PORCO ZIO! – UN 50ENNE ROMANO È STATO ARRESTATO PERCHÉ PER ANNI AVREBBE ABUSATO DELLE SUE DUE NIPOTINE, COSTRINGENDOLE A SUBIRE RAPPORTI SESSUALI QUANDO SBAGLIAVANO LE TABELLINE, O SEMPLICEMENTE MENTRE GUARDAVANO LA TELEVISIONE – QUANDO È STATO SCOPERTO HA DATO LA COLPA A SATANA…

-

Condividi questo articolo


Andrea Ossino per “la Repubblica – Edizione Roma”

violenza sessuale violenza sessuale

Per anni ha abusato delle sue nipoti, costringendole a subire rapporti quando sbagliavano le tabelline, o semplicemente mentre guardavano la televisione. E quando è stato scoperto ha provato ad «attribuire il suo comportamento a Satana».

Il cinquantenne romano è stato arrestato lo scorso 29 agosto con l'accusa di violenza sessuale su minore.

 

Una vicenda terribile dove Satana non c'entra. Ma l'incubo vissuto dalle due vittime, due sorelle, assomiglia comunque a un girone dantesco dell'inferno. Avevano 5, al massimo 6 anni quando i loro genitori le affidavano alle cure dello zio, il fratello della madre che abitava nello stesso palazzo delle ragazzine, alla periferia sud di Roma. Le violenze sarebbero andate avanti per anni e sono emerse solo quando la bambina più grande, 12 anni, ha rivelato ai genitori ciò che accadeva quando era da sola con lo zio. È emersa una realtà terribile.

 

violenza sessuale su minore 1 violenza sessuale su minore 1

Una delle due nipoti ha ricordato di «quando aveva 7 anni, d'estate - dicono gli atti - e lo zio, mentre guardavano dopo pranzo un film o giocavano con il tablet» allungava le mani sulle ragazzine. Oppure di quando la costringeva a guardare film o cartoni animati pornografici. «Un giorno, quando aveva circa otto anni - ha detto la vittima agli investigatori - dopo essere entrata nella camera dello zio per ripetere le tabelline lo zio ad ogni suo errore» avrebbe imposto punizioni orribili.

 

Le violenze inizialmente sarebbero avvenute due volte al giorno, poi sempre più frequentemente. L'uomo, che vive grazie alla rendita di alcuni immobili, avrebbe raccomandato alle nipoti di non dire niente: «non avrebbero dovuto parlarne con nessuno perché era una ' forma affettiva», si legge nell'ordinanza con cui il giudice ha disposto l'arresto dell'uomo, lo stesso atto in cui viene rivelato che il cinquantenne chiedeva a una della bambine "di sposarla".

violenza sessuale su minore 2 violenza sessuale su minore 2

 

Quando è emersa la verità la famiglia si è trasferita in un altro stabile e ha denunciato i fatti. Lui ha provato a dare una spiegazione inviando un messaggio a una parente: «chiedeva perdono alla sorella per tutto il male causato alla sua famiglia, attribuendo il suo comportamento a Satana».

 

L'uomo ora prova ad uscire di prigione: il suo avvocato ha presentato un ricorso al tribunale del Riesame, visto che il gip lo ha già rigettato. «Il suo posto è in carcere. Adesso dobbiamo pensare al bene delle bambine», incalza Vittoria Santoro, la penalista che assiste le vittime.

violenza sessuale minori stupro violenza sessuale minori stupro violenza sessuale su minore 3 violenza sessuale su minore 3 violenza sessuale violenza sessuale

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

PERCHÉ RENZI SI È TRASFORMATO IN UN ARIETE LANCIATO CONTRO I SERVIZI SEGRETI? - IL LEGALE DEL “PATRIOTA DI RIGNANO”, LUIGI PANELLA, GIÀ DIFENSORE DELLO 007 MARCO MANCINI SINO AL 2014, STA PROVANDO A IMBASTIRE UN PROCESSO PER LA NOSTRA INTELLIGENCE, “COLPEVOLE” DI AVER PREPENSIONATO NEL 2021 IL DIRIGENTE DEL DIS PROPRIO A CAUSA DI QUELL’INCONTRO ALL’AUTOGRILL PROBABILMENTE NON SUFFICIENTEMENTE MOTIVATO TRA UN LEADER DI PARTITO E UN CAPO REPARTO DEL DIS - PARLA L’UOMO CHE A “REPORT” HA CONFERMATO L’IDENTITÀ DI MANCINI: “LE SUE AMBIZIONI ERANO NOTE..”

business

cronache

sport

cafonal

CAFONALISSIMO A MISURA DUOMO - PORTALUPPI CHIAMA, MILANO RISPONDE! IN CINQUECENTO SI SONO SCAPICOLLATI PER FESTEGGIARE L’USCITA DEL LIBRO ‘’PIERO PORTALUPPI’’, L’ARCHITETTO CHE HA CAMBIATO CON I SUOI LAVORI LA FACCIA DELLA CAPITALE LOMBARDA - IN CASA DEGLI ATELLANI, IL GIOIELLO RINASCIMENTALE TRASFORMATO UN SECOLO FA DA PORTALUPPI, PIERO MARANGHI, CURATORE DELL’OPERA, HA ACCOLTO GIBERTO ARRIVABENE E BIANCA D’AOSTA, TOMMASO SACCHI E CHIARA BAZOLI, NICOLA PORRO E STEFANO BARTEZZAGHI, VERONICA ETRO E MARCO BALICH, BARNABA FORNASETTI E MICHELA MORO…

viaggi

salute