TRINITÀ DEI TONTI - UN 27ENNE ROMANO SI LANCIA CON L’AUTO SULLA SCALINATA DI TRINITÀ DEI MONTI: POSITIVO ALL'ALCOL TEST - GLI È STATA INOLTRE RITIRATA LA PATENTE E SEQUESTRATO IL MEZZO. LIEVI DANNI E NESSUN FERITO

-

Condividi questo articolo

Da “Libero quotidiano”

 

trinità dei monti trinità dei monti

Si è lanciato con l' auto sui gradini di Trinità dei Monti a Roma, poi è rimasto bloccato.

È successo ieri, poco prima delle 7 del mattino a un 27enne, ubriaco che ha imboccato da Via Sistina la scalinata causando una lieve scalfittura sul primo gradino, oltre i segni di frenata. Il ragazzo, risultato positivo all' alcol test con un valore superiore a 1.5 g/l, è stato denunciato.

 

Gli è stata inoltre ritirata la patente e sequestrato il mezzo. Lievi danni e nessun ferito: poteva andare molto peggio visti i precedenti, perché non è la prima volta che veicoli guidati da ubriachi percorrono quel tratto della settecentesca scalinata, famosa in tutto il mondo. Di certo è il primo dopo il restauro concluso due anni fa e riaccende il dibattito, sempre aperto, su come difendere un' opera che, insieme ad altre a Roma, fa parte del patrimonio culturale che è il suo bene più prezioso.

TRINITA' DEI MONTI DEGRADO TRINITA' DEI MONTI DEGRADO TRINITA' DEI MONTI DEGRADO TRINITA' DEI MONTI DEGRADO

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

SCONTRO TRA CONTE E IL COMITATO SCIENTIFICO CHE LO AFFIANCA A PALAZZO CHIGI. “NON POSSO FARE QUELLO CHE VOI DITE, L’ECONOMIA DEVE RIPARTIRE O IL PAESE RISCHIA IL FALLIMENTO”. ANCORA: “NON POSSIAMO OBBLIGARE TROPPO A LUNGO LA GENTE IN CASA. CI SONO PROBLEMI PSICOLOGICI DI CUI BISOGNA TENER CONTO. NON SIAMO IN CINA. QUELLO È UN REGIME. UN ALTRO MODO DI PENSARE. IN BASE AL DECLINO DELL’EMERGENZA SANITARIA, DAL 18 APRILE CI SARÀ UNA RIPRESA GRADUALE” - DAL PD, PERÒ, ARRIVANO ALCUNE CRITICHE. MA SULLA COMUNICAZIONE

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

FERRARI VA A SBATTERE? - ''IL PRESIDENTE ERA STATO SFIDUCIATO CON VOTO UNANIME DAL CER, NON È LUI A ESSERSI DIMESSO''. IL TREMENDO COMUNICATO DEL CONSIGLIO EUROPEO DELLA RICERCA, CHE PARLA DI ''MANCANZA DI IMPEGNO DELLO SCIENZIATO, CHE NEI TRE MESI DELL'INCARICO HA SALTATO MOLTI INCONTRI IMPORTANTI'' - MA SULLA MANCATA RICERCA SUL CORONAVIRUS, IL CER CONFERMA CHE ''NON È DI NOSTRA COMPETENZA''. UNA BELLA AMMISSIONE DI INUTILITÀ. NON A CASO BURIONI AVEVA FATTO UN TWEET FURIOSO CONTRO ''L'OTTUSA BUROCRAZIA COMUNITARIA'', POI CANCELLATO