“MI HA LEGATO AL COFANO DELL’AUTO CON UN GUINZAGLIO” – UN RAGAZZO DI 16 ANNI DI CASERTA HA DENUNCIATO IL PADRE PER LE VIOLENZE E LO HA FATTO ARRESTARE: NELL’ULTIMO EPISODIO IL 54ENNE ALBANESE HA TRASCINATO IL FIGLIO IN CAMPAGNA, LO HA LEGATO CON UN GUIZAGLIO ALL’AUTO E LO HA COLPITO IN TESTA CON UN TUBO USATO PER IRRIGARE CAUSANDOGLI UN TRAUMA CRANICO – A SCATENARE LA RABBIA SAREBBE STATA LA…

-

Condividi questo articolo


Da "www.ilmessaggero.it"

 

maltrattamenti figlio 3 maltrattamenti figlio 3

Trattato come una bestia e legato al cofano dell'auto. Maltrattamenti in famiglia nel casertano, dove un ragazzo di 16 anni ha denuciato il padre per le violenze e l'ha fatto arrestare. In particolare, il 6 marzo scorso l'adolescente ha riferito alla Polizia di Caserta che, qualche giorno prima, il padre aveva visto lui e un suo amico mentre parlavano insieme.

 

Solo che all'uomo non piaceva quella compagnia, non la trovava giusta per il figlio. E allora l'ha trascinato in campagna, l'ha legato con un guinzaglio al cofano dell'auto e l'ha colpito in testa con un tubo usato per irrigare. Tanto da causargli un trauma cranico.

guinzaglio 1 guinzaglio 1

 

Le violenze ripetute nel tempo

La violenza era all'ordine del giorno nella famiglia del 54enne albanese. Un incubo quotidiano di cui erano vittime il figlio, ma anche la moglie. Che ha confermato quanto detto dal 16enne e ha raccontato di un marito violento, capace di picchiarla anche con la cintura o di scaraventarla a terra e prenderla più volte a calci. Ora il padre è stato arrestato con l'accusa di maltrattamenti in famiglia.

maltrattamenti figlio 4 maltrattamenti figlio 4 maltrattamenti figlio 1 maltrattamenti figlio 1 guinzaglio 2 guinzaglio 2 maltrattamenti figlio 5 maltrattamenti figlio 5 maltrattamenti figlio 2 maltrattamenti figlio 2

 

Condividi questo articolo

media e tv

“A LETTO VANNO BENE LE COCCOLE, MA NON SOLO QUELLE. CONTA QUALITÀ E QUANTITÀ” – L’INTERVISTA BOMBASTICA AD ANTONELLA CLERICI CHE NELL'INTIMITA’ VUOLE “UNA CERTA DOSE DI TRASGRESSIONE" - A 58 ANNI LA CONDUTTRICE NON HA PERSO LA PASSIONE E SOTTO LE COPERTE SI VUOLE DIVERTIRE: "MAGARI NON TUTTI I GIORNI COME UN TEMPO MA COME SI DEVE” – “LA PRIMA VOLTA DAL CHIRURGO ESTETICO? A 40 ANNI, MA NON CI VADO PIÙ DI DUE VOLTE L’ANNO. NON VOGLIO TRASFORMARMI, VEDO CERTE BOCCHE IN GIRO, MAMMMA MIA…”

politica

business

cronache

sport

DAGO RETROSCENA - DA TEMPO JOHN ELKANN AVEVA PROVATO A FAR CAPIRE AL CUGINO ANDREA (E ALLA MADRE ALLEGRA) CHE IL CAPOLINEA ERA ARRIVATO CON L’INDAGINE DELLA PROCURA DI TORINO: DIMETTITI, CORRI IL RISCHIO DI ESSERE ARRESTATO. IL NIPOTE DELL’AVVOCATO NON POTEVA CREDERCI: IO SONO UN AGNELLI… - POI, VIA PROCURA, TUTTO È PRECIPITATO. NON ERA INFATTI IERI LA GIORNATA GIUSTA, LE DIMISSIONI DOVEVANO AVVENIRE DOPO I MONDIALI. LA SCELTA DI SCANAVINO NE È LA PROVA: UNA SOLUZIONE TEMPORANEA VISTO CHE L’ALTER EGO DI ELKANN È STRAIMPEGNATO CON LA GEDI

cafonal

CAFONALISSIMO! GOVERNO MELONI ALL'OPERA – L'EMOZIONANTE PRIMA DI “DIALOGHI DELLE CARMELITANE”, REGIA DI EMMA DANTE, CON IL PALCO REALE OCCUPATO DA SANGIULIANO ASSEDIATO DI LINGUE BIFORCUTE, CASELLATI, SGARBI, MOLLICONE - GUALTIERI È FILATO VIA ALLA FINE DEL PRIMO ATTO PER NON PERDERE L'AEREO PER BRUXELLES - IL SIPARIETTO TRA IL NEOSENATORE LOTITO E L’ASSESSORE ONORATO (FLAMINIO CI COVA?) – E POI LETTA, GRILLI, PADOAN, PALERMO, MASI, SEVERINO, NASTASI, AUGIAS, GOTOR, JERVOLINO, DAGO LEOPARDATO, LUCCI CHE SI BECCA DEL “BASTARDO” E DUE DIPENDENTI DEL TEATRO CHE DENUNCIANO: “QUI SI RUBANO LE PALLINE DELL’ALBERO DI NATALE!” – FOTO BY DI BACCO

viaggi

salute