“HO ESTRATTO CORPI E CADAVERI” – IL RACCONTO CHOC DI UNO DEI BUTTAFUORI DELLA “LANTERNA AZZURRA”: “HO COMINCIATO A TIRARNE FUORI DA QUELLA TRAPPOLA PIÙ CHE POTEVO. PENSAVAMO SOLO A SALVARE CHI ERA SOTTO. I RAGAZZI CADEVANO E GRIDAVANO DISPERATI. HO SOCCORSO ANCHE LA MAMMA CHE POI È MORTA, L’HO TIRATA FUORI MA…” – OLTRE AL MINORENNE CON LO SPRAY SONO INDAGATE ALTRE 7 PERSONE – VIDEO

Condividi questo articolo

Il momento in cui crolla la balaustra fuori dalla discoteca, cadono i ragazzi

1 – DISCOTECA: PM, OLTRE A MINORENNE, ALTRI 7 INDAGATI

lanterna azzurra sfera ebbasta lanterna azzurra sfera ebbasta

 (ANSA) - Oltre al minorenne, altre 7 persone sono indagate nell'inchiesta per la morte di sei persone nella discoteca Lanterna azzurra di Corinaldo. Si tratta, hanno spiegato i pm, dei tre titolari della società che gestisce la discoteca e dei quattro proprietari dell'immobile.

 

2 – ANCONA, MORTI IN DISCOTECA. IL BUTTAFUORI. "HO ESTRATTO CORPI E CADAVERI"

Mario Gradara per www.ilrestodelcarlino.it

 

 

lanterna azzurra corinaldo ancona lanterna azzurra corinaldo ancona

All'inferno e ritorno. Gianni Ermellini si occupava l’altra sera della sicurezza alla ‘Lanterna Azzurra’ di Corinaldo, il locale dove sono morte sei persone.

 

Cosa può raccontare di quella notte?

«Sono arrivato sul posto dove era ammassata la gente – attacca – e ho cominciato a tirarne fuori da quella trappola più che potevo».

 

Quante persone è riuscito a soccorrere?

GIANNI ERMELLINI GIANNI ERMELLINI

«Il numero esatto non lo ricordo, non lo so, io e gli altri addetti alla sicurezza pensavamo solamente a salvare chi era finito sotto».

 

Da quante persone era formato il servizio di sicurezza?

«Eravamo complessivamente undici. Io lavoro per un’agenzia e nella discoteca c’erano altri miei colleghi. Il mio ruolo era di quello che una volta si chiamava il ‘buttafuori’».

 

Dai video si vede crollare il parapetto e un fiume di persone finire in quella buca, dopo lo spruzzo dello spray urticante. E’ andata così?

corinaldo mascherina discoteca corinaldo mascherina discoteca

«Sì, quei gradini maledetti hanno provocato la tragedia».

 

In che modo?

«I ragazzi e qualche adulto sono caduti lì, i gradini hanno fatto da tappo e tutti quelli che sono rimasti intrappolati sullo scivolo sono finiti nel fossato laterale».

 

Chi era bloccato chiedeva aiuto in preda al panico?

corinaldo lanterna azzurra il ponticello dove sono morte sei persone corinaldo lanterna azzurra il ponticello dove sono morte sei persone

«Tutti avevano paura, i ragazzi cadevano e gridavano disperati, non si sapeva cosa fare. Io e i colleghi abbiamo tirato fuori da lì più persone possibile».

 

Anche Eleonora, la mamma 39enne che aveva accompagnato la figlia undicenne a vedere il concerto di Sfera Ebbasta?

BIGLIETTO DI SFERA EBBASTA CORINALDO LANTERNA AZZURRA BIGLIETTO DI SFERA EBBASTA CORINALDO LANTERNA AZZURRA

«L’ho soccorsa, l’ho tirata fuori e l’ho portata all’ambulanza. Non ho capito se era viva o morta. Ho pensato, ho sperato che fosse ancora viva. In quei momenti, ripeto, come gli altri soccorritori, cercavo solo di estrarre da quella trappola tutti quelli che potevo».

 

Il ricordo pù straziante.

«Una ragazza finita nel fossato, l’ho sollevata morta. Ma ne abbiamo salvati tanti».

CORINALDO LANTERNA AZZURRA DISCOTECA CORINALDO LANTERNA AZZURRA DISCOTECA

 

Il vostro servizio d’ordine era formato da tutte persone di Rimini?

«No. Alcuni erano di Rimini, altri venivano da Fano e Marotta».

 

Sa se c’erano riminesi anche tra i ragazzi del pubblico?

«Questo non sono in grado di dirlo».

 

MORTI E FERITI NELLA DISCOTECA LANTERNA AZZURRA DI CORINALDO ANCONA MORTI E FERITI NELLA DISCOTECA LANTERNA AZZURRA DI CORINALDO ANCONA

Gli addetti alla sicurezza sono tenuti a verificare quante persone vengono fatte entrare rispetto alla capienza?

«Io sapevo di una capienza di 1.300 persone. Solo dopo ho scoperto che non era vero. Non rientrava nei nostri compiti questo tipo di verifica».

 

Ha avuto la percezione che entrassero troppe persone?

«Non so dire quante persone siano entrate, non dovevo contarle io. La gente entrava con il biglietto già venduto. Non potevamo tenerli fuori».

 

MORTI E FERITI NELLA DISCOTECA LANTERNA AZZURRA DI CORINALDO ANCONA MORTI E FERITI NELLA DISCOTECA LANTERNA AZZURRA DI CORINALDO ANCONA strage alla discoteca lanterna azzurra di corinaldo ancona 6 strage alla discoteca lanterna azzurra di corinaldo ancona 6 strage alla discoteca lanterna azzurra di corinaldo ancona 5 strage alla discoteca lanterna azzurra di corinaldo ancona 5 strage alla discoteca lanterna azzurra di corinaldo ancona 2 strage alla discoteca lanterna azzurra di corinaldo ancona 2 strage alla discoteca lanterna azzurra di corinaldo ancona 3 strage alla discoteca lanterna azzurra di corinaldo ancona 3 strage alla discoteca lanterna azzurra di corinaldo ancona 4 strage alla discoteca lanterna azzurra di corinaldo ancona 4 strage alla discoteca lanterna azzurra di corinaldo ancona 7 strage alla discoteca lanterna azzurra di corinaldo ancona 7

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

LA LETTERA DI MELANIA RIZZOLI AI MALATI DI TUMORE AL CERVELLO: “NON FATEVI IMPRESSIONARE DALLA MORTE DI NADIA TOFFA, PERCHÉ LEI HA AVUTO UNO DI QUEI TIPI PER I QUALI NON CI SONO CURE CERTE E PER I QUALI LA SCIENZA E LA RICERCA STANNO LAVORANDO MOLTO. I SEGNI E I SINTOMI DELLA PRESENZA DI LESIONI OCCUPANTI SPAZIO NEL CRANIO SONO SIMILI, E RICONOSCERLI ALLO STADIO INIZIALE PUÒ MIGLIORARE LA PROBABILITÀ DI GUARIGIONE E DI SOPRAVVIVENZA, E QUANDO SI PRESENTA UNO DI QUESTI SINTOMI..."