PANICO TRA GLI INFLUENCER: INSTAGRAM VUOLE NASCONDERE IL NUMERO DEI LIKE! – DOPO L’ESPERIMENTO IN CANADA, ORA IL TEST VIENE FATTO ANCHE IN ITALIA: NON È UNA DECISIONE DEFINITIVA, MA SOLO UNA PROVA PER SONDARE IL PARERE DEGLI UTENTI – IL TASTO LIKE NON SARÀ RIMOSSO, SEMPLICEMENTE IL NUMERO DEI “MI PIACE” SARÀ VISIBILE SOLO A CHI HA CONDIVISO IL POST…

-

Condividi questo articolo

Da www.ansa.it

instagram toglie i like 3 instagram toglie i like 3

 

Dopo l'esperimento in Canada, Instagram nasconde il numero dei 'like' anche in Italia. Il test inizia da oggi, non è una decisione definitiva ma una prova per sondare il parere degli utenti. Se in futuro la decisione venisse applicata definitivamente, sarebbe una rivoluzione per il mondo del marketing digitale e dei cosiddetti 'influencer'.

 

ZUCKERBERG INSTAGRAM jpeg ZUCKERBERG INSTAGRAM jpeg

"Vogliamo aiutare le persone a porre l'attenzione su foto e video condivisi e non su quanti Like ricevono", dice Tara Hopkins, Head of Public Policy EMEA di Instagram. "Vogliamo che Instagram sia un luogo dove tutti possano sentirsi liberi di esprimersi. Stiamo avviando diversi test in più paesi per apprendere dalla nostra comunità globale come questa iniziativa possa migliorare l'esperienza su Instagram", aggiunge Tara Hopkins.

 

instagram toglie i like 1 instagram toglie i like 1 instagram toglie i like instagram toglie i like

La novità era stata anticipata da Mark Zuckerberg alla Conferenza per gli sviluppatori di Facebook di fine aprile a San Josè, in California. Poi il test è partito in Canada. In pratica, il tasto 'Like' non verrà rimosso, bensì non sarà più visibile il numero dei 'Mi piace'; solo l'utente che ha condiviso il post su Instagram potrà avere accesso a tale informazione. E agli utenti coinvolti nel test comparirà un avviso. Instagram ha oltre 1 miliardo di utenti nel mondo, 500 milioni usano Le Storie.

instagram toglie i like 2 instagram toglie i like 2

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

LA LETTERA DI MELANIA RIZZOLI AI MALATI DI TUMORE AL CERVELLO: “NON FATEVI IMPRESSIONARE DALLA MORTE DI NADIA TOFFA, PERCHÉ LEI HA AVUTO UNO DI QUEI TIPI PER I QUALI NON CI SONO CURE CERTE E PER I QUALI LA SCIENZA E LA RICERCA STANNO LAVORANDO MOLTO. I SEGNI E I SINTOMI DELLA PRESENZA DI LESIONI OCCUPANTI SPAZIO NEL CRANIO SONO SIMILI, E RICONOSCERLI ALLO STADIO INIZIALE PUÒ MIGLIORARE LA PROBABILITÀ DI GUARIGIONE E DI SOPRAVVIVENZA, E QUANDO SI PRESENTA UNO DI QUESTI SINTOMI..."