“L’OMS? SEMPRE PIÙ DELUDENTE” – ROBERTO BURIONI DOPO L’ENNESIMO DOCUMENTO DELL’ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITÀ CHE IGNORA ASINTOMATICI E NON PREVEDE LE MASCHERINE: “È UNA VOCE AUTOREVOLE? L’AUTOREVOLEZZA SI GUADAGNA E SI PERDE SUL CAMPO. QUI NON SIAMO IN CINA E SE LO RITENGO OPPORTUNO CRITICO ANCHE LORO…”

-

Condividi questo articolo

 

 

Da www.liberoquotiano.it

 

GHEBREYESUS XI JINPING GHEBREYESUS XI JINPING

Dopo le accuse pesantissime del Wall Street Journal, la fiducia nell’Oms vacilla più che mai. I rapporti poco chiari con la Cina e l’esplosione dell’epidemia da coronavirus anche in Europa e negli Stati Uniti hanno messo in discussione il ruolo dell’Organizzazione mondiale della sanità.

 

ROBERTO BURIONI ROBERTO BURIONI

“Sempre più deludente”, così Roberto Burioni ha commentato il nuovo documento ufficiale sull’utilizzo delle mascherine, che ignora il tasso di trasmissione del coronavirus dagli asintomatici e non prevede le mascherine per tutti in pubblico. A chi sostiene che le critiche all’Oms non sono opportune in un momento del genere, il noto virologo marchigiano risponde: “Mi spiace, ma qui non siamo in Cina e io critico anche WHO se lo ritengo opportuno. L’Oms è una voce autorevole? L’autorevolezza si guadagna (e si perde) sul campo”.

tedros adhanom ghebreyesus tedros adhanom ghebreyesus roberto burioni roberto burioni ROBERTO BURIONI ROBERTO BURIONI TEDROS ADHANOM GHEBREYESUS TEDROS ADHANOM GHEBREYESUS

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

“IL TEST CHE TROVA GLI ANTICORPI NON È SUFFICIENTE PER ESCLUDERE UN ALTRO CONTAGIO” - ALBERTO MANTOVANI, DIRETTORE SCIENTIFICO DI HUMANITAS: “LA SARS DAVA AI GUARITI UN'IMMUNITÀ DI 2-3 ANNI E QUESTO VIRUS GLI È PARENTE. IL PROBLEMA È CHE LA STRAGRANDE MAGGIORANZA DELLE PERSONE CHE INCONTRA COVID-19 O NON SI AMMALA O LO FA IN MODO BLANDO: IN QUESTO CASO NON SAPPIAMO SE LA RISPOSTA IMMUNITARIA INDOTTA, DI CUI LA PRESENZA DI ANTICORPI È UNA SPIA, SIA DAVVERO PROTETTIVA O SE QUESTE PERSONE RISCHIANO UNA NUOVA INFEZIONE”