“COMPORTAMENTO DA IDIOTI” - GIOVANNI TOTI PUBBLICA UNA FOTO DI VIA SESTRI, A GENOVA, PIENTA DI GENTE CHE PASSEGGIA, FREGANDONESE DEL LOCKDOWN: “VORREI CHIEDERE A QUESTI SCONSIDERATI CITTADINI SE DAVVERO OGNUNO DI LORO HA UN BUON MOTIVO PER ESSERE LÌ. NEI NOSTRI OSPEDALI SI CONTINUA A MORIRE. FARE LA SPESA NON PUÒ ESSERE IL PRETESTO PER FARE QUATTRO PASSI” - E I CONTROLLI DOVE SONO? E LE MULTE?

-

Condividi questo articolo

Chiara Severgnini per www.corriere.it

 

Una foto di via Sestri, a Genova, piena di gente che passeggia: anziani, bambini, adulti con e senza mascherine. E poi un’altra foto, scattata in un ospedale ligure, con un malato attaccato agli ormai noti caschi per l’ossigeno, circondato da medici. Il presidente della regione Liguria Giovanni Toti le ha scelte per lanciare un messaggio ai suoi concittadini su Instagram.

CORONAVIRUS - FOLLA A VIA SESTRI A GENOVA - FOTO DIFFUSA DA GIOVANNI TOTI CORONAVIRUS - FOLLA A VIA SESTRI A GENOVA - FOTO DIFFUSA DA GIOVANNI TOTI

 

«Queste sono le immagini di via Sestri a Genova questa mattina. Così proprio non ci siamo. Vorrei chiedere a questi sconsiderati cittadini se davvero ognuno di loro ha un buon motivo per essere lì. Fare la spesa, andare a comprare un giornale non può essere il pretesto per fare quattro passi al sole. È un comportamento irresponsabile, da idioti».

 

«Non vorrei che le piccole buone notizie di queste ore fossero fraintese», aggiunge il governatore ligure, «nei nostri ospedali si continua a morire. E ci sono medici, infermieri e sanitari che lavorano da settimane senza sosta, mettendo a rischio la propria salute. Prima di uscire e infrangere le regole guardatevi allo specchio e pensate a loro».

 

convention di giovanni toti l'italia in crescita 7 convention di giovanni toti l'italia in crescita 7

Toti fa riferimento ai dati degli ultimi giorni, che indicano un rallentamento dell’epidemia, ma che, come ripetono da giorno Protezione Civile, autorità sanitarie ed istituzioni, non autorizzano certo ad allentare la tensione e concedersi pericolosi strappi alla regola. Anzi. «Se iniziassimo ad allentare le misure ora, tutti gli sforzi sarebbero vani, quindi pagheremmo un prezzo altissimo. Invito tutti a continuare a rispettare le misure», ha detto ieri il presidente del Consiglio Conte. Nel suo post, il governatore della Liguria promette: «saremo inflessibili, ne va della salute di tutti».

 

«Ho già chiesto al sindaco di Genova Bucci e agli altri sindaci liguri di fare controlli a tappeto e multe salate a tutti quelli che non rispettano le norme», aggiunge Toti, «nei nostri ospedali ci sono persone ammalate che gioiscono di essere estubate, avendo comunque un casco per la ventilazione in testa, ve ne rendete conto? Vogliamo andare avanti così? Per uscire in sicurezza domani, dobbiamo rigorosamente stare a casa oggi. Non so più come dirlo!».

 

Condividi questo articolo

media e tv

PER LA SERIE "AO', GUARDA CHE TOCCA FA' PE' CAMPA'", CHI È ALESSANDRA CANTINI, LA ‘SCRITTRICE’ LIVORNESE CHE IERI SI È BUTTATA ADDOSSO A CONTE CHIEDENDO UN SELFIE “HOT” - LA SVALVOLATA, FAMOSA PER AVER MOSTRATO LE CHIAPPE DA CHIAMBRETTI, PRECISA: "LE MUTANDE NON CE LE AVEVO, PERÒ L’HO PROVOCATO, VOLEVO DIRGLI CI LASCIA TUTTI SENZA NIENTE, FATE SCHIFO'' - SU INSTAGRAM RINCARA: ”PROF SI TENGA PURE LA MUSERUOLA, IO NON NE HO BISOGNO E A MENO DI UN METRO VI SBRANEREI GIÀ.PECCATO CHE NON HO TEMPO DI TOGLIERMI LE MUTANDE E FARE SCANDALO... " - VIDE+FOTO HOT DI UNA FROLLOCCONA CHE HA BUTTATO LA SUA VITA IN CACIARA

politica

business

BRAGANTINI REPLICA, DAGO RISPONDE – ‘’OBIETTO AL FATTO DI ESSER DIPINTO COME UOMO LEGATO AD UBI. HO DOVUTO PERFINO FAR CAUSA AD UBI. SEMMAI HO DEI LEGAMI PROFESSIONALI CON INTESA" – DAGO: ''A GIUDICARE DAL SUO ARTICOLO NON SI DIREBBE CHE LEI SI SIA LASCIATO IN MALO MODO CON UBI, ANZI SEMBRA CHE NE SUBISCA ANCORA IL RICHIAMO. EVIDENTEMENTE, NON HA MESSO UN SOLO MOTIVO FAVOREVOLE ALL’OPS DI INTESA SU UBI PROPRIO PERCHÉ HA DEI LEGAMI PROFESSIONALI ATTUALI, TRAMITE UNA SOCIETÀ DA LEI PRESIEDUTA, CON INTESA. ALTRIMENTI, QUALCHE MOTIVO FAVOREVOLE NON AVREBBE CERTO FATICATO A TROVARLO"

cronache

sport

cafonal

CAFONALINO DELLE “STELLE CADENTI” - MAI TITOLO FU PIÙ AZZECCATO! ANNALISA CHIRICO PRESENTA IL SUO LIBRO ALLA CASINA VALADIER E CHI PARLA? MATTEO SALVINI! - IL 'CAPITONE' NON SA PIÙ CHE DIRE E LA BUTTA LÀ: “NON SONO DI DESTRA", POI DÀ DEL CRETINO A ZINGARETTI E RITRATTA SUBITO: “RITIRO L’AGGETTIVO” – "LA MELONI MANGIA CONSENSI? SE RIMANE NEL CENTRODESTRA VA BENE COSÌ” - LA CHIRICO INVECE BACIA E ABBRACCIA TUTTI: DAL PRESIDENTE DI HUAWEI ITALIA DE VECCHIS ALL’AMBASCIATORE DI ISRAELE DROR EYDAR E MALAGÒ...

viaggi

salute