ORBAN, FACCE RIDE: L'UNGHERIA RILASCIA I PEDOFILI MA NON ILARIA SALIS – LA PRESIDENTE UNGHERESE KATALIN NOVAK SI E' DIMISSA DOPO AVER GRAZIATO UN CONDANNATO PER REATI SESSUALI SU MINORI – LA POLITICA UNGHERESE, CONSIDERATA MOLTO 'VICINA' AL PRIMO MINISTRO VIKTOR ORBAN, HA DICHIARATO DI AVER COMMESSO “UN ERRORE” – NEL FRATTEMPO A ROMA UN CENTINAIO DI MANIFESTANTI SI E’ SCONTRATO CON LA POLIZIA DURANTE IL CORTEO DI SOLIDARIETA' CON LA 39ENNE - VIDEO

-

Condividi questo articolo


1. UNGHERIA: PRESIDENTE SI DIMETTE DOPO GRAZIA AD UN PEDOFILO 

katalin novak viktor orban 5 katalin novak viktor orban 5

(ANSA-AFP) - La presidente ungherese Katalin Novak ha annunciato le proprie dimissioni in seguito allo sdegno suscitato nel paese dalla sua decisione di graziare un condannato per reati sessuali su minori. "Mi dimetto dal mio incarico", ha dichiarato in un discorso ufficiale la capo di Stato riconoscendo di aver commesso "un errore". Nel marzo 2022 Novak, considerata molto 'vicina' al Primo ministro Viktor Orban, era diventata la prima donna a ricoprire questa posizione sostanzialmente cerimoniale.

katalin novak 3 katalin novak 3

 

"Mi scuso con coloro che ho ferito e con tutte le vittime che possono aver sentito che non le ho sostenute. Sono, ero e rimarrò a favore della protezione dei bambini e delle famiglie", ha aggiunto la 46enne ex ministro delle Politiche familiari. A scatenare la polemica è stata la grazia concessa nell'aprile 2023, in occasione della visita di Papa Francesco a Budapest, a un ex vicedirettore di un istituto per minori, condannato nel 2022 a più di tre anni di carcere per aver coperto le azioni del suo superiore.

 

katalin novak viktor orban 4 katalin novak viktor orban 4

Dalla rivelazione di questa decisione da parte del sito web investigativo 444, la scorsa settimana, l'opposizione ha chiesto le sue dimissioni e la rabbia è cresciuta nel Paese. Pochi minuti dopo il discorso di Novak, anche un'altra alleata di Viktor Orban, Judit Varga, ha annunciato il proprio "ritiro dalla vita pubblica" per aver dato la sua approvazione come ministro della Giustizia - incarico che aveva lasciato quest'estate per guidare la campagna elettorale europea. "Rinuncio al mio mandato di deputato e di capo lista al Parlamento europeo", ha dichiarato su Facebook.

 

2. SCONTRI TRA MANIFESTANTI-POLIZIA A CORTEO PER ILARIA SALIS

manifestazione a roma per ilaria salis 3 manifestazione a roma per ilaria salis 3

(ANSA) - ROMA, 10 FEB - Scontri a Roma tra manifestanti e le forze dell'ordine al corteo per Ilaria Salis. Un centinaio, tra studenti e anarchici, dopo aver tentato di raggiungere con un corteo spontaneo l'Ambasciata di Ungheria a Roma, sono stati bloccati dalla polizia. Dopo momenti di tensione fumogeni e cori contro le forze dell'ordine si sono verificati gli scontri.

manifestazione a roma per ilaria salis 1 manifestazione a roma per ilaria salis 1 katalin novak viktor orban 3 katalin novak viktor orban 3 katalin novak viktor orban 1 katalin novak viktor orban 1 katalin novak 1 katalin novak 1 katalin novak 2 katalin novak 2 katalin novak viktor orban 2 katalin novak viktor orban 2 manifestazione a roma per ilaria salis 2 manifestazione a roma per ilaria salis 2

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT! - FORZA ITALIA, SI CAMBIA MUSICA: LETIZIA MORATTI RITORNA PREPOTENTEMENTE IN FORZA ITALIA MA NON NEL RUOLO DI COMPARSA: PER IMPRIMERE UNA SVOLTA MODERATA AL PARTITO DEL FU CAVALIERE, PIER SILVIO E MARINA HANNO SCELTO UN POLITICO DISTANTE 'ANNI DUCE' DALLA DESTRA DEI FEZ-ZOLARI, UNA CHE NON MANCA MAI DI RICORDARE IL PADRE PARTIGIANO, TANT'È CHE ALLE REGIONALI IN LOMBARDIA SCESE IN CAMPO, E FU SCONFITTA, DA MELONI-SALVINI - L'ADDIO ALL'ERA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI E' GIÀ INIZIATO A MEDIASET CON LO SBARCO DELLA BERLINGUER. SI È AVUTA ULTERIORE PROVA DEL CAMBIO DI STRATEGIA DI PIER SILVIO CON LA MIELOSA PROFFERTA DI ASSUNZIONE RIVOLTA PUBBLICAMENTE A FABIO FAZIO, SBARCATO NON A CASO SU CANALE5 COME CONDUTTORE DELLO SPECIALE IN MEMORIA DI MAURIZIO COSTANZO - IL NUOVO BISCIONE SECONDO IL BERLUSCONINO: MENO TRALLALA' PER CASALINGHE E PIU' PROGRAMMI INTELLETTUALMENTE VIVACI. I TALK DI RETE4? CALMA. FINCHE' C'E' CONFALONIERI... - VIDEO

DAGOREPORT – SOLO IN ITALIA LE ELEZIONI EUROPEE SONO VISTE COME UNA SFIDA DE' NOANTRI PER PESARE IL CONSENSO E ARRIVARE A UN REGOLAMENTO DI CONTI TRA I DUELLANTI MELONI E SALVINI - AL DI LA' DELLE ALPI SONO INVECE CONSAPEVOLI CHE, NELL'ATTUALE DISORDINE MONDIALE, CON STATI UNITI E RUSSIA CHE HANNO DAVANTI LE PIU' DIFFICILI ELEZIONI PRESIDENZIALI, IL VOTO DEL 9 GIUGNO RAPPRESENTA UN APPUNTAMENTO CHE PUO' CAMBIARE LA STORIA DELL'UNIONE - "IO SO' GIORGIA", ATTRAVERSO IL FEDELE PROCACCINI, INVOCA L'ALLEANZA TRA ECR E IL PPE BUTTANDO FUORI I SOCIALISTI. IDEA SUBITO STRONCATA DAL LEADER DEI POPOLARI WEBER. PERCHE' IL CLIMA È CAMBIATO IN GERMANIA: CDU-CSU E SOCIALISTI MIRANO DI TORNARE ALLA 'GROSSE KOALITION' PER ARGINARE L’AVANZATA DEI NEONAZI DI AFD E SFANCULARE I VERDI…