UNA “NORMALE” STORIA ITALIANA - VINCENZO BARONE, DIRETTORE DELLA SCUOLA NORMALE DI PISA, VUOLE LASCIARE L’INCARICO DOPO IL NAUFRAGIO DEL SUO PROGETTO DI CREARE UNA SEDE A NAPOLI - CONTRO DI LUI SI SONO SCHIERATI LA LEGA, I PROFESSORI E GLI STUDENTI DELL’ATENEO TOSCANO CHE HANNO PERFINO AVANZATO UNA MOZIONE DI SFIDUCIA, LA PRIMA IN OLTRE DUE SECOLI DI STORIA…

-

Condividi questo articolo

Giorgio Bernardini per il “Corriere della Sera”

 

VINCENZO BARONE VINCENZO BARONE

Il suo progetto di creare una «Normale del Sud» è naufragato, ma le polemiche sono rimaste. E sono diventate macigni. Il direttore della Scuola Normale Superiore di Pisa, Vincenzo Barone, sta per lasciare il suo incarico: «Non ci sono più strade percorribili. Quando alla fine della seduta del Senato Accademico di mercoledì non sarò più direttore, potrò parlare liberamente», spiega lui stesso.

 

«Si tratta solo di capire come, sono venuto a Roma per questo - chiarisce al telefono dalle stanze del ministero dell' Università e della Ricerca -. Non posso certo lasciare che questo passaggio avvenga senza che abbia comunicato quanto devo al mio datore di lavoro».

Barone era stato eletto nel 2016 e avrebbe dovuto guidare il prestigioso ateneo almeno fino alla scadenza naturale del mandato, quella del 2020.

 

SCUOLA NORMALE DI PISA SCUOLA NORMALE DI PISA

La scintilla che ha acceso il rogo di polemiche attorno a lui è scoccata sotto forma di emendamento alla manovra finanziaria del governo: 50 milioni di euro per l'implementazione di una «Normale del Sud», un' università d' eccellenza con sede a Napoli e da sviluppare in collaborazione con l'ateneo Federico II. Un progetto coltivato a lungo dal direttore, che aveva annunciato l'intenzione di svilupparla già all' inizio del 2017, nel suo discorso inaugurale per l'anno accademico.

 

Da lì all'emendamento un silenzio lungo due anni. Che ha dato fastidio innanzi tutto alla classe dirigente politica pisana: il deputato del Carroccio Edoardo Ziello e il sindaco della città Michele Conti (vicino alla Lega) hanno osteggiato il progetto di Barone e hanno rivendicato il proprio ruolo nella scelta del ministro leghista dell' Istruzione, Marco Bussetti, di stralciare il piano ed affidarlo completamente alla Federico II. Il resto dell' inquietudine, quello che ha fatto la differenza per la sorte di Barone, è tutta all' interno della Normale.

 

VINCENZO BARONE VINCENZO BARONE

Prima gli studenti, poi i professori hanno espresso perplessità su come il direttore ha gestito il progetto. Gli allievi l'hanno accusato di «scarsa trasparenza», hanno srotolato due striscioni giganti in piazza dei Cavalieri e hanno elaborato per lui una mozione di sfiducia, la prima in oltre due secoli di storia dell'università.

 

Poco prima di Natale, si è venuto a sapere, i docenti normalisti gli hanno scritto due lettere private - firmate da otto professori su dieci - chiedendo un suo passo indietro. Domani mattina è il giorno del Senato Accademico. Non è dato sapere se si arriverà al voto sulla sfiducia o meno, tuttavia Barone lascia intendere di non aver alcuna intenzione di allungare la propria agonia: «Da professore mi potrò difendere liberamente rispetto alle ingiuste accuse che mi vengono mosse».

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

GROSSO GUAIO A PALAZZO CHIGI! LA MINISTRA LAMORGESE SMENTISCE LA VERSIONE DEL GOVERNO E INVECE DI METTERE UNA TOPPA SUL CASO DELLA SCORTA DI CONTE, APRE UNA VORAGINE - NON SOLO DICE CHE NON C'È NESSUNA RELAZIONE DI SERVIZIO (FATTA TRAPELARE DA CASALINO AI GIORNALI), HA CONFERMATO CHE GLI AGENTI SONO INTERVENUTI SOLO PER SALVARE LA COMPAGNA DEL PREMIER DALLE DOMANDE DELLA IENA FILIPPO ROMA - LA PROPRIETARIA DEL PLAZA ERA "CHIARAMENTE TURBATA". MA NEL VIDEO DI DAGOSPIA NON LO ERA AFFATTO, SOLO INTERESSATA A NASCONDERE IL SUO BORSONE DA PALESTRA. CHE L'AGENTE PROMETTE DI RECUPERARE PERSONALMENTE, MANCO FOSSE UN FATTORINO - MA DAVVERO IL LAVORO DELLA SCORTA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO È QUESTO? - VIDEO

business

GRAN CASINO A MILANO - MA COME, UNICREDIT DOVEVA PRIVATIZZARE MONTE DEI PASCHI E ORA CI TROVIAMO CHE UNA BANCA TECNICAMENTE FALLITA NAZIONALIZZI LA SECONDO BANCA ITALIANA? - DI MUSTIER SI PUÒ DIRE TUTTO IL MALE POSSIBILE MA UNA COSA ERA RIUSCITO A MANTENERE: LA BANCA FUORI DAI GIOCHI DELLA POLITICA. DOPO AVER COLLOCATO QUELL’AMEBA DI PADOAN, I SUGGERIMENTI CHE STANNO ARRIVANDO DA GUALTIERI E COMPAGNUCCI SONO MARCO MORELLI E MARINA NATALE -  PER ORA LA SOLA CERTEZZA È CHE PADOAN VUOLE IL SUO EX CAPO DI SEGRETERIA, FABRIZIO PAGANI. E CHE CLAUDIA PARZANI HA VIVAMENTE CONSIGLIATO AL SUO CARO AMICO MUSTIER DI NON ATTENDERE LA FINE DEL MANDATO E DI MOLLARE SUBITO...

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

EFFETTI COLLATERALI, EFFICACIA, TUTTO QUELLO CHE SAPPIAMO SUL VACCINO PFIZER (E LO SAPPIAMO GRAZIE AGLI INGLESI) - IL DOTT. PRESICCE: ''OGGI IL REGNO UNITO HA APPROVATO IL PRIMO VACCINO ANTI-SARS-COV-2 E DAL REPORT UFFICIALE SCOPRIAMO COSE MOLTO INTERESSANTI. SU 2000 PAZIENTI CON IL FARMACO, 8 SI SONO INFETTATI (162 NEL GRUPPO PLACEBO) - MOLTO COMUNI MAL DI TESTA, DOLORE ALLE MEMBRA, STANCHEZZA. COMUNI NAUSEA E GONFIORE NEL SITO DI INOCULO - NON È INDICATO IN GRAVIDANZA, IN ALLATTAMENTO E ANCHE…