotte casiraghi a cavallo alla sfilata di chanel 2 charlotte casiraghi a cavallo alla sfilata di chanel 2 charlotte casiraghi a cavallo alla sfilata di chanel 3 charlotte casiraghi a cavallo alla sfilata di chanel 3 la sfilata di chanel 1 la sfilata di chanel 1 la sfilata di chanel 4 la sfilata di chanel 4

 

Condividi questo articolo

media e tv

LA CANNES DEI GIUSTI – VINCE CANNES CONTRO OGNI PREVISIONE "TRIANGLE OF SADNESS" DELLO SVEDESE RUBEN OSTLUND, ALLA SUA SECONDA PALME D'OR DOPO "THE SQUARE", SORTA DI COMMEDIA SULLA LOTTA DI CLASSE NELL'EUROPA MALATA DI OGGI DOVE IL MONDO È DIVISO TRA RICCHISSIMI E POVERI, BELLE INFLUENCER E ADDETTE ALLE TOILETTE. DIVERTENTE, GROTTESCO, TRA FIUMI DI VOMITO E RIGURGITI DI MERDA, E' ANCHE UN BUON RIPASSO DEI TESTI DI MARX E DI LENIN MESSI IN BOCCA A UN OLIGARCA RUSSO E A UN CAPITANO DI NAVE AMERICANO ALCOLIZZATO INTERPRETATO DA WOODY HARRELSON...

politica

SILVIO BERLUSCONI, PERCHÉ CHIAMARLO ANCORA CAVALIERE? – FRANCESCO MERLO PROPONE L’ANTOLOGIA DI NOMIGNOLI CON CUI APPELLARE IL BANANA: “NANEFROTTOLO, PSICONANO, CAIMANO, CAINANO, SILVIOLO, AL TAPPONE, BELLICAPELLI, BERLOSCO, BERLUSCA, BERLUSCAZ, BURLESQUONI, BUNGAMAN, CAVALIER BANANA, CAVALIERE DEL CIALIS, CAVOLIERE, PAPINO, IL RIFATTO DI DORIAN GRAY, PAPINO IL BREVE, PIRLUSCONI, PSICOPAPI, REO SILVIO, SUA BREVITÀ, SUA EMITTENZA, SUA IMPUNITÀ, TESTA D'ASFALTO, VIAGRASCONI, BERLUSCKAISER, L'UNTO DEL SIGNORE, ER CATRAME, FROTTOLINO AMOROSO…”

business

IL SECONDO ADDIO IN QUATTRO MESI DI FRANCESCO GAETANO CALTAGIRONE DAL CDA GENERALI NON È NÉ ESTEMPORANEA NÉ IMPROVVISATA. ARRIVA DOPO UNA LUNGA SERIE DI SCAZZOTTATE, ESPLOSE NELLA PARTITA CHE HA PORTATO ALLA CONFERMA DELL'AD PHILIPPE DONNET - ENTRO UN MESE UN PAIO DI SCADENZE DIRANNO SE “CALTARICCONE” POTRÀ TORNARE A COLLABORARE CON IL SOCIO MEDIOBANCA, IL CDA E IL MANAGEMENT OPPURE RESTERÀ MINORANZA IN COMPAGNIA DI LEONARDO DEL VECCHIO (CHE HA COME LUI QUASI IL 10% DELLE QUOTE)

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute