“L’OSPITE PIÙ NOIOSO? RAOUL BOVA, NON VOLEVA PARLARE” – FRANCESCA FAGNANI TORNA CON “BELVE” E NON RISPARMIA NESSUNO: “CHIARA FERRAGNI? L’HO INVITATA, MI HA DETTO CHE DOVEVA PENSARCI E POI NON SI È FATTA PIÙ SENTIRE. CARLA BRUNI? QUANDO SARKOZY NON È STATO RIELETTO, LEI HA TIRATO UN SOSPIRO DI SOLLIEVO. SALVINI? UMANAMENTE È MOLTO MEGLIO DI QUELLO CHE SEMBRA” – IL RAPPORTO CON DIO, IL DIFETTO PIÙ GRANDE E LA COSA PIÙ ILLEGALE CHE HA FATTO… - A "DOMENICA IN" IL SIPARIETTO TRA LA FAGNANI E LA VENIER CHE FERMA LA BELVA: "BASTA DOMANDE, VISTO CHE DATE UN SACCO DI SOLDI..." - VIDEO

Condividi questo articolo


 

1. DOMENICA IN, MARA VENIER ALLA FAGNANI: "VISTO CHE DATE UN SACCO DI SOLDI"

Estratto dell'articolo di www.liberoquotidiano.it

 

mara venier e francesca fagnani mara venier e francesca fagnani

Curioso siparietto tra Mara Venier e Francesca Fagnani a Domenica In su Rai 1. La conduttrice di Belve ha parlato del suo programma, al via martedì 2 aprile su Rai 2. E per promuoverlo ha fatto un’intervista in stile Belve alla Venier. Anche perché quest’ultima non avrebbe ancora accettato l’invito della Fagnani. Nello studio di Zia Mara, comunque, i ruoli si sono capovolti.
 
Tuttavia, se all’inizio la presentatrice di Domenica In sembrava rispondere di buon grado alle domande della collega, a un certo punto l’ha fermata e scherzosamente le ha detto: “Ma tu veramente? Scusa ma vengo a Belve cosi mi pagano pure, visto che date un sacco di soldi”.

FRANCESCA FAGNANI FRANCESCA FAGNANI

 
“Io mi sono portata avanti col lavoro”, ha risposto la Fagnani sorridendo e non nascondendo però un certo imbarazzo. Alla fine, la Venier ha chiosato dicendo: “Basta parlare di me sto sudando troppo”. Anche se poi ha aggiunto: “Vuoi farmi un’ultima domanda? Facciamo una cosa, non la facciamo, manteniamoci vergini”. E tutti giù a ridere in studio.
 

Estratto dell’articolo di Andrea Scarpa per “Il Messaggero”

 

[…] Francesca Fagnani il 2 aprile torna su Rai2 con Belve e il 30 aprile pubblicherà Mala, il suo primo libro inchiesta sulla criminalità organizzata. Insomma, non si ferma un attimo. Si è anche messa a fare kickboxing.

 

francesca fagnani 1 francesca fagnani 1

[…]

Salvini ha posto condizioni?

«Nessuna. Non ha chiesto di leggere prima le domande né di fare tagli. È stato impeccabile. Uno dei pochi politici (La Russa, Renzi, Raggi, ndr) ad aver accettato il mio invito».

raoul bova con francesca fagnani ph stefania casellato raoul bova con francesca fagnani ph stefania casellato

 

Salvini l'ha sorpresa?

«Sì. Umanamente sì, è molto meglio di quello che sembra. È stato simpatico e mai arrogante. Ho invitato anche Conte e Schlein, senza riuscirci».

 

Il premier Meloni nel 2018 disse di sì: ha provato a fare il bis?

«Certo. Ma per ora non ce la fa. L'altra volta fu generosa, confessò di essere molto gelosa».

francesca fagnani francesca fagnani

 

[…]

Carla Bruni la caduta di Sarkozy e il cambio di status come li ha vissuti?

«Mi ha detto che tutti e due sono molto più felici ora di prima. E quando Sarkozy non è stato rieletto lei ha tirato un sospiro di sollievo».

 

Quali sono gli ospiti che funzionano di più?

«Quelli che hanno una vita piena, i simpatici e gli antipatici. Alessandro Di Battista mi ha detto che dopo Belve ha ricevuto questo messaggio: "Lo sai che mi stai meno sulle pa...?"».

fedez 2 fedez 2

 

In assoluto il più noioso?

«Non è gentile dirlo ma Raoul Bova. Se uno non vuole parlare diventa noioso».

 

Di recente ha detto che finché andrà bene farà "Belve", senza cambiarlo ma cercando di migliorarlo: come?

«Stavolta con la musica. La prima puntata ci sarà Paola Turci che interpreterà una canzone romanesca alla Gabriella Ferri. Nelle successive canteranno ospiti non professionisti, soprattutto attori, ma non solo loro».

chiara ferragni all agriturismo foto di chi 5 chiara ferragni all agriturismo foto di chi 5

 

Torna al Nove sì o no? Laura Carafoli, il grande capo di Warner Bros. Discovery, l'ha chiamata?

«Mai. Altri l'hanno fatto non lei del Nove».

 

Quindi l'anno prossimo dove andrà?

«Non mi pongo il problema. Per adesso voglio soltanto fare una buona stagione».

 

Il 9 aprile intervisterà Fedez, che l'anno scorso fu bloccato dai vertici Rai dopo il caso del bacio di Rosa Chemical a Sanremo. Lei si disse contraria e subito si parlò di un suo trasloco altrove, tant'è vero che l'ad Roberto Sergio disse ironicamente che per impedirlo le avrebbe bucato le ruote dell'auto: poi, cosa è successo?

«Sono stata messa nelle migliori condizioni di lavorare. Ho avuto lo studio a disposizione per tanti giorni. Non mi posso lamentare. Sarei ingenerosa se lo facessi».

francesca fagnani francesca fagnani

 

Com'è allora che il 30 aprile pubblica un libro inchiesta come "Mala", dedicato a criminali vari, fra cui anche Fabrizio Piscitelli detto Diabolik, e non lo fa per Rai Libri ma per Sem? Non aveva trovato l'accordo?

«È un progetto a cui tengo tantissimo. Con il nuovo direttore Roberto Genovesi mi piacerebbe in futuro farne un altro, ma per questo alla fine ho preferito lavorare con un amico come Michele Rossi, direttore editoriale Sem ed editor di Feltrinelli. Sto aspettando che la Rai mi dica come restituire i soldi dell'anticipo che ho incassato».

francesca fagnani enrico mentana francesca fagnani enrico mentana

 

[…]

Facciamo un passo indietro: Chiara Ferragni l'ha invitata?

«Certo. Mi ha detto che doveva pensarci. Non l'ho più sentita».

 

Il suo stile ormai è noto: qualcuno recita?

«Qualcuno ci prova all'inizio, ma farlo per quaranta minuti, guardandosi negli occhi, è difficile. E poi il video non mente. Mi fanno ridere quelli che non sanno dire un loro difetto senza capire che se lo facessero tutto il resto sarebbe più credibile».

 

Il suo difetto più grande?

«Una certa prepotenza e un modo poco diplomatico di gestire i rapporti».

 

Nella sua vita di coppia è cambiato qualcosa da quando è diventata così popolare?

«Per me no, ma forse dovrebbe chiederlo a Enrico (Mentana, ndr)».

È la sua intervista.

«Certo. Di sicuro è cambiato il tempo e la concentrazione. Siamo presi da mille cose».

francesca fagnani francesca fagnani

[…]

 

Suo padre ha lavorato per anni nella Gendarmeria Vaticana: lei crede in Dio?

«Sì. Ho la necessità di farlo. L'idea di non rivedere, un giorno, mia madre per me è insostenibile. Penso spesso a lei».

 

Cosa la attrae del mondo criminale?

«A un magistrato che anni fa me lo chiese dissi che evidentemente ho un io antisociale molto forte rovinato da un'educazione borghese che mi ha tarpato le ali...».

 

Qual è allora la cosa più illegale che ha fatto?

«Guidando e guardando il cellulare un giorno ho preso la ruota parcheggiata storta di un'auto che mi ha fatto da trampolino e così ho cappottato tre volte. Poteva finire malissimo, invece ho rimediato solo qualche cicatrice sul braccio e la schiena. Avevo più o meno 30 anni».

mentana fagnani mentana fagnani

 

E se non fosse illegale che cosa farebbe?

«Entrare nei telefoni degli altri».

patty pravo francesca fagnani a belve foto di stefania casellato patty pravo francesca fagnani a belve foto di stefania casellato francesca fagnani belve francesca fagnani belve

 

 

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – ALLA VIGILIA DEL DERBY CHE FORSE CONSEGNERÀ ALL’INTER LA SECONDA STELLA IN FACCIA AI TIFOSI DEL MILAN, GIUSEPPE MAROTTA METTE A SEGNO UN ALTRO COLPO: OTTIENE DA PIMCO UN FINANZIAMENTO DA 400 MILIONI PER RIPAGARE IL DEBITO CON OAKTREE, DANDO FIATO AL SUO AZIONISTA-FANTOCCIO ZHANG – INVECE GERRY CARDINALE VINCE LO SCUDETTO DEL BILANCIO, CHE IN UNA NAZIONE DOVE COMANDANO I FURBETTI, SA TANTO DELLA COPPA DEL NONNO – OGGI AL “SOLE 24 ORE”, CARDINALE RIPETE DI NON AVER BISOGNO DI SOCI PER IL MILAN. INTANTO HA FATTO SCADERE L’ESCLUSIVA CON GLI ARABI DI PIF, CHE AVREBBERO PORTATO 550 MILIONI E ANTONIO CONTE IN OMAGGIO…

DAGOREPORT - UN PUCCINI ALL’IMPROVVISO! – SCOOP! UN BRANO INEDITO DI GIACOMO PUCCINI SARA’ ESEGUITO PER LA PRIMA VOLTA AL LUCCA CLASSICA MUSIC FESTIVAL, IL PROSSIMO 28 APRILE – COMPOSTO NEL 1877 DA UN GIOVANE PUCCINI, S’INTITOLA “I FIGLI DELL’ITALIA BELLA – CESSATO IL SUO DELL’ARMI”: ERA RIMASTO A LUNGO “NASCOSTO”, POI DISPONIBILE SOLO IN FORMA INCOMPIUTA E, INFINE, RIPORTATO ALLA LUCE NELLA SUA INTEGRITA’ GRAZIE AL CENTRO STUDI PUCCINI – IL MISTERO DIETRO ALLA PARTITURA E I DIRITTI ACQUISITI ORA DAL CONSERVATORIO “LUIGI BOCCHERINI” DI LUCCA...

DAGOREPORT – IL DIAVOLO TRA DUE FUOCHI. IL MATRIMONIO TRA LOPETEGUI E IL MILAN È A UN PASSO. L’ACCORDO ECONOMICO È STATO TROVATO. MA PER L’ARRIVO DEL BASCO AL POSTO DI STEFANO PIOLI MANCA L'OK DI IBRAHIMOVIC, NOMINATO DA CARDINALE SUO PLENIPOTENZIARIO NEL CLUB – ZLATAN SPINGE PER ANTONIO CONTE, SOLUZIONE PIÙ GRADITA ALLA PIAZZA, IN CERCA DI UN MISTER CON GLI ATTRIBUTI (E LOPETEGUI IN SPAGNA È DETTO “EL CAGON”…) – RIUSCIRÀ IBRA A CONVINCERE LA SOCIETÀ A PUNTARE SU UN TECNICO DALLA PERSONALITÀ STRARIPANTE E MOLTO COSTOSO?

MADONNA? EVITA-LA! – QUELLA VOLTA CHE MADONNA VENNE A ROMA PER LA PRIMA DI “EVITA’’ E SI INCAZZÒ FACENDO ASPETTARE IL PUBBLICO PER UN’ORA E MEZZO - IL PATTO ERA CHE SUA FIGLIA, LOURDES, VENISSE BATTEZZATA NEGLI STESSI GIORNI DAL PAPA ALLA PRESENZA DEL PADRE, CHE SI CHIAMAVA JESUS - IL PRODUTTORE VITTORIO CECCHI GORI CONOSCEVA UN CARDINALE: “PRONTO, AVREI MADONNA, L’ATTRICE, CHE VORREBBE BATTEZZARE LA FIGLIA, LOURDES, COL PADRE, JESUS… E SE FOSSE DISPONIBILE IL PAPA…” – VIDEO

DAGOREPORT - CON AMADEUS, DISCOVERY RISCHIA: NON È UN PERSONAGGIO-FORMAT ALLA STREGUA DI CROZZA E FAZIO. È SOLO UN BRAVISSIMO CONDUTTORE MA SENZA UN FORMAT FORTE CHE L’ACCOMPAGNI, SARÀ DURISSIMA FAR DIGITARE IL TASTO 9. NELLA TV DI OGGI I PRODUTTORI DI CONTENUTI VENDONO CHIAVI IN MANO IL PACCHETTO FORMAT+CONDUTTORE ALLE EMITTENTI - ALLA CRESCITA DI DISCOVERY ITALIA, NEL 2025 SEGUIRA' ''MAX'', LA PIATTAFORMA STREAMING DI WARNER BROS-HBO CHE PORTERÀ A UNA RIVOLUZIONE DEL MERCATO, A PARTIRE DALLA TORTA PUBBLICITARIA. E LE RIPERCUSSIONI RIMBALZERANNO SUI DIVIDENDI DI MEDIASET E LA7 - A DIFFERENZA DI RAI E IN PARTE DI MEDIASET, DISCOVERY HA UNA STRUTTURA SNELLA, SENZA STUDI DI REGISTRAZIONE, SENZA OBBLIGHI DI ASSUNZIONI CLIENTELARI NÉ DI FAR TALK POLITICI - LIBERI DI FARE UN CANALE5 PIÙ GIOVANE E UN’ITALIA1 PIÙ MODERNA, IL PROSSIMO 9 GIUGNO DOVRANNO DECIDERE SE FARE O MENO UNO SPAZIO INFORMATIVO. NEL CASO IN CUI PREVARRA' IL SÌ, SARÀ UN TG MOLTO LEGGERO, UNA SORTA DI ANSA ILLUSTRATA (E QUI RICICCIA L'OPZIONE ENRICO MENTANA)