PAURA E DELIRIO AL QUARTICCIOLO - A ROMA, UNA DONNA INVESTE UN'AMICA CON L'AUTO DOPO UN LITIGIO - ALL'ORIGINE DELLO SCAZZO CI SAREBBERO DEI MOTIVI DI GELOSIA, MA FINORA NESSUNA DELLE DUE HA SPIEGATO L'ACCADUTO - LA VITTIMA È STATA RICOVERATA IN OSPEDALE CON DIVERSE FRATTURE MA NON È IN PERICOLO DI VITA, MENTRE LA DONNA CHE L'HA INVESTITA, AGITATA E FUORI DI SE, DOPO L'AGGRESSIONE È ANDATA A SBATTERE CON L'AUTO CONTRO UN MURETTO ED È STATA ARRESTATA CON L'ACCUSA DI TENTATO OMICIDIO…

-

Condividi questo articolo


rissa tra donne 2 rissa tra donne 2

Marco De Risi Alessia Marani per “il Messaggero”

 

Come vere donne di mala. Ieri mattina verso le otto al Quarticciolo è scoppiato il putiferio.

Mentre la gran parte dei residenti di via Manfredonia ancora sonnecchiava loro due, (ex) amiche, si sono affrontate a brutto muso, per strada, tra i lotti e qualche curioso in ascolto dietro le persiane socchiuse alle finestre. Prima le urla, gli insulti gridati a più non posso l'una contro l'altra, quindi è volata qualche spinta e pure qualche ceffone.

 

rissa donne 2 rissa donne 2

Poi la più grande, quarant' anni, ha fatto finta di andarsene, è salita sulla sua Fiat Multipla, ha sbattuto lo sportello con rabbia, ma anziché allontanarsi ha puntato dritta verso l'amica, 35 anni, che era ancora sotto il palazzo. La donna ha cercato di mettersi in salvo, ma non è riuscita a evitare l'auto che piombava su di lei come un proiettile impazzito: è stata travolta, è sbalzata via sull'asfalto, atterrata sbattendo la testa. «Voleva uccidermi», riuscirà a dire con un filo di voce ai soccorritori prima di finire ricoverata in un letto d'ospedale.

donne rissa donne rissa

 

NESSUNA SPIEGAZIONE

La vittima ha riportato diverse fratture, lo choc è grande. Per lei i medici non si sono sentiti ancora di sciogliere la prognosi che rimane riservata, sebbene non dovrebbe essere in pericolo di vita. Ma che cosa è successo alla rivale? La quarantenne dopo avere investito l'amica, ha fatto marcia indietro e ha tentato di dileguarsi a tutta velocità. Ma la sua folle corsa non è proseguita più di tanto. Innanzitutto qualcuno ha chiamato il numero unico per le emergenze 112 e le pattuglie del Nucleo Radiomobile che erano già in zona per il controllo del territorio sono accorse sul posto nel giro di una manciata di minuti.

 

donne rissa donne rissa

Quindi la quarantenne, agitata e fuori di sé, ha finito per andare a sbattere contro un muretto, buttandolo giù. Quando i militati sono arrivati era appena uscita dall'abitacolo, sconvolta, circondata da alcuni passanti che si sono voluti sincerare delle sue condizioni. La donna era illesa, ma fuori di sé. Ai militari non ha saputo (o voluto) giustificare la sua incredibile condotta.

 

Ma all'origine della furibonda lite, secondo gli investigatori, ci sarebbero dei futili motivi, forse legati a questioni di gelosia. Ma nessuna delle due, finora, è stata in grado di dire perché. La trentacinquenne è ricoverata e ancora non è in grado di potere colloquiare con gli inquirenti. La sua testimonianza verrà presa a verbale dai carabinieri non appena starà meglio.

AMBULANZA CROCE ROSSA AMBULANZA CROCE ROSSA

 

LO CHOC

La quarantenne, intanto, è stata arrestata in flagranza di reato con la grave accusa di tentato omicidio. Il suo legale ha chiesto i termini a difesa, ossia di avere alcuni giorni per informarsi meglio di ciò che è avvenuto per proseguire nell'incarico. Le indagini su quanto accaduto e perché sono ancora all'inizio. Un'altra lite in strada, questa volta avvenuta per questioni di viabilità, venerdì sera era sfociata in un altro tentato omicidio.

AMBULANZA CROCE ROSSA 2 AMBULANZA CROCE ROSSA 2

 

Un 71enne stava viaggiando a bordo della sua auto sul lungotevere Farnesina quando, all'improvviso, un cinquantenne ha attraversato la strada con il semaforo pedonale rosso costringendolo a fermarsi bruscamente: «Guarda dove cammini», lo ha rimproverato. E quello per tutta risposta ha estratto un coltello colpendolo a un fianco, fortunatamente senza recidere organi vitali.

 

Condividi questo articolo

media e tv

PIÙ REALITY DI COSÌ – SCOPPIA LA PROTESTA SUI SOCIAL IN SOSTEGNO DI MARCO BELLAVIA, EX CONDUTTORE DI “BIM BUM BAM”, RITIRATO DAL “GRANDE FRATELLO VIP”. NEL RPOGRAMMA AVEVA PARLATO DELLA SUA DEPRESSIONE MA, AL POSTO DI RICEVERE IL SOSTEGNO DEI COINQUILINI, È STATO BULLIZZATO E ISOLATO. PATRIZIA ROSSETTI: “SE HAI DEI PROBLEMI STAI A CASA TUA, FIGLIO MIO”. ELENOIRE FERRUZZI RINTUZZA: “QUESTO È FUORI, È PROPRIO SCEMO. VAI ALLA NEURODELIRI”. GIOVANNI CIACCI NE AVEVA CHIESTO L’ELIMINAZIONE DOPO AVER FRAINTESO UNA SUA FRASE E GEGIA… - VIDEO

politica

business

cronache

TI METTI IN TASCA IL REDDITO DI CITTADINANZA? E ALLORA NIENTE GRATTA E VINCI – LA DENUNCIA DI UN TABACCAIO DI LADISPOLI CHE SI È RIFIUTATO DI VENDERE UN GRATTA E VINCI A UN UOMO CHE SI ERA PRESENTATO NEL SUO LOCALE PRETENDENDO DI PAGARE CON LA CARTA DEL REDDITO DI CITTADINANZA. NON SOLO: IL PROPRIETARIO DEL NEGOZIO RACCONTA CHE C’È CHI VORREBBE COMPRARE SIGARETTE E CHI TENTA DI INVESTIRE I SOLDI ALLE SLOT MACHINE O AL LOTTO. “UNA SIGNORA MI HA DETTO CHE IL FUMO È UN VIZIO CHE DEVE ESSERE ESAUDITO COSÌ COME IL GIOCO…”

sport

cafonal

viaggi

salute