MAFIA CAPITALE O MAFIA PORCHETTARA? - LA PROCURA DI ROMA CHIEDE L’ARCHIVIAZIONE PER 116 (CENTOSEDICI!!) INDAGATI, TRA CUI NICOLA ZINGARETTI, NELLA MAXI-INCHIESTA SU MAFIA CAPITALE - TRA GLI ALTRI ''CI SIAMO SBAGLIATI'' DEI MAGISTRATI CI SONO POLITICI DI DESTRA E SINISTRA, IMPRENDITORI COME PARNASI E VECCHI MARPIONI COME MOKBEL

Condividi questo articolo


nicola zingaretti nicola zingaretti

(ANSA) - Sono 116 gli indagati nella maxinchiesta su Mafia Capitale per i quali la Procura di Roma ha chiesto al gip l'archiviazione. Tra le persone su cui i pm di piazzale Clodio non hanno trovato elementi per proseguire le indagini figurano politici, imprenditori, professionisti e personaggi già al centro di altre inchieste giudiziarie. Tra loro anche il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

 

Oltre al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti (corruzione e turbativa d'asta), la Procura ha chiesto di archiviare la posizione di Vincenzo Piso, parlamentare, ex PdL ora gruppo Misto a cui era contestato il finanziamento illecito. Molti i politici nella richiesta di archiviazione: il presidente del Consiglio Regionale, Daniele Leodori (turbativa d'asta), l'ex consigliere comunale con delega per lo sport nella giunta Alemanno, Alessandro Cochi (turbativa d'asta) e l'ex braccio destro di Alemanno, Riccardo Mancini (associazione mafiosa) e il capo della segreteria di Alemanno, Antonio Lucarelli (associazione mafiosa).

luca parnasi luca parnasi

 

Tra gli imprenditori il costruttore Luca Parnasi (corruzione), Presente anche Gennaro Mokbel (riciclaggio), già condannato in primo grado per il caso Tis-Fastweb. Chiesta l'archiviazione per Ernesto Diotallevi (associazione mafiosa). Stesa richiesta per i penalisti Paolo Dell'Anno, Domenico Leto e Michelangelo Curti, finiti nel registro degli indagati per associazione mafiosa.

GENNARO MOKBEL GENNARO MOKBEL

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute