STATI ARMATI D'AMERICA – SEI PERSONE SONO STATE UCCISE IN UNA SPARATORIA AVVENUTA LA SCORSA NOTTE IN UN SUPERMERCATO “WALMART” A CHESAPEAKE, IN VIRGINIA – A SPARARE È STATO IL DIRETTORE DEL SUPERMERCATO, CHE POI HA RIVOLTO L'ARMA CONTRO SE STESSO – NON SI CONOSCE ANCORA IL MOVENTE DELLA STRAGE...

-

Condividi questo articolo


strage in un Walmart a Chesapeake in Virginia strage in un Walmart a Chesapeake in Virginia

(ANSA) - Il movente non si conosce ancora, ma dopo l'ennesima sparatoria che martedì notte ha di nuovo scosso gli Stati Uniti a terra - in un supermercato Walmart della Virginia - c'erano sette corpi, incluso quello del responsabile della strage, il direttore del supermercato. "La polizia di Chesapeake conferma sette vittime, compreso il responsabile della sparatoria di ieri sera al Walmart di Sam's Circle", ha scritto questa mattina il Comune di Chesapeake sul suo account Twitter.

 

Secondo una prima ricostruzione, l'uomo ha aperto il fuoco poco dopo le 22:00 ed ha poi rivolto l'arma contro se stesso togliendosi la vita. In quel momento il supermercato era particolarmente affollato di clienti impegnati negli ultimi acquisti per il cenone del Thanksgiving Day, il Giorno del Ringraziamento che si celebra domani.

 

strage in un Walmart a Chesapeake in Virginia strage in un Walmart a Chesapeake in Virginia

"Le gente era molto amichevole, parlavano del Giorno del Ringraziamento, di quello che dovevano fare, di quello che dovevano comprare", ha raccontato all'emittente 13News Now una residente del luogo, Terri Brown, che si trovata nel supermercato meno di due ore prima della carneficina. "Siamo sconvolti da questo tragico evento avvenuto nel nostro punto vendita di Chesapeake, in Virginia", ha fatto sapere questa mattina la Walmart in un comunicato. "Stiamo pregando per le persone colpite, per la comunità e per i nostri dipendenti", prosegue la nota: "Stiamo lavorando a stretto contatto con le forze dell'ordine e siamo concentrati sul sostegno ai nostri dipendenti".

 

strage in un Walmart a Chesapeake in Virginia strage in un Walmart a Chesapeake in Virginia

La sparatoria della Virginia segue quella del Colorado avvenuta sabato notte in un nightclub gay di Colorado Springs, costata la vita a cinque persone: un'altra strage che ricorda quella in un locale frequentato da omosessuali a Orlando, in Florida, dove 49 persone furono uccise da un 29enne nel 2016. Negli ultimi anni vi sono state numerose sparatorie in supermercati e grandi magazzini negli Stati Uniti. Come quella del 2019, quando un 21enne ha aperto il fuoco in un Walmart di El Paso, causando 23 morti e 26 feriti. Lo scorso maggio, inoltre, un adolescente ha aperto il fuoco in un supermercato Tops di Buffalo, nello Stato di New York, uccidendo 10 persone e ferendone altre tre.

sparatoria chesapeake in virginia 3 sparatoria chesapeake in virginia 3

sparatoria chesapeake in virginia 6 sparatoria chesapeake in virginia 6 sparatoria chesapeake in virginia 4 sparatoria chesapeake in virginia 4 sparatoria chesapeake in virginia 1 sparatoria chesapeake in virginia 1 sparatoria chesapeake in virginia sparatoria chesapeake in virginia

 

Condividi questo articolo

media e tv

IL DIVANO DEI GIUSTI/2 - IN CHIARO STASERA VEDO UNA MAREA DI REPLICHE E POCHE NOVITÀ. IN PRIMA SERATA AVETE "MATRIMONIO ALL’ITALIANA" ULTRACLASSICO DI VITTORIO DE SICA CON SOPHIA LOREN, MARCELLO MASTROIANNI, ALDO PUGLISI, MARILÙ TOLO E TECLA SCARANO - IN SECONDA SERATA TROVATE JAVIER BARDEM E VICTORIA ABRIL COME SESSODIPENDENTI IN CURA NEL FILM “TRA LE GAMBE”: ASSOLUTAMENTE DA RECUPERARE. C'E' PURE "LA RIPETENTE FA L’OCCHIETTO AL PRESIDE” DI MARIANO LAURENTI CON LINO BANFI, ALVARO VITALI, CARLO SPOSITO… - VIDEO

politica

MANOVRA DELLE MIE BRAME: CHI HA SBAGLIATO DI PIU’ NEL REAME? MELONI E SALVINI - LE BOCCIATURE DI BANKITALIA, CNEL E CORTE DEI CONTI ALLA FINANZIARIA DEL CENTRODESTRA VERTONO SU QUATTRO PUNTI (POS E CONTANTE, FISCO, REDDITO DI CITTADINANZA E RIDUZIONE DEL DEBITO), TRE DEI QUALI HANNO LE IMPRONTE DIGITALI DI SALVINI (E GIORGIA NON SI SMARCA) - FITTO, IN ROTTA CON SALVINI, NON SA COME SPIEGARE A BRUXELLES CHE IL PNRR E’ IN ALTO MARE - BISOGNA SEMPLIFICARE IL CODICE DEGLI APPALTI: DRAGHI AVEVA MOBILITATO IL CONSIGLIO DI STATO, IL CAPITONE VUOLE RISOLVERE “CON L’ACCETTA” (ED E' FINITA A SCHIFIO)

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

COPRITEVI, STA ARRIVANDO UN'ONDATA DI INFLUENZA “AUSTRALIANA”: NELLA SETTIMANA DAL 20 AL 27 NOVEMBRE, E' STATO COLPITO IL 13% DEGLI ITALIANI COME CI PROTEGGE? CON I FARMACI ANTIPIRETICI, PER FAR ABBASSARE LA FEBBRE. NON SONO INDICATI GLI ANTIBIOTICI PERCHÉ L'INFLUENZA È UNA MALATTIA VIRALE, NON BATTERICA. POSSONO ESSERE UTILI SEDATIVI PER LA TOSSE E AEROSOL - I SINTOMI TIPICI DELL'INFLUENZA SONO TRE: FEBBRE ALTA, TOSSE E DOLORI MUSCOLARI - LA MAGGIOR PARTE DELLE PERSONE GUARISCE IN 7-10 GIORNI…