“È STATO UN INCIDENTE COLPOSO” – TORNA A PARLARE EMANUELE POZZOLO, IL DEPUTATO EX FRATELLI D’ITALIA PROPRIETARIO DELLA PISTOLA CHE HA SPARATO ALLA FESTA DI CAPODANNO DI ROSAZZA: “CONTRO DI ME SI È GENERATA UNA CAMPAGNA D’ODIO CON MESSAGGI DELIRANTI E EPITETI VERSO MIA MOGLIE CHE DOVREBBERO FAR TRASALIRE I GUARDIANI DEI BUONI SENTIMENTI” – “ABBANDONATO DAL PARTITO? DIREI PROPRIO DI NO. L’ESSERE DI DESTRA SI FONDA ANZITUTTO SULLA LEALTÀ…”

-

Condividi questo articolo


 

 

EMANUELE POZZOLO EMANUELE POZZOLO

(ANSA) - "È stato un incidente di natura colposa. Eppure è stato amplificato all'inverosimile con la gogna mediatica. Contro di me si è generata una vera e propria campagna d'odio fondata su una montagna di fake news e di stereotipi ideologici pietosi". È quanto dice il deputato Emanuele Pozzolo dalle pagine di Repubblica, sullo sparo partito dalla sua pistola quando è passato a una festa di Capodanno nel Biellese.

 

Pozzolo, sospeso da Fdi, è anche collaboratore esterno per il Comune di Vercelli, dove oggi il Pd e una lista civica di minoranza chiederanno di rimuoverlo da questo ruolo. Il deputato parla di "una situazione spropositata. E strumentalizzata per creare un caso politico gigantesco, su cui si è detto tutto e il contrario di tutto. Ho visto molti leoni da tastiera che hanno raffigurato sui social la mia famiglia con i bambini a testa in giù alludendo a Piazzale Loreto.

 

BIELLA CIAO - MEME BY EMILIANO CARLI SUL CASO POZZOLO BIELLA CIAO - MEME BY EMILIANO CARLI SUL CASO POZZOLO

Ho letto messaggi deliranti che mi invitavano al suicidio. Altri definivano mia moglie con epiteti che in epoca di politically correct dovrebbero far trasalire i guardiani dei buoni sentimenti. Ho anche appreso dei virgolettati miei che mai ho proferito. L'unica frase che io ho davvero pronunciato sui fatti di Capodanno è: 'Non ho sparato io'. Punto".

 

Spiega anche che andrà presto in Procura: "A specificare ulteriormente quanto fin dal primo momento io ho sempre detto. Per quanto mi riguarda la pura e semplice verità". Ma non aggiunge altro alla dinamica: "Di questo ne parlerò con la procura". Sui rapporti col proprio partito risponde di non sentirsi abbandonato: "Direi proprio di no. Perché l'essere di destra si fonda anzitutto sulla categoria della lealtà. E in una comunità come la nostra chi scarseggia di questa caratteristica non è apprezzabile.

 

EMANUELE POZZOLO TORNA ALLA CAMERA EMANUELE POZZOLO TORNA ALLA CAMERA

In questo periodo io penso di avere avuto la prova di avere per la più parte come amici - sia interni al partito sia al di fuori - uomini e donne sensibili e leali. Poi, nel numero, c'è sempre un Gianfranco Fini qualunque: ma questo attiene alla natura umana, non alla politica".

youstub meme by emiliano carli il giornalone la stampa youstub meme by emiliano carli il giornalone la stampa campagna elettorale di emanuele pozzolo per fdi nel 2013 campagna elettorale di emanuele pozzolo per fdi nel 2013 Giorgia Meloni Emanuele Pozzolo nel 2013 Giorgia Meloni Emanuele Pozzolo nel 2013 tapiro d oro a emanuele pozzolo tapiro d oro a emanuele pozzolo NORTH AMERICAN REVOLVER CALIBRO 22 - LA MINI PISTOLA DI EMANUELE POZZOLO NORTH AMERICAN REVOLVER CALIBRO 22 - LA MINI PISTOLA DI EMANUELE POZZOLO IL MINI REVOLVER DI EMANUELE POZZOLO IL MINI REVOLVER DI EMANUELE POZZOLO

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – ANCHE I DRAGHI, OGNI TANTO, COMMETTONO UN ERRORE. SBAGLIÒ NEL 2022 CON LA CIECA CORSA AL COLLE, E SBAGLIA OGGI A DARE FIN TROPPO ADITO, CON LE USCITE PUBBLICHE, ALLE CONTINUE VOCI CHE LO DANNO IN CORSA PER LA PRESIDENZA DELLA COMMISSIONE EUROPEA - CHIAMATO DA URSULA PER REALIZZARE UN DOSSIER SULLA COMPETITIVITÀ DELL’UNIONE EUROPEA, IL COMPITO DI ILLUSTRARLO TOCCAVA A LEI. “MARIOPIO” INVECE NON HA RESISTITO ALLE SIRENE DEI MEDIA, CHE TANTO LO INCENSANO, ED È SALITO IN CATTEDRA SQUADERNANDO I DIFETTI DELL’UNIONE E LE NECESSARIE RIFORME, OFFRENDOSI COME L'UOMO SALVA-EUROPA - UN GRAVE ERRORE DI OPPORTUNITÀ POLITICA (LO STESSO MACRON NON L’HA PRESA BENE) - IL DESTINO DI DRAGHI È NELLE MANI DI MACRON, SCHOLZ E TUSK. SE DOPO IL 9 GIUGNO...

DAGOREPORT – BENVENUTI ALLA PROVA DEL “NOVE”! DOPO LA COSTOSA OPERAZIONE SUL ''BRAND AMADEUS'' (UN INVESTIMENTO DI 100 MILIONI DI DOLLARI IN 4 ANNI), A DISCOVERY NON VOGLIONO STRAFARE. E RESTERANNO FERMI, IN ATTESA DI VEDERE COSA SUCCEDERA' NELLA RAI DI ROSSI-MELONI - ''CORE BUSINESS' DEL CANALE NOVE: ASCOLTI E PUBBLICITÀ, QUINDI DENTRO LE SMORFIE E I BACETTI DI BARBARELLA D'URSO E FUORI L’INFORMAZIONE (L’IPOTESI MENTANA NON ESISTE) - LA RESPONSABILE DEI CONTENUTI DI DISCOVERY, LAURA CARAFOLI, PROVO' AD AGGANCIARE FIORELLO GIA' DOPO L'ULTIMO SANREMO, MA L'INCONTRO NON ANDO' A BUON FINE (TROPPE BIZZE DA ARTISTA LUNATICO). ED ALLORA È NATA L’IPOTESI AMADEUS, BRAVO ''ARTIGIANO" DI UNA TV INDUSTRIALE... 

DAGOREPORT – L’INSOFFERENZA DI AMADEUS VERSO LA RAI È ESPLOSA DURANTE IL FESTIVAL DI SANREMO 2024, QUANDO IL DG RAI GIAMPAOLO ROSSI, SU PRESSIONE DEI MELONI DI PALAZZO CHIGI, PROIBI' AI RAPPRESENTANTI DELLA PROTESTA ANTI-GOVERNATIVA DEI TRATTORI DI SALIRE SUL PALCO DELL'ARISTON - IL CONDUTTORE AVEVA GIÀ LE PALLE PIENE DI PRESSIONI POLITICHE E RACCOMANDAZIONI PRIVATE (IL PRANZO CON PINO INSEGNO, LE OSPITATE DI HOARA BORSELLI E POVIA SONO SOLO LA PUNTA DELLA CAPPELLA) E SI È LANCIATO SUI DOLLARONI DI DISCOVERY – L’OSPITATA “SEGRETA” DI BENIGNI-MATTARELLA A SANREMO 2023, CONSIDERATA DAI FRATELLINI D’ITALIA UN "COMIZIO" CONTRO IL PREMIERATO DELLA DUCETTA, FU L'INIZIO DELLA ROTTURA AMADEUS-PRESTA…